I Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore

foto piccola un momento della donazioneI Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore
Conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano

Persone che amano la propria vita pensando spesso a quella degli altri
L’Esercito sempre in prima linea per la collettività

Nei giorni scorsi  si è conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano svoltasi all’interno della caserma “O. SALOMONE” di Capua, sede del 17°Reggimento Addestramento Volontari “Acqui”,  un antichissimo Reparto di Fanteria, fondato nel 1703, che svolge da oltre un ventennio le funzioni di Reparto Addestrativo Volontari, deputato alla “formazione di base” dei giovani soldati, volta principalmente a potenziarne l’addestramento fisico e ad alimentarne l’etica e la cultura militare.
L’iniziativa è nata dall’appello del Dr  Michele Franco Presidente dell’ADMO Campania (Associazione Donatori di Midollo Osseo) e dalla Dott.ssa Angela Iacono, Presidente nazionale della Fondazione Italiana “LEONARDO GIAMBRONE” per la guarigione dalla Talassemia, con la collaborazione del Centro di Immunoematologia e medicina trasfusionale dell’Ospedale “Cardarelli” di Napoli. La Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone” per la Guarigione dalla Talassemia e Drepanocitosi nasce il 19 giugno 1992 per volontà di tutta l’utenza talassemica italiana per  reperire fondi per i progetti di ricerca tendenti ad identificare e sperimentare i mezzi di cura definitivi delle talassemie. Si tratta di un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da un difetto genetico di sintesi dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi del sangue, diffuse in tutto il mondo, specialmente  nei Paesi dell’area del Mediterraneo, ma anche il Medio Oriente e nel Sudest asiatico. In Africa ogni anno nascono 120 mila bambini affetti da varie forme di anemia.
In Italia  è particolarmente diffusa in alcune regioni quali il Piemonte, la Calabria, la Sicilia, la Puglia e la Sardegna; i malati sono circa 9000 solo nel Delta Padano, nel Sud, in Sicilia e in Sardegna. Nel mondo i portatori sani di anemia mediterranea sono oltre 300 milioni,  di questi  93 milioni sono bambini.
Al termine delle due giornate di donazione di sangue i responsabili delle associazioni hanno voluto ringraziare personalmente i militari del 17° RAV per la numerosa partecipazione e la solidarietà  espressa, che ha permesso la raccolta di 123 sacche di sangue, indispensabili per la sopravvivenza, il trattamento e la profilassi delle patologie a carico del midollo osseo e della Talassemia.
Il Comandante del 17° RAV, Colonnello Francesco Maione,  si è detto fiero dell’iniziativa, «perché è possibile servire il Paese anche con una semplice donazione, soprattutto in un momento di particolare difficoltà  nazionale»  e che conferma come si possa fare “di più insieme” per la collettività. Una scelta per gli altri e una scelta per se stessi, un piccolo gesto, il regalo più grande, specialmente in questo momento in cui tutti gli ospedali sono sotto stress.
Harry di Prisco

Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

Il vino che fa bene ai bambini affetti da autismo

VS-0582Il vino che fa bene ai bambini affetti da autismo
Villa Saletta insieme a Tarta Blu per la raccolta fondi

In questo Natale il vino e l’olio extravergine sono nettare prezioso per i più piccoli, grazie alla collaborazione che si rinnova tra la cantina ed azienda agricola Villa Saletta di Palaia (Pi) e l’Associazione Tarta Blu della Valdera e Valdicecina, che ogni giorno aiuta i bambini con disturbi autistici ad avere una vita migliore.

Acquistando una o anche più etichette di Villa Saletta, tra rosato, bollicina e rossi da uve autoctone ed internazionali e olio extravergine biologico, si potrà potrà contrinuire alla raccolta fondi di Tarta Blu per l’acquisto di giochi e materiali per l’apprendimento della autonomia e per la stimolazione della motricità, dell’espressività linguistica, e dei sensi, il tutto volto ad un migliore rapporto con il mondo esterno.

Villa Saletta, infatti, devolverà parte del ricavato delle vendite all’Associazione Tarta Blu. Le etichette possono essere acquistate sia in cantina sia on line sul Sito di Villa Saletta

Villa Saletta

Di proprietà della famiglia inglese Hands, attivi nel mondo della finanza e dell’hotellerie, Villa Saletta, con oltre 720 ettari tra boschi, ulivi, vigne, coltivazioni, uno storico borgo trecentesco da cui prende il nome l’azienda, antichi casolari e ville per l’ospitalità, si sviluppa nella splendida ed incontaminata campagna collinare di Palaia, in provincia di Pisa.

La tenuta è amministrata dal 2015 dall’agronomo ed enologo David Landini, toscano di origini, che si occupa anche della direzione tecnica delle varie produzioni, tra cui in primis il vino, poi olio, grani, erbe, frutta ed ortaggi.

Risalente al 980 d.C., data del primo resoconto scritto sulla produzione di vino nella fattoria, è un’antica tenuta tornata oggi a nuovo splendore grazie alla famiglia Hands ed ai suoi collaboratori. La sua storia attraversa molti secoli che ne hanno forgiato e rafforzato l’anima agreste. La tenuta, in tutto questo lungo periodo, è appartenuta a 4 grandi famiglie: quella dei Gambacorta, che consolidò la proprietà delle terre attorno alla fattoria nel 1300, quella dei Riccardi, abbiente famiglia fiorentina di banchieri della potente casa dei Medici che trasformarono Villa Saletta in una vera e propria azienda rurale nel corso del 16° e 17° secolo e da cui è stato ereditato lo stemma, raffigurante una chiave, oggi logo della cantina e delle sue etichette, quella dei Castelli che susseguirono ai Riccardi ed infine la famiglia inglese Hands, a cui si deve la rinascita di questa bellissima realtà acquistata nel 2000.

Con la nuova proprietà ed il progetto di dare vita ad una tenuta dove il vino sarà il filo conduttore di una ospitalità a 360° che, grazie alla ristrutturazione dell’antico borgo di Villa Saletta e la messa a punto di un resort di lusso, alle ville che oggi già accolgono persone da tutto il mondo, alla costruzione di una trattoria e negozio di prelibatezze locali che sorgerà dove adesso è la cantina, ed alla nascita di un ristorante gourmet, diventerà un luogo unico in cui Bacco, la ristorazione di qualità e Madre Natura si fonderanno insieme per regalare esperienze uniche.

Dagli attuali 30 ettari vitati, di cui 17 a regime ed altri dieci che presto verranno piantati, vengono prodotte 7 etichette: una bollicina da uve sangiovese, un rosato da sangiovese, merlot e cabernet, un Chianti Superiore, un Sangiovese Igt Toscana e tre Igt Toscana da cabernet franc, cabernet sauvignon e merlot.

L’olio extravergine, ottenuto dalle oltre 6000 piante di leccino, frantoio, moraiolo, pendolino e razzo, da quest’anno si avvale della certificazione bio.

Per maggiori informazioni:mail Villa Saletta – Tel. 0587 628121
Per maggiori informazioni su Tarta Blu: Sito Tarta Blu

Press Kit Villa Saletta

Credit Foto Cartella Alessandro Ghedina

Villa Saletta
via Fermi 14 – Loc Montanelli – PALAIA (PI) – Tel +39 (0)587 628121 -Sito

Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica
e Studio Umami

Roberta Perna – Mail– 329.9293459 – Sito Roberta Perna

Russian Fashion Dispaly

Russian Fashion Dispaly

Si spengono le luci sulla Milano Fashion Global Summit, evento nato in risposta alle limitazioni del Covid che ha ospitato le presentazioni di marchi dedicati alle collezioni SS 20/21.

Elena Iosifova(1)La Digital Revolution sta cambiando il mondo con nuove paure ma anche infinte opportunità: per il lavoro, per la vita stessa. foto e brevi video ai testi. Questa tendenza sembra semplicemente seguire il motto secondo cui un’immagine vale più di mille parole prendendo conoscenza che la comunicazione immediata è dunque la forma del nostro tempo.
Tra i marchi presentati il Progetto Russian Global Fashion Display, un interessante viaggio immaginario attraverso un video emozionale in cui i capi della nuova next generation russa vengono svelati in una dimensione virtuale che vuole essere un tributo alla Russia. L’intento è chiaramente quello di trasmettere un chiaro messaggio di ottimismo, in un momento delicato per il mondo, un progetto di moda nato a Mosca con lo scopo di presentare al pubblico europeo i designers emergenti, oltre le produzioni, le aziende tessili e gli accessori, l’artigianato e il “fatto a mano” ponendo il focus su criteri di originalità dell’idea, la qualità dei tessuti, la cura e la ricercatezza dell’esecuzione oltre alla filosofia di brand.
(1) VICTORIA NADOLINSKAYAProgetto ha presentato 6 brand di abbigliamento donna, sposa e kidwear, marchi che hanno un grande potenziale in termini di creatività e artigianalità. Brand Bottega No1 (Eva Dorosh) – Brand Giaccata (Tatiana Nais) – La designer Victoria Nadolinskaya – Designer Elena Iosifova – Il brand Klimkova Kids (Evgenia Klimkova) – La designer Alla Jeltukhina.
Non si tratta solo di moda, l’outerwear sia donna che bimba oltre alla linea wedding si concentra sullo stile di vita e sulle attività che chi lo indossa, mostrando come la moda russa, presente alle fiere da qualche stagione, abbia un buon potenziale fatto da giovani pieni di idee e di talento, produzioni che hanno una manualità e una lavorazione eccellente.
Anche dai commenti del pubblico del web, di buyers e negozi viene rilevato che il mondo della moda Russa ha fatto passi da gigante negli ultimi anni nonostante le difficoltà di affermazione su mercati più competitivi ma reputano che sia un mercato pronto per l’ Europa occidentale. La fashion week quest’ anno ha dato grandi soddisfazioni sia in termini di pubblico che di buyer perché la moda ha bisogno di “idee e aria fresca” e i paesi dell’Est sono una terra di mezzo, crocevia di culture che oggi si riflettono nello stile dove ognuno è libero, pur continuando a riferirsi al passato, di sperimentare nuove idee e nuovi stili.
Per info:
milano@esque.su
IG: @russian_fashiondisplay_
Tel.: +79774461193
www.fashion-vibes.com

Napoli Couture di Gian Piero Cozza

17309241_792402047580358_6355106611280423326_nNapoli Couture di Gian Piero Cozza
A Bari allo Spazio Art d’Or

Lo Spazio Art d’Or è una galleria multimediale delle eccellenze del made in Italy, una innovativa realtà internazionale composta da creativi a 360° nel campo dell’arte, della moda e del design, sede di una Factory, incubatore di nuovi talenti, che si occuperà anche di formazione con corsi didattici specializzati tenuti da noti docenti affermati nelle varie discipline che ruotano intorno alla bellezza e a tutto quello che si muove intorno al mondo della moda e dell’arte.
Il  concept ha all’interno una galleria espositiva permanente formata dalle creazioni dei designer che hanno sostenuto il progetto dalla sua nascita, progetto fortemente innovativo per la città di Bari, che mira a creare una sinergia fra le eccellenze del “fatto a mano” e del 13239159_639482849538946_4450364292478617480_nbello, un punto di riferimento per la città, una vetrina dunque nel centro di Bari connessa ad altre realtà su tutto il territorio nazionale e internazionale tra cui Roma, Firenze, Milano, Montecarlo, Parigi, Londra, New York, nel nome della cultura e della bellezza.
Fra i nomi dell’abbigliamento couture spicca il Brand Napoli Couture di Gian Piero Cozza, abbigliamento uomo, che mantiene evidenti radici storiche di cui il creativo – Gian Piero Cozza –  porta dentro una nostalgia lieve e struggente, caratteristica Partenopea, il Brand si sta imponendo nel difficile scenario internazionale della moda in un momento in cui lo chic non è un’opinione, ma un’esigenza assoluta.
24174486_686129768250700_6127177241859290778_nMaestri delle produzioni del modello italiano che ha qualcosa di inimitabile, abiti, capispalla, accessori, calzature, la Campania  concentra un distretto  di qualità che ha resistito alla crisi e per tradizione produce per i grandi marchi della moda, che negli ultimi tempi sembrano ancora più interessati a questo polo di eccellenza artigianale.: il connubio tra creatività e tecnologia che altri poli di produzione non posseggono fanno sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury.
Come afferma il designer Gian Piero Cozza: Il “mio uomo”  veste un nuovo formale  dove la tradizione e l’innovazione rimangono le uniche guide e la qualità, in tutte le sue accezione, la prospettiva da seguire, e dunque una continua e nuova scoperta. Un Brand che fa sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury, esortando il visitatore a osservare la sua ispirazione che ha avuto le sue fonti in arte, storia e magia unica aprendosi al contemporaneo senza abbandonare quella formidabile aura di eterna bellezza che l’ha resa celebre nel mondo.
IMG-20201023-WA0118La mia produzione esalta la lavorazione hand made, un omaggio al fatto a mano, l’artigianalità che rappresenta uno scambio di culture attraverso il tempo e lo spazio, grande conoscenza dei tessuti, materiali, cuciture, lavorazioni, sensibilità individuali, dunque il nuovo nella tradizione, uno stile irrinunciabile che non può mancare nel guardaroba di un uomo per completare uno look di vera eleganza.
SPAZIO ART d’OR a Bari
Via Melo 188
Info e contatti: spazioartdor@icloud.com

Antonella Delfini Gioielli

SITO-ZIA-3 (1)Antonella Delfini Gioielli
A Bari allo Spazio Art D’Or

Artisti, designer, artigiani, incisori su vetro, accessori, gioielli, mostre d’arte, presentazione di libri, eventi, una galleria show room, un centro polivalente di collaborazioni con Marina Corazziari allo Spazio Art d’Or a Bari. Inaugurato da pochi giorni un punto di sosta per curiosi e appassionati d’arte, e tra questi Antonella Delfini, pittrice, cerista, orafa, artista, designer, eclettica e curiosa.
Antonella Delfini pittrice, cerista e orafa è un’ artista a tutto tondo. La suo formazione pittorica si evolve e si completa sotto la guida dei Maestri Filinceri Santinelli e Sandro Trotti. Dopo una pausa di otto anni, durante la quale realizza gioielli nel laboratorio della Gioielleria Ansuini, nel 2000 torna a dipingere e a partecipare ad importanti rassegne nazionali in occasione delle quali riceve prestigiosi riconoscimenti. L’arte dell’oreficeria, dopo le esperienze di laboratorio, è sempre stata una compagna di vita di Antonella Delfini. Le ha consentito anche di realizzare progetti di arredamento di interni nonché di opere pittoriche con tecniche miste dove compariva attraverso la presenza di metalli. La realizzazione di oggetti, attraverso la tecnica antica della cera Antonella Delfini Gioielli (2)persa, richiama l’istinto di creare piccole sculture, opere dalla forma definita dal nulla della materia. Le fusioni d’oro, d’argento e bronzo, il fuoco, le saldature, e la lucidatura finale creano un mondo parallelo fatto di pezzi unici, mai in serie, dove la fantasia supera la realtà attraverso la precisione e la concentrazione. La ricerca continua e l’esperienza di Antonella Delfini le consente di accostare nuove metodologie attraverso tecniche differenti, con lo sfruttamento continuo di nuove reazioni materiche . Ed ecco che anche l’effetto inaspettato , di un abbinamento tecnico anche casuale , diventa motivo di ricerca con un nuovo percorso da sperimentare. Resine , pigmenti , acrilici , olio e smalti , plexiglass, e alluminio ed altro ancora , sono gli strumenti anche contrastanti fra lo loro, che offrono una varietà continua di risposte innovative e sorprendenti. La capacità di lavorare i metalli ha sempre affiancato quest’arte pittorica affacciandosi nelle opere in modo simbolico o reale , fornendo un tocco magici ai dipinti.
SPAZIO ART d’OR
Bari, Via Melo 188
Info e contatti: spazioartdor@icloud.com

Oggi ho uno sguardo nuovo

Mariano MarcettiOggi ho uno sguardo nuovo

«Gli occhi sono lo specchio dell’anima, diceva Platone nel Fedro, nel senso che è proprio dal primo impatto, in un incontro, che nascono in maniera immediata le nostre sensazioni, simpatie, attrazione, antipatia, diffidenza, le sfumature emotive più intime. In generale, i pazienti desiderano ottenere un aspetto della palpebra superiore che sia coerente con quella della loro giovinezza passata. Sia nelle donne che negli uomini è fondamentale ottenere un risultato normale e naturale e inoltre negli uomini, è indispensabile evitare un aspetto “femminilizzato”, mantenendo un adeguato volume di palpebra superiore.
Ne parliamo con il  Dr. Simone Napoli  . Il Dottor Napoli è specializzato in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, socio ordinario della Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica (Sicpre)
La resezione della pelle e l’asportazione del grasso nella palpebra superiore deve essere sempre moderato in modo da evitare un aspetto scavato e innaturale. Ed è chiaro che la gradevolezza dell’aspetto è un appeal in più  perché è sicuramente un sinonimo di sicurezza e successo, nella vita e nel lavoro. E, oltre alla moda e al trucco, l’importanza della chirurgia plastica estetica per correggere e migliorare difetti si pone come necessità, non solo per creare bellezza, ma per raggiungere un equilibrio maggiore con noi stessi, in termini di serenità.
Dr Simone NapoliLa regione periorbitale è il fondamento di un aspetto esteticamente giovanile, e la blefaroplastica, l’intervento chirurgico che permette il rimodellamento estetico delle palpebre, ha un ruolo fondamentale nel ringiovanimento del volto.
Il medico deve personalizzare gli interventi chirurgici, in quanto l’estetica varia tra paziente e paziente.  Le aspettative del paziente devono essere identificate e discusse prima di un intervento chirurgico, e il chirurgo plastico deve programmare l’intervento secondo le possibilità tecniche chirurgiche nel rispetto dell’anatomia e della funzionalità. Il chirurgo deve sempre analizzare attentamente la forma e la funzione della regione periorbitale, in modo che l’intervento migliori entrambi questi aspetti.
Una varietà di tecniche chirurgiche sono state descritte per migliorare l’estetica delle palpebre, cercando di avere i migliori risultati possibili, un più rapido recupero post operatorio e meno complicanze. Nella visita preoperatoria infine deve essere analizzata la possibilità che vi sia una ptosi palpebrale superiore, una lassità della palpebra inferiore, gli occhi prominenti, e la xeroftalmia (secchezza oculare), cioè difetti che potrebbero complicare l’intervento di blefaroplastica.
COS’E’ LA BLEFAROPLASTICA?
Con il termine blefaroplastica s’intende quell’intervento di chirurgia estetica con il quale il Dr Napoli, attraverso la rimozione di cute e grasso in eccesso localizzati nelle palpebre superiori e inferiori, può correggere difetti quali palpebre superiori cadenti, borse di grasso o occhiaie che invecchiano la fisionomia del volto e conferiscono allo sguardo un aspetto stanco.
Praticando un intervento chirurgico di blefaroplastica, si può anche sollevare e/o riposizionare l’angolo laterale dell’occhio (cosiddetta cantoplastica e cantopessi) modificando così la forma dello sguardo.
Con la tecnica chirurgica della blefaroplastica transcongiuntivale, il Dr. Napoli è in grado di rimuovere le borse adipose della regione palpebrale inferiore senza lasciare cicatrici esterne.
CHI PUO’ OPERARSI?
La gran parte dei pazienti che scelgono di sottoporsi a questo tipo di operazione è compresa nella fascia d’età tra i 40 e i 60 anni. Ciò detto, non esistono limiti di età per sottoporsi alla bleferoplastica. La chirurgia estetica delle palpebre viene infatti praticata con successo anche in pazienti compresi tra i 70 e gli 80 anni.
IN CHE COSA CONSISTE LA VISITA PRE-OPERATORIA?
Trattandosi di un intervento chirurgico molto personalizzato, sarà cura del Dr. Napoli valutare le  condizioni di salute generali del paziente, la tipologia di pelle, la qualità dei muscoli perioculari, la struttura ossea del volto e la presenza di eventuali difetti estetici e/o funzionali. Il Professore vi illustrerà, inoltre, gli obiettivi e i risultati estetici che è possibile ottenere con questa operazione e sceglierà d’accordo con voi la procedura chirurgica più indicata al vostro caso.
IN CHE COSA CONSISTE L’INTERVENTO DI BLEFAROPLASTICA?
Il D. Napoli pratica normalmente l’intervento di blefaroplatica in regime di day-hospital, intervento che dura circa 1-2 ore in anestesia locale. E’ del tutto indolore e consiste nel rimodellamento del muscolo orbicolare e delle borse adipose e nella rimozione dell’eccesso di cute; le incisioni vengono eseguite nella piega delle palpebre superiori e inferiori e risultano praticamente invisibili. La blefaroplastica termina con l’applicazione di ghiaccio sugli occhi per alcune ore.
QUAL E’ IL DECORSO POST-OPERATORIO?
Nelle 48 ore successive all’intervento di blefaroplastica, il Dr. Napoli consiglia di rimanere a riposo con la testa leggermente sollevata.
Dopo 4-7 giorni dall’operazione il paziente potrà riprendere la sua normale attività e già dopo le prime 3 settimane si può già apprezzare il risultato dell’intervento che sarà pienamente raggiunto a distanza di circa 6 mesi.
Crediti: Un ringraziamento al fotografo Mariano Marcetti
Sede del Dr SSimone Napoli
 www.centrobufalini.it – Via Gino Capponi, 26 Firenze, FI 50121
Tel: 055 244950

Box 6 Purete Essential

IMG-20201106-WA0059Inizio il mio secondo anno come brand  Ambassador  di World of beauty  con la presentazione  della box autunnale.

Box 6 Purete Essential

La box è bio natural ideale per contrastare il sebo in eccesso rispettando il microbioma. Questa box è consigliata quindi per chi soffre di lucidità e pelle asfittica. Una pelle quindi spessa con pori dilatati e che tende presto ad ungersi creando quella fastidiosa lucidità
La box contiene:
dermoliquido 100ml travel size
Clear Pores Serum 30ml
Purete mask 50ml
10 bustine purete acid 2ml
5 minisize jeunesse recovery 5ml

DERMOLIQUIDO: per la detersione delicata e profonda, riequilibrando il pH. Formulato con estratti di Malva, dalle note doti emollienti e antinfiammatorie
CLEAR PORES SERUM
Concentrato di bellezza senza eguali a base di estratti nativi vegetali che favoriscono il miglioramento della pelle con imperfezioni: punti neri e comedoni. Applicare alla sera, localmente sulle zone target, sulla pelle ben detersa, completare poi la Beauty Routine con Crema Viso Pureté Acid. Una lieve sensazione di riattivazione dopo l’applicazione può essere data dai principi attivi.
PURETE MASK: Maschera di bellezza dermaceutica purificante e aromatica, con Argilla Verde, Propoli e Tea Tree Australiano. Assorbe le impurità cutanee, il sebo in eccesso e ne regola la produzione, già dalla prima applicazione. Riequilibra il meccanismo cellulare, mantenendo l’idratazione e schiarendo gli esiti cicatriziali tipici dell’acne. Riduce progressivamente comedoni e punti neri.
PURETE ACID CREAM
Straordinaria crema opacizzante, riequilibra il PH, riducendo l’eccesso di sebo e minimizzando il problema della lucidità, ideale per la pelle mista e grassa. Un ottimo alleato anche per l’uomo che soffre di follicolite post rasatura (puntini e comedoni rossi molto fastidiosi, tipici della pelle maschile sensibile).
Ottima inoltre come base per il make-up.
Applicare con leggero massaggio sulla pelle
Jeunesse Recovery Cream : formula cosmeceutica naturale per tutti i tipi di pelle, in particolare per pelle con imperfezioni o pori dilatati. Da applicare giorno e notte, eccellente base per il vostro make up. Una crema indimenticabile che non potete assolutamente lasciarvi sfuggire

Vi lascio  il mio codice  sconto  ANGELAMARIAMICILLOWB2018  per uno  sconto  di 20 euro su una spesa di minimo 70 euro

“Burlesqua – dizionario Surreale “di Luciana Boccardi Ed la Musa Italia

Cover Burlesque - Dizionario Surreale“Burlesqua – dizionario Surreale “di Luciana Boccardi Ed la Musa Italia

L’ultimo libro della Boccardi presentato a Venezia all’Hotel Aman Venice durante la Venice Fashion Week.

Con un’intervista digitale svoltasipresso l’Hotel Aman Venezia – Palazzo Papadopoli, andata in diretta sui canali social Venice Fashion Week, è stata l’ccasione della presentazione dell’ultimo libro della giornalista venezianaLuciana Boccardi “Burlesque – Dizionario Surreale” ma anche il pretesto di conoscere la storia di una donna formidabile, una delle figure più autorevoli del giornalismo di moda.

E’ stata anche una delle occasioni migliori per celebrare il binomio Venezia-moda attraverso l’intervista alla Luciana Boccardi, giornalista e icona della moda, veneziana e cittadina del mondo, donna indipendente e controcorrente, audace e sempre fedele al suo motto “mai paura di niente”.
Occhi verdi e penna sferzante, ironia e determinazione, ha visto nascere i più grandi stilisti e ha testimoniato l’evoluzione della moda italiana e dei suoi principali interpreti, dall’inizio del pret-à-porter fino alla moda digitale del 2020, raccontando al suo pubblico aneddoti, storie ed episodi di vita vissuta, che rendono il mondo elitario della moda umano e accessibile. Tuttora collaboratrice de Il Gazzettino, ha creato la rubrica Modi & Moda, blog di pagine d’autore per il gazzettino.it, dove continua a parlare di moda e cultura con lo sguardo asciutto e la schiettezza che l’hanno sempre contraddistinta.

Luciana Boccardi e Arrigo Cipriani ph. Marta FormentelloDopo la gavetta nell’ufficio stampa della Biennale, Luciana Boccardi ha diretto riviste culturali e di politica, ha scritto libri e ha organizzato importanti eventi di moda a Venezia.

L’ultimo libro della Boccardi: Burlesque – Dizionario surreale (Ed. La Musa Talia) è stato presentato da Roberto Papetti, direttore de Il Gazzettino, e da Arrigo Cipriani con la moderazione di Fabio Marzari con l’introduzione di Laura Scarpa che in apertura dell’evento ha salutato il pubblico leggendo uno stralcio della dichiarazione che la grande signora dell’alta moda Raffaella Curiel ha voluto inviare per tale occasione:“Luciana è sempre gentile e sorridente, è una donna dalla cultura profondissima sia dal punto di vista letterario che musicale. La conosco ormai da 40 anni, ha portato Venezia nel mondo ed è anche una persona molto generosa che nel nostro ambiente è una cosa rarissima”.

Questo originale dizionario che giustamente l’autore ha definito “surreale” è destinato alle voci più disparate raccolte dalla giornalista nel corso di una lunghissima vita.

Giornaliste e giornalisti, persone incontrate nell’ambito della moda, stilisti, modelle, imprenditori, ma anche oggetti, definizioni, occasioni, emozioni lasciate da una lettura, un poeta di ieri, di oggi, una musica, un amore….

Luciana Boccardi ph. Marta FormentelloIn Burlesque – Dizionario surreale, che rappresenta il compendio di una vita con commenti per ogni voce, possiamo trovare il nome di un giornalista noto o quello di un personaggio del mondo della cultura, dell’arte, o di un indumento, di una canzone, di un sogno. C’è Armani ma anche Chopin, ci sono il corsetto e la crinolina, Eva Desiderio, Daniela Fedi, Cinzia Malvini, Cristiana Schieppati (per citare solo alcune delle giornaliste di moda), Tiziano e Giacomo Balla, San Francesco e Versace, Alessandro Michele, Prada, Hitler, la minigonna, i baffi, Dior e Flaubert….tutto quello che Luciana Boccardi ha incontrato, ascoltato, conosciuto nella sua lunga memoria di vita che quest’opera inusuale, alla vigilia di un compleanno importante, nella stagione delle castagne, vuole rappresentare in forma ironica, scherzosa, metà vera e metà inventata:surreale.

Il librò sarà distribuito anche dalla libreria online IBS.it.

Le foto della presentazione del libro sono state realizzate da Marta Formentellomentre quella che racconta Luciana Boccardi nel Burlesque, in terza di copertina, è una delle foto surreali di Graziella Vigo.

La Rise profumi equivalenti

IMG_20201002_161013_627Se come  me siete  scettici  circa la validità  dei profumi  equivalenti  non potete non  provare quelli del brand  La Rise Profumi !
Questa azienda  é riuscita  a conquistare e a farmi cambiare  idea  , i loro profumi sono  , davvero corrispondenti  agli  originali   .
Durevoli e persistenti restano   per più di 7/8 ore sulla pelle .
Sul loro sito trovate  due formati  , da 50 ml e  da 100 ml  e potete scegliere  tra più  di 200 referenze .
Vi invito a usare  il mio  #codicesconto  ANGI20  per i vostri acquisti  .
Io ho provato  subito  il numero   168 equivalente di Good Girl di Carolina  Herrera e vi assicuro che non noto alcuna differenza .
Una fragranza femminile e seducente  , la sua piramide  olfattiva  ha come  note di testa:mandorla  , caffè  , bergamotto e limone . Le note di  cuore sono :gelsomino , sambac ,  tuberosa , iris , rosa bulgara e fiori d ‘ arancio.
Le note di base sono fava  tonca  , cacao , sandalo, vaniglia,  Pralina , cannella  , cedro , legno  di cachemire  , paciuli  , ambra e muschio

Giuseppe Fasano la tradizione delle ceramiche di Grottaglie vista in chiave contemporanea.

13901356_1842022779350916_7772908711418446073_n(1)Giuseppe Fasano la tradizione delle ceramiche di Grottaglie vista in chiave contemporanea.

Si è inaugurato in questi giorno a Bari lo Spazio ART d’OR, un progetto fortemente voluto da Marina Corazziari, stilista designer, come un luogo di aggregazione, di condivisione e di incontro tra moda, arte e cultura, dove sarà possibile coniugare tradizione ed innovazione, storia e contemporaneità –  come spiega l’ideatrice – che hanno un ruolo fondamentale nel mediare la cultura, spingendosi costantemente oltre i confini prestabiliti dell’innovazione creativa. Infatti l’innovativo laboratorio/show room immagina lo Spazio culturale che ha creato, con la collaborazione di tanti artisti/artigiani, come un progetto  orientato alla condivisione, proprio per far conoscere l’immenso patrimonio di arte e artigianato che abbiamo in Italia.
Fra gli altri un Maestro d’arte, Giuseppe Fasano, un uomo che conosce bene l’arte del 15894306_1920148898204970_7934986021806595623_n“fatto con le mani” , come usare l’argilla per fare dei capolavori, terra lavorata dall’uomo, scelta con cura, impastata con acqua, ammorbidita quanto basta, modellata con sapienza, rifinita con gusto e infine cotta nei forni per essere consegnata a nuova vita, diventare immortale per tramandare una tradizione diventata arte.
Come ci spiega Giuseppe Fasano mostrandoci la sua magnifica Azienda a Grottaglie:
La mia produzione nasce da un’esperienza vissuta nel mondo dell’arte contemporanea e dalla quotidianità trascorsa nella mia città, in Italia ma anche in giro per il mondo, questo è il bello di essere completamente contaminati da una serie di emozioni che solo l’arte e questo paese unico ci possono trasmettere. Sicuramente il design e la dinamicità di un Paese in continua evoluzione, con quel mix di edifici moderni e il contesto borghese delle case d’epoca, uniti alla passione per il made in Italy, hanno contribuito al successo di tutto quel mondo che ruota intorno alla tavola, alla casa, al fatto a mano, che fa parte del nostro patrimonio culturale che tutto il mondo ci invidia.
Ceramiche-di-Grottaglie-18 La mia è una storica famiglia di ceramisti con libri e scritti datati fin dal 1600, come produttori di ceramica artistica  ci tramandiamo questa nobile arte da padre in figlio fin dall’antichità e l’arte della ceramica era nel mio destino, un mondo fatto da sculture, piatti, brocche e piastrelle e tavoli creati da mani che fondano la loro sapienza in una tradizione millenaria e in un grandioso universo cromatico. Sono i colori che abbiamo negli occhi, fin da ragazzi, quelli che cerchiamo di trasmettere nelle nostre opere, colori e forme che danno allegria e calore nelle case Italiane e nei Paesi dove esporto le mie produzioni, con grande orgoglio e determinazione ho fatto conoscere la ceramica di Grottaglie in giro per il mondo partecipando a  fiere e mostre, ho aperto dei punti vendita a New York con la collaborazione dell’ ICE (istituto commercio estero) e nel cuore di Tokyo ho aperto un magazzino con prodotti eno-gastronomici pugliesi, vino, olio, sott’oli, in Europa ho la sede a Milano centro e a Francoforte…una vita fatta di esperienze commerciali parlando fortunatamente più lingue.
Giuseppe Fasano, innamorato della sua terra, ha istituito il Premio “Giuseppe Fasano” – Giuseppe Fasano e Al BanoGrottaglie Città delle Ceramiche, il premio, fortemente voluto da Giuseppe Fasano, è intitolato al padre Nicola, celebre Maestro ceramista che per primo ha portato all’estero l’arte della ceramica grottagliese. Un’azione artistica e culturale continuata dai diretti discendenti: la famiglia Fasano, infatti, si tramanda l’arte della lavorazione della ceramica sin dal 1620. Anche l’edizione 2020 si è tenuta nella splendida location della Tenuta di Albano Carrisi a Cellino San Marco, evidenziando il legame che Al Bano ha con la sua terra e con la natura e la scelta della location è stata dettata anche dalla pluridecennale amicizia che lega Giuseppe Fasano ad uno degli artisti pugliesi più amati, personaggi ambedue che, con la loro attività, danno lustro alla Puglia.
Ceramiche Giuseppe Fasano
Via Caravaggio, 1 –  74023 Grottaglie (Taranto)

Patrizia Pellegrini Naturopata Bioterapeuta Nutrizionale® a Firenze

94568077_3181197651892521_1404315144556642304_oPatrizia Pellegrini Naturopata Bioterapeuta Nutrizionale®  a Firenze
La dr Pellegrini, Naturopata, apre uno studio a Firenze dove insegnerà un nuovo stile di vita, prevenzione e alimentazione corretta
Sono come mangio, la prevenzione di buona parte delle malattie parte dalla tavola, la dr. Patrizia Pellegrini, allieva del Prof.re Pierluigi Rossi,  ha messo a punto un regime alimentare a base di piatti che esaltano la natura, che promettono salute gratificando il gusto dunque un corretto stile di vita.
La scienza ha ormai dimostrato che esiste una relazione molto stretta tra lo stile di vita, in particolare l’alimentazione, e l’insorgenza di patologie. Nutrirsi in modo bilanciato è importante fin dai primi anni di vita dove l’attenzione deve essere abitudine, alimentazione corretta e pratica regolare di esercizio fisico.
Un regime alimentare corretto, gratificando anche il gusto, insegna a fare la spesa, usare broccolo-broccoli-cavolo-cavoli-brassicaceae-crucifere-azure-fotolia-750pentole adatte, la cottura e la preparazione dei cibi,  sostituire lo zucchero, il sale, i grassi.
In questo periodo privilegiamo i prodotti dell’autunno, e l’autunno ci da una mano perché è proprio in autunno che la natura offre alimenti ideali, facili da cucinare, fonti di ferro e vitamine, come i carciofi, le cipolle crude e cotte,  cavolo, finocchi, le lenticchie, alimenti drenanti anti-cellulite…ma dobbiamo sapere che i  carboidrati, non favoriscono l’aumento di peso ma, al contrario, facilitano la scomposizione dei grassi però devono essere consumati con moderazione e associati in modo intelligente in base alle diverse esigenze.
La sindrome influenzale è causata da una serie di agenti infettivi diversi, principalmente, ma non solo, di natura virale. Non sempre i virus che causano l’influenza sono gli stessi responsabili anche della sindrome influenzale, ed è per questo motivo che, a volte, il vaccino antinfluenzale sembra non funzionare.
downloadE la Naturopatia ci da una mano…….per evitare l’influenza con un farmaco speciale: il cibo – Naturopatia e Bioterapia Nutrizionale®, ci sono alcuni alimenti che possono aiutare a rafforzare le difese immunitarie dell’organismo soprattutto se assunti nel periodo autunnale:
Agrumi – La ricchezza in acido citrico (soprattutto il limone), zuccheri, acido ascorbico (vitamina C), vitamine del gruppo B e vitamina P li rende alimenti di ineguagliabile utilità nel rafforzare le difese immunitarie o nel sostenere il corpo umano nelle sindromi influenzali e da raffreddamento. La presenza di acido citrico impedisce, tra l’altro, la replicazione locale dei batteri.
melogranoMelograno – Il contenuto in ferro, elettroliti e vitamine A e C fanno di questo frutto un prezioso aiuto, nel periodo invernale, contro le malattie da raffreddamento. Assunto fresco o sotto forma di succo, svolge anche un’azione di sostegno energetico per l’organismo.
Kiwi – Per la ricchezza in vitamina C, ferro e rame questo frutto risulta particolarmente utile per potenziare le difese dell’organismo nelle sindromi influenzali e nei raffreddamenti, contrastando l’azione replicativi dei virus. E’ un potente antianemico e antinfettivo naturale.
Peperoncino – La capsaicina, la vitamina C, le vitamine A, B2, E, K contenute in questa spezia gli forniscono un notevole potere antiossidante, antifermentativo, antinfiammatorio e disinfettante. La sua azione di velocizzazione di scambio a livello delle membrane cellulari, unita alla capacità decongestionante e vasodilatatrice, lo rende utile nelle sindromi influenzali come in tutte quelle condizioni in cui si richieda un sostegno del tono dell’organismo e una maggiore resistenza alla fatica e allo stress.
lenticchieLenticchie – Legumi caratterizzati da un elevato contenuto di potassio, fosforo, calcio, zolfo  e magnesio (per questo considerate un alimento ad azione sedativa sul sistema nervoso). Sono povere in iodio e ricche in ferro e svolgono un importante ruolo nel rafforzamento delle difese immunitarie grazie alla ricchezza in rame. Le lenticchie sono indicate nei soggetti che necessitino di un significativo apporto di ferro, sono perciò utilizzate in tutti i pazienti defedati o in convalescenza, nei bambini o adolescenti in piena crescita, nei soggetti che svolgono lavori manuali, negli anemici e negli sportivi.
mandorlo1Zucca – Il colore arancione intenso suggerisce l’elevata concentrazione in questo frutto di beta- carotene (precursore della vitamina A), che oltre ad essere un importante antiossidante potenzia il sistema immunitario. La zucca proposta come crema risulta utilissima in tutte quelle condizioni in cui si ha una riduzione delle difese immunitarie.
Crucifere – Comprendono cavolfiori, broccoletti, broccoli, cime di rapa, verza, cavolo cappuccio. La loro proprietà principale, e ormai ben nota,  è quella anti-tumorale e anti-radicali liberi. Seppur con caratteristiche diverse tra loro, le crucifere, hanno una concentrazione in vitamina C (principalmente il cavolfiore) che li rende assai utili  anche nelle sindromi da raffreddamento.

Patrizia Pellegrini Naturopata Bioterapia Nutrizionale®
☎ 3339995532
mail.patriziapellegrini@gmail.com
www.patriziapellegrini.com

Patrizia Pellegrini –  http://www.patriziapellegrini.com/
Naturopata docente ed esperta di  Bioterapeuta NUTRIZIONALE®
Iscritta al registro F.A.C. (Federazione delle Associazioni Certificate) pos.N 96
Professionista certificato ACCREDIA
Conforme alla normativa tecnica UNI, Legge 14 gennaio 2013, n. 4
Svolge la sua professione a Milano, Roma, Manziana, Firenze, Roccella Jonica, Napoli, Ottaviano(Na), Amantea, Campora San Giovanni, Reggio Calabria.

Naturopata docente ed esperta di  Bioterapeuta NUTRIZIONALE®
Iscritta al registro F.A.C. (Federazione delle Associazioni Certificate) pos.N 96
Professionista certificato ACCREDIA
Conforme alla normativa tecnica UNI, Legge 14 gennaio 2013, n. 4

Patrizia Pellegrini è esperta in Riflessologia Plantare, Iridologia e Floriterapia. La sua formazione Naturopatica è stata acquisita presso la New Port University Italian Branch di Roma.

Master in bioterapia Nutrizionale ®️ Applicata.

Master in Nutrigenomica e DNA degli alimenti.

Docente di Antropologia presso l’Ateneo Salesiano di Roma nel corso di studi di Naturopata – Vix Sanatrix Naturae Roma.

Iscritta alla F.A.C. e Past Presidente dell’Associazione Tone, “Tree of Natural Energy”, con la quale organizza seminari informativi “Prevenire è meglio che Curare” su tutto il territorio nazionale.

Socia della Fidapa Sez di Roma e
della Casa Internazionale Delle Donne in Roma.

Nata ad Ancona e vissuta a Manziana, professionalmente presente nelle principali città italiane collabora con studi medici e centri benessere.

E’ co-autrice di un libro sulla Costituzione Iridologica, collabora e scrive con diversi giornali nazionali, con la testata online Napoliflash24 , presenza costante in tv calabresi con rubriche naturopatiche bioterapeutiche nutrizionali.

Spazio Art d’Or Galleria multimediale del Made in Italy

ARIBEA 2Spazio Art d’Or Galleria multimediale del Made in Italy

Inaugurato SPAZIO ART d’OR, la galleria multimediale del made in Italy,
domenica 18 ottobre 2020 in via Melo 188 a Bari.
Il nuovo Spazio Art d’Or, galleria multimediale delle eccellenze del made in Italy, vuole essere una innovativa realtà internazionale composta da creativi a 360° nel campo dell’arte, della moda e del design, sede di una Factory, incubatore di nuovi talenti, che si occuperà anche di formazione con corsi didattici specializzati tenuti da noti docenti affermati nelle varie discipline che ruotano intorno alla bellezza e a tutto quello che si muove intorno al mondo della moda e dell’arte.
Il  concept, ubicato in una delle strade più frequentate di Bari, a due passi dal Teatro ceramiche di Giuseppe FasanoPetruzzelli, dalla libreria Feltrinelli e dal palazzo dell’Ateneo, avrà all’interno una galleria espositiva permanente formata dalle creazioni dei designer che hanno sostenuto il progetto dalla sua nascita, progetto fortemente innovativo per la città di Bari, che mira a creare una sinergia fra le eccellenze del “fatto a mano” e del bello, un punto di riferimento per la città grazie ad una ricca programmazione di eventi culturali, mostre, laboratori, eventi moda, nuovi talenti, con l’interscambio con associazioni ed Enti pubblici, una vetrina dunque nel centro di Bari connessa ad altre realtà su tutto il territorio nazionale e internazionale tra cui Roma, Firenze, Milano, Montecarlo, Parigi, Londra, New York, nel nome della cultura e della bellezza.
by Marina CorazziariGli stilisti designer che hanno aderito al progetto di Spazio  Art d’Or e che formano la squadra di creativi iniziale sono gli artisti/designers Marina e Guido Corazziari, Pietro Paradiso, Massimo Crivelli, Nicola Introna, la principessa Fabrizia Dentice di Frasso, Arianna La Terza, Napoli Couture by GianPiero Cozza, Mariella Tissone, Aribea by Ambra Blasi, AD by Antonella Delfini, Giuseppe Fasano, Peppe Volturale e tanti altri seguiranno. Un progetto supportato da una puntuale comunicazione, interviste, commenti di opinion leader, stampa. Partner dell’iniziativa Eleganza del Gusto.

Per info: Spazio ART d’OR  – Via Melo da Bari,188- 70121 Bari
spazioartdor@icloud.com – mcorazziari@libero.it –  cell 347 8446967
Press: Cristina Vannuzzi

Ben-Essere Autumn Cassano d’Adda (Mi)

Ben-Essere Autumn  Cassano d’Adda (Mi)

18 ottobre 2020

Villa Borromeo
kermesse di professionisti ed aziende del mondo del benessere olistico, della salute, della bellezza e dell’artigianato

La “Dolce Vita” di Hanna Moore Milano al Social World Film Festival di Vico Equense

D46C725A-A983-47E1-9722-07FE4940D352La “Dolce Vita” di Hanna Moore Milano  al Social World Film Festival di Vico Equense

Si è conclusa la settimana del Social World Film Festival, la Mostra Internazionale del Cinema Sociale, diretta del regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo.
Madrina del festival è stata Gaia Girace, la Lila della serie “L’Amica Geniale”, che dopo il successo planetario torna nella sua città natale. Un’edizione speciale per il decennale, per salvare il rapporto tra pubblico e cinema. Il cinema sociale inteso come mezzo di 44286A07-A815-44AE-8754-E08E4FDDB301comunicazione internazionale, confronto oltre che contenitore di critica, sviluppo e promozione. Non solo una rassegna cinematografica, quindi, ma un momento di aggregazione culturale e sociale per giovani unico nel suo genere, un’esperienza di cooperazione e integrazione, un format cinematografico di denuncia e riflessione.
La Pre-apertura del festival si è tenuta  con l’inaugurazione della mostra fotografica 4B7089D6-FD85-4B8E-A0D9-6DF293839BCB“Federico Fellini, 100 anni del genio del cinema italiano” in collaborazione con il Centro Sperimentale di Fotografia e ha visto, nelle sale e le terrazze a picco sul mare dello splendido Castello Giusso, la Collezione di Hanna Moore Milano “La dolce vita” dell’imprenditore Gianfranco Unione indossata dalle1DF810FB-8942-44A0-9A4F-CBE1CC57FFA9 modelle di Nancy D’Anna Young Fashion Agency con la collaborazione del Team HM Italy Staff di Miriam e Luciano Carino – Official Hair Makeup Artist della manifestazione.
“La Dolce Vita” di Hanna Moore Milano, una collezione che ha presentato un nuovo concetto contemporaneo di raffinatezza, quindi, dove l’esclusiva qualità del Made in Italy si unisce alla ricercatezza dei materiali, all’utilizzo di trattamenti speciali e all’estetica di un design moderno. Vero e proprio punto di riferimento per lo street style contemporaneo, la linea rende omaggio ai modelli retro-running degli anni Novanta, quella della Dolce Vita del film di Federico Fellini, un’epoca effervescente caratterizzata da trend iconici e da movimenti che hanno influenzato i decenni a venire, dunque un omaggio agli anni ’70 e ’80 con sofisticate citazioni con una specie di serenata post-moderna di grande impatto sensoriale.
Castello Giusso – Via XI Febbraio, 80069 Vico Equense NA –
Telefono 081 801 6235
Grazie a Miriam Carino HM Staff
A Nancy D’Anna Young Fashion Agency per le bravissime modelle
Hanna Moore Milano – Gianfranco Unione Management
www.hannamoore.it