La natura per la bellezza dei tuoi capelli I provenzali

1sett_mini_sh_erbaLa natura per la bellezza dei tuoi capelli I provenzali

Speciale shampoo erboristici

Ispirata agli antichi rituali di bellezza, pensata per te che ami la tradizione, è nata così la Linea Erboristica I Provenzali. Una gamma di formule che sfruttano a pieno le potenzialità della natura e del sapere popolare.
La linea è composta da tre shampoo erboristici dalle proprietà esclusive, tutti di origine vegetale. Una linea specifica pensata per tutti i tipi di capelli, formulata con una selezione di principi attivi naturali, indicati appositamente per le diverse problematiche della cute.
• L’Erba Cappuccina per i capelli con forfora, dal noto potere riequilibrante e rinforzante.
• Il Limone e l’Ortica per i capelli grassi, con Vitamina C e potere astringente.

• Il Miele e la Camomilla per i capelli chiari, dalle capacità calmanti e benefiche. SHAMPOO AL MIELE E CAMOMILLA
Extra dolce – capelli chiari
1sett_mini_sh_mieleSpecificatamente pensato per i capelli chiari, deterge delicatamente senza aggredire cute e capelli. I principi erboristici di Camomilla e Miele, noti in natura per le loro capacità calmanti e benefiche, e l’aggiunta di Pantenolo conferiscono allo shampoo un effetto addolcente e ammorbidente.
Modo d’uso: a capelli bagnati applicare e massaggiare, lasciare agire per pochi minuti e risciacquare abbondantemente con acqua.
• PRODOTTO ERBORISTICO A pH FISIOLOGICO
• CON MATERIE PRIME DI ORIGINE VEGETALE
• NON ADDENSATO CON SALE
• DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
• SENZA SLS, SLES, PARABENI
• TESTATO PER I METALLI PESANTI: NICHEL, CROMO, COBALTO
Formato da 250 ml
Prezzo consigliato: 5,01¤
SHAMPOO AL LIMONE E ORTICA
Capelli grassi
1sett_mini_sh_limoneIl Limone e l’Ortica sono piante usate fin dall’antichità per le loro proprietà benefiche. Lo Shampoo al Limone e Ortica I Provenzali è ricco di Vitamina C, ideale per il trattamento del cuoio capelluto con problemi di epidermide grassa. In più, l’aggiunta delle Proteine del Grano conferisce al prodotto un effetto balsamo ammorbidente.
Modo d’uso: a capelli bagnati applicare e massaggiare, lasciare agire per pochi minuti e risciacquare abbondantemente con acqua.
• PRODOTTO ERBORISTICO A pH FISIOLOGICO
• CON MATERIE PRIME DI ORIGINE VEGETALE
• NON ADDENSATO CON SALE
• SENZA SLS, SLES, PARABENI
• DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
• TESTATO PER I METALLI PESANTI: NICHEL, CROMO, COBALTO
Formato da 250 ml
Prezzo consigliato: 5,01¤
SHAMPOO ALL’ERBA CAPPUCCINA
Capelli con forfora
Il Nasturzio o Erba Cappuccina è una pianta peruviana il cui principio attivo è un Olio Essenziale noto per le sue proprietà stimolanti e riequilibranti del cuoio capelluto. L’aggiunta in formula delle Proteine del Grano conferisce al trattamento un effetto balsamo ammorbidente.
Modo d’uso: a capelli bagnati applicare e massaggiare, lasciare agire per pochi minuti e risciacquare abbondantemente con acqua.
PRODOTTO ERBORISTICO A pH FISIOLOGICO CON MATERIE PRIME DI ORIGINE VEGETALE NON ADDENSATO CON SALE SENZA SLS, SLES, PARABENI DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
TESTATO PER I METALLI PESANTI: NICHEL, CROMO, COBALTO
Formato da 250 ml
Prezzo consigliato: 5,01¤

Per maggiori informazioni:
Gianasso
Via alla Caffarella 1R – 16014 Campomorone (Ge)
Tel. +39 010 6512981
www.iprovenzali.it
Mail: serena.repetto@gruppogianasso.it

Milano Fashion Week giugno 2018 Excellence con il Salon de la Mode

cake design (1)Milano Fashion Week giugno 2018 Excellence con il  Salon de la Mode

A Milano torna protagonista la Fashion Week per le collezioni moda uomo primavera/estate 2019 in programma nel mese di giugno 2018. Un ricco il calendario di sfilate vedrà la presenza, come sempre, di grandi nomi del fashion system internazionale.
Ai brand storici si alterneranno griffe emergenti sulle passerelle in suggestive location cittadine, richiamando decine di migliaia fra giornalisti e buyer provenienti da tutto il mondo, fashion blogger e numerose celebrities.
brachettiEvento top Excellence” che si è tenuto nello storico Palazzo Visconti in via Cino Del Duca 8, a Milano. Evento di “Le Salon de la Mode”,  organizzazione della  fashion manager  Gabriella Chiarappa.

Appuntamento esclusivo sull’eccellenza italiana e sulle nuove opportunità di business nei mercati emergenti dei Paesi dei Caraibi e dell’America Latina che punta sulle strategie di internazionalizzazione. “Excellence” è patrocinato  dalla Camera di Cooperazione Italo-Araba, dalla CC-ICRD, dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer, dalla A.O. Fatebenefratelli e oftalmico di Milano e da Italian Industry & Commerce Office in the UAE.

coverLa prima parte della serata ha sorpreso gli ospiti con una performance di tango, un passo a due con Roberto Angelica e Loredana Sartori, sulle note inconfondibili di Santa Maria – Gotan Project, successivamente la serata è proseguita con esposizioni ed allestimenti che hanno animato le splendide sale del palazzo catturando l’attenzione degli invitati; presenti anche angoli dedicati all’arte contemporanea con le creazioni di Andrea Prandi reduce dal successo dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, al libro con Scarpediem (storie di scarpe straordinarie) di Pino Ammendola.

KIARAGli affascinanti saloni di Palazzo Visconti sono stati il contenitore di un viaggio tra fashion e accessori, rigorosamente Made in Italy……per gli amanti delle essenze è stato presentato un percorso olfattivo con Danhera e i suoi Profumi d’Atmosfera, Revenge, brand di calzature femminili di altissima qualità, che ha presentato le tre linee Norah, NH.24 e Le Gioie di Capri., le calzature di Ivan Crivellaro, il Brand romano  Beltbag, capolavori ricavati dall’ecologico, “quando il riciclo creativo diventa moda”, il nuovo brand Aishha Haute Couture, le calzature Kiara, il brand J’etrès, foulard come variopinte ali di farfalle.

Iatelier-angela-bellomonfine ci sono state grandi sorprese e momenti destinati alla premiazione con ospiti d’eccezione, artisti che si distinguono nelle categorie cinema, musica, moda e giornalismo, con una giuria presieduta da Roberta Ammendola giornalista Rai e  Pino Ammendola attore, regista e scrittore.

Tra i premiati il grande attore trasformista di fama internazionale Arturo Brachetti, il direttore di Radio Italia Antonio Vandoni per i suoi 30 di carriera musicale, lo stilista Alviero Martini, il regista Roberto Piana, la stilista dall’anima candida e dall’eleganza inimitabile Angela Bellomo.

J_ETRES_foulardSerata che si è conclusa fra “le dolcezze” infatti i cake design di Alice’ Noglù hanno incantato la folla dei partecipanti, media, buyers e clienti, dal laboratorio nel cuore della sua città nativa (Pedaso – FM) fino a Milano l’atelier delle dolcezze ha raccontato- come, con i dolci, si possa dare libero sfogo alla fantasia: “se puoi sognarlo, puoi farlo. Walt Disney”.

Excellence Le Salon de La Mode
Palazzo Visconti – via Cino Del Duca 8, Milano.

Al premio Moda “città dei Sassi 2018”

Outfit Leonrada Nada Nuovo ph. Enzo Dell'AttiAl premio Moda “città dei Sassi 2018”

per la sezione Alta Moda vincono le stiliste Valentina Mondini e Simona Lomurno per la sezione Prèt à Porter vince Aline Sanches Pereira e per la sezione Eco-Friendly Innovation vince Anna Rotella.

Un successo di pubblico, di critica, di stile, di eleganza, di internazionalità alla X edizione del Premio Moda “Città dei Sassi”.

Capucci ph. Enzo Dell'AttiGrande successo per il Premio Moda “Città dei Sassi” dove sensualità, passione, originalità ed internazionalità hanno caratterizzato la decima edizione del Concorso Internazionale per Stilisti dell’Alta Moda. Lo scopo del concorso è di individuare, valorizzare e premiare creativi, designers per scoprire stilisti emergenti e/o di professionisti nel campo della moda femminile e di valorizzarne il talento nella splendida cornice dei “Sassi” di Matera (Patrimonio Unesco Vincitrici Valentina Mondini e Simona Lomurno del Premio Alta Moda ph. Enzo Dell'Attidell’Umanità e Capitale Europea della Cultura 2019).

La manifestazione giunta alla X edizione, ideata e organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto e Officina della Cultura, direttore artistico Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo, regia e coreografie di Stefania Coralluzzo, coordinatore tecnico Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa e pubbliche relazioni Nicola Altomonte, fitting Harscel Srl, responsabile tecnico Studio Giesse di Gaetano Santoruvo, sistemi e metodi per l’ingegneria della sicurezza Ingestweb.it che ha visto la finale del concorso del Prèt à Porter ed Eco-Friendly Innovation nei Giardini Ipogei di Sant’Agostino – Matera mentre Beppe Pisani consegna premio Serikos alla vincitrice Sara Behbun ph. Enzo Dell'Attiquella del concorso di Alta Moda nella splendida Piazza San Pietro Caveoso – Matera con la conduzione Cinzia Malvini ritira Premio Moda Speciale per Maison Capucci ph. Enzo Dell'Attidella giornalista Annamaria Sodano.

Media partner “The Fashionable Lampoon” “Book” “Montenapoleoneweb”, “Fashion Channel”. Realizzata con il sostegno di Fondazione Matera-Basilicata 2019, con il patrocinio e la collaborazione della Regione Basilicata, della Provincia e Comune di Matera, dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, della Lucana Film Commission, del CNA Federmoda e Matera Convention Bureau.

Ospiti istituzionali presenti alla manifestazione: Nicola Trombetta (Vicesindaco del Comune di Matera e delegato agli Eventi e Spettacoli).

“La moda è un’attività culturale senz’altro è un’attività economica e va rispettata, ma chi fa moda produce cultura, la moda è valoriale, è qualcosa che resterà quando non ci saremo più: è il momento di rendersi conto dell’importanza della moda nel forgiare la cultura italiana e i valori delle prossime generazioni” così ha dichiarato Alberto Bonisoli, ministro della Cultura del nuovo governo, inaugurando la 94esima edizione di Pitti Uomo, (12 giugno 2018) nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

E sulla stessa scia che da Matera (Capitale europea della Cultura 2019) il Premio Moda “Città dei Sassi” con l’Associazione Culturale Officina della Cultura hanno voluto riaffermare il concetto che la moda è una parte essenziale del nostro patrimonio culturale e in un mix di eccellenze, accanto al design, lifestyle, all’enogastronomia, rappresenta il cuore del nostro Paese, apprezzata in tutto il mondo.

I promotori credono che l’idea di coniugare la moda con il territorio sia un’idea vincente capace di valorizzare ulteriormente il patrimonio culturale che caratterizza questa regione italiana ma soprattutto, dalla individuazione di un connubio esclusivo tra il fascino e le bellezze naturali del territorio e la creatività della moda.

Si tratta, infatti di due patrimoni completamente differenti che però hanno in comune la non riproducibilità in contesti diversi: in altre parole, le bellezze tutte della Basilicata non sarebbero tali in nessuna altra parte del mondo come, allo stesso modo, la creatività, l’artigianalità e l’eccellenza del Made in Italy non hanno eguali.

Raccontare una storia, un paese, una cultura con delle immagini che coniugano bellezza, vita reale, malinconica spiritualità, fascino celato dietro volti, pensieri, memoria e ospitalità, in un territorio inedito che aspetta solo di essere scoperto anche con il linguaggio della moda (sfilate, mostre, presentazione libri, workshop) è questo l’obiettivo del decennale del Premio Moda “Città dei Sassi”.

A decretare i vincitori una prestigiosa giuria internazionale di addetti ai lavori (giornalisti, stilisti, esperti del settore, associazioni di categoria):

Creatori di moda: Michele Miglionico, Paolo Fumarulo;

Giornalisti: Angelica Carrara (“The Fashionbale Lampoon”), Anna Giammella (“giornalemio.it”), Bruna Rossi (“IO Donna” Corriere della Sera), Cinzia Malvini (“La7” – “Book”), Donato Mastrangelo (“La Gazzetta del Mezzogiorno”), Elena Ronzi (“Fashion Channel”), Elisabetta Falciola (“Tg5” – Mediaset), Flavia Fiorentino (“Corriere della Sera”) Francesca Rodolfo (“TgNorba24” Telenorba), Franco Martina (“Ansa”), Lucia Serlenga (“Il Giornale”- “Stile de Il Giornale” – “CHI E’ CHI”), Luciana Boccardi (“Il Gazzettino” – “ilgazzettino.it”), Mariangela Lisanti (“Il Quotidiano della Basilicata”), Marzio Nocera (“Fashion Channel”), Michela Gattermayer (“Gioia” Hearst Magazine Italia), Michela Zio (“MF Fashion” – “White Trade Show” direttore artistico special project), Michele Capolupo (“sassilive.it”), Paola Cacianti (storica critica di moda, Rai1 “Top tutto quanto fa tendenza”), Rosita Stella Brienza (“La Repubblica e “La Nuova Basilicata”), Sofia Gnoli (docente Storia della Moda alla Sapienza Università di Roma, “Il Venerdì di Repubblica” e “La Repubblica), Vania Crippa (“Gente” Hearst Magazine Italia).

Esperti di Moda: Francesco Ladisa (Ufficio Stampa Capucci) Carla Cacianti (Artista e Visual Designer), Emilia Lepore (Tessuti Simbolici Polidimensionali), Gaetano Cappelli (Scrittore), Rosalba Stasolla (Docente di Storia del Costume).

Associazioni di Categoria: Beppe Pisani (Presidente “CNA Federmoda” Lombardia – Imprenditore tessile Serikos Collezioni & Tessuti”), Leo Montemurro (Presidente Regionale “CNA” Basilicata).

PREMIO MODA “CITTA’ DEI SASSI“, crocevia dell’Alta Moda e Prèt à Porter internazionale, richiama a Matera stilisti provenienti da tutto il mondo. Questa X edizione, dopo una attenta selezione, ha visto la partecipazione dei seguenti finalisti:

Sezione A) Premio Moda 2018 – Alta Moda

Sara Behbun (Iran), Giorgia Cavina (Italy), Irene Cosentino (Italy), Cristian Di Serio (Italy), Maria Luisa Vazquez (Argentina), Simona Lomurno e Valentina Mondini (Italy), Leonarda Nada Nuovo (Italy), Giampaolo Proietto (Italy).

Sezione B) Premio Moda 2018 – Cinema

Raffaella La Rocca (Italy), Brigida Lorusso (Italy), Leonarda Nada Nuovo (Italy), Aline Sanches Pereira (Brasile), Claudia Perdicchia (Italy), Giampaolo Proietto (Italy).

Sezione C) Premio Moda 2018 – “Matera2019”

Carmela Fortunato (Italy), Chiara Ricco e Serena Paciolla (Italy), Claudia Perdicchia (Italy).

Sezione D) Premio Moda 2018 – Prèt à Porter

Carmela Fortunato (Italy), Inna Lanova (Ucraina), Aline Sanches Pereira (Brasile), Valentina Poltronieri (Italy), Elisabetta Tentella (Italy), Giuliana Zani (Italy).

Sezione E) Premio Moda 2018 – Eco-Friendly Innovation

Giorgia Cavina (Italy), Valentina Corvaro (Italy), Carmela Fortunato (Italy), Anna Rotella (Italy).

Vincitori della decima edizione del Premio Moda “Città dei Sassi” sono stati:

per la sezione Alta Moda le stilista bolognese Valentina Mondini e la materana Simona Lomurno;

per la sezione Prèt à Porter la stilista brasiliana Aline Sanches Pereira;

per la sezione Eco-Friendly Innovation la stilista della provincia di Roma Anna Rotella.

Il Premio Moda al Cinema (quest’anno dedicato all’attrice Claudia Cardinale icona del cinema e dello stile nel mondo) è stato riconosciuto alla stilista brasiliana Aline Sanches Pereira e il

Premio “Serikos” (consegnato dall’imprenditore tessile Beppe Pisani) è stato assegnato allo stilista iraniana Sara Behbun.

Il Premio Moda “Matera 2019” è stato assegnato alla stilista materana Claudia Perdicchia

mentre il Premio Speciale “The Fashionable Lampoon” è stato riconosciuto alle stiliste Valentina Mondini e Simona Lomurno consegnato dalla Managing Editor Angelica Carrara.

Nel corso della serata sono stati assegnati altri premi:

Premio Moda Speciale 2018 alla casa di moda Capucci, Premio Moda 2018 – Carriera alla giornalista Michela Gattermayer, Premio Moda 2018 – Cultura alla storica della moda e giornalista Sofia Gnoli, Premio Moda 2018 – Giornalismo alla giornalista Elisabetta Falciola, Premio Moda 2018 – Magazine a The Fashionable Lampoon.

A dar il via all’evento sono state le sfilate dei giovani concorrenti:

Per la sezione Alta Moda:

Sara Behbun ha presentato una collezione ispirata alle turcomanni popolazione di stirpe turca dell’Asia centrale nell’Iran nord-orientale, la stilista Giorgia Cavina si è ispirata alle trasformazione legate ai passaggi di stato della materia, ovvero solido, liquido ed infine aeriforme, il tema della collezione di Irene Cosentino è un ponte immaginario tra l’antico e misterioso Egitto e la cosmopolita isola Ibiza. La collezione di Cristian Di Serio è ispirata al mito celtico del corvo, dal libero e puro corvo bianco allo schiavizzato e costretto corvo nero, Maria Luisa Vazquez si è ispirata al mood giapponese della geisha, figura tradizionale carica di opulenza e intrigo mentre il duo Valentina Mondini e Simona Lomurno hanno presentato una collezione che si differenzia per l’utilizzo di materiali non convenzionali abbinati a tessuti classici. Leonarda Nada Nuovo la collezione è un inno a Borsalino e alla libertà di esprimersi, di comunicare se stessi attraverso colori e preziosi dettagli come le dive di Hollywood mentre il tema della collezione di Giampaolo Proietto è Woman in dark shining, per una donna che ama il total black e la luce brillante dei cristalli.

Per la sezione Prèt à Porter:

Carmela Fortunato ha presentato abiti che simboleggiano una donna libera di esprimere la propria femminilità, rievocando elementi hippie, casual, da gran soirèe, Inna Lanova ha rappresentato una donna forte con una linea rigida, tessuti pesanti pelliccia sintetica, che rappresentano il clima severo della Siberia. Il titolo della collezione di Aline Sanches Pereira è “Stato d’Animo” ed è ispirata da una serie di tele realizzate su carboncino, che rappresentano i diversi stati d’animo femminili, trasposti sugli abiti, le parole chiavi della collezione di Valentina Poltronieri sono geometrie, epoche, classicità, iconicità, Zimwabi-Sabi è il titolo della collezione di Elisabetta Tentella che si ispira all’estetica del Wabi-sabi, un modo di vivere che trova la bellezza nelle ferite e nelle imperfezioni della vita, Giuliana Zani ha presentato una collezione ispirata alla leggerezza dei colori e dei fiori di primavera.

Per la sezione Eco-Friendly Ecosostenibile:

Wood Collection è Il titolo della collezione di Giorgia Cavina ed è un progetto innovativo mirato all’utilizzo di un materiale naturale e comune, che presenta una grande ricchezza di versatilità e duttilità, Valentina Corvaro ha presentato una collezione dal titolo “Fashion Consciousness” che presenta linee semplici e pulite per valorizzare tessuti e materiali. È stata usata pelle ecologica di scarti di mela, cotone bio tinto in vegetale con tecnica shibori e applicazioni in una bioplastica realizzata dalla stilista. Carmela Fortunato ha realizzato una collezione con bustine di the, buste di plastica di vari colori e cappello creato con pezzi di zanzariera e rete da fiorai, altri elementi utilizzati la juta naturale, cd usati e tutto materiale riciclato, Anna Rotella ha creato abiti trasformabili creati dal riutilizzo di vecchi lenzuoli di cotone o di lino sapientemente dipinti dagli artisti Mauro Caracuzzo e Fabio Truffa con immagini della natura e maschere del teatro NOH giapponese.

A chiudere CAPUCCI una delle maison più importanti del made in Italy e la sfida dell’imprenditrice Cavaliere del Lavoro Paola Santarelli di preservarla e continuare nella sua storia. Dalla couture al prèt a porter conservando quell’allure che lo rende unico speciale, contaminazioni di arte per un progetto che ha già visto nascere il primo monomarca a Roma e continuare nello sviluppo retail. Passerelle internazionali come il Green Carpet Fashion Award a Milano, e ultima la partecipazione lo scorso maggio al Met Gala a New York.

A completare il look delle modelle, della Clarence Management e della DMA Agency, gli hair stylists della PIXEL C3 e make up artist: Academy di Antonio Riccardo (Napoli), le fotografie sono di Enzo Dell’Atti, Emanuele Taccardi e Sandro Quarto, video riprese Rocco Lombardi e Maurizio Ruscigno.

Grande successo del Premio Moda Città dei Sassi 2018 anche grazie agli eventi collaterali:

Presentazione della mostra dello stilista Michele Miglionico dal titolo “Madonne Lucane. Vestiti che profumano d’incenso” nella Chiesa Consacrata del Purgatorio in via Ridola, Matera. Tale mostra è stata fortemente voluta della Publimusic.com di Sabrina Gallitto, dalla Confraternita “I Pastori della Bruna” di Matera (antica corporazione sorta nel 1697), rappresentata nella persona del Priore Prof. Emanuele Calculli e da Don Angelo Gallitelli Parroco della Parrocchia Cattedrale Maria SS. Della Bruno.

Trenta manichini bianchi istallati sulla navata centrale della chiesa, rivolti verso l’altare centrale e quelli laterali, hanno raccontato una collezione solenne, magica, misteriosa e toccante dedicata dallo stilista alla tradizione ed al patrimonio artistico-culturale della sua terra con l’esaltazione degli elementi del costume lucano, dell’artigianalità, della sacralità costruendone una connessione con il contemporaneo che si ispira alle Madonne venerate in questa terra e portate in processione e le donne vestite di nero al seguito.

Il risultato di tutto questo racconto non potuto che produrre immagini forti, intense, addirittura emozionanti tanto da coinvolgere i cinque sensi dei presenti. A partire dalle luce filtrata dalle vetrate policrome ed accentuata dalla dolcezza delle candele votive, dal profumo dell’incenso, dal suono sacro e liturgico dei canti gregoriani.

Drappeggi classici, appiombi talari, broccati sontuosi e passamanerie preziose hanno evidenziato una collezione di abiti leggeri dedicata ad una “Madonna” contemporanea.

Molti i riferimenti ai costumi popolani del settecento come ad esempio le gonne sovrapposte che danno volume ai fianchi, i ricami e merletti fatti a mano utilizzati sui corpetti (un altro elemento costante del costume tradizionale femminile lucano per valorizzare il seno) il mantello che segue l’influenza greca ed il velo come accessorio indispensabile durante le funzioni religiose.

Altro momento di grande interesse è stato la presentazione nel Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola – Matera del libro “Eleganza Fascista. La moda dagli anni venti alla fine della guerra” (ed. Carocci) di Sofia Gnoli, storica della moda e giornalista, insegna Storia della Moda alla Sapienza Università di Roma e scrive sul “Venerdì” e sulla “Repubblica”.

Sono intervenute Paola Cacianti (storica critica della moda e giornalista) e Rosalba Stasolla (docente di storia del costume).

Storia, moda, donne e regime sono gli ingredienti principali di questo libro che, attraverso documenti inediti, rare immagini di archivio e testimonianze orali, ripercorre la storia della moda italiana a partire dai primi anni Venti fino al suo grande riconoscimento internazionale dopo la Seconda guerra mondiale.

La manifestazione Premio Moda “Città dei Sassi” 2018 si è conclusa con la presentazione del libro scolastico: “Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica” di Rosalba Stasolla e Concetta Forte (ed. San Marco) presentato presso la Sala Meeting Chiesa Malvinni-Malvezzi – Palazzo Gattini Luxury Hotel. E’ il primo volume di un’ opera composta da due tomi: il primo per il biennio; il secondo per il terzo, quarto anno e quinto anno degli Istituti Tecnici del Sistema Moda, del Liceo Artistico indirizzo Architettura Design, Ambiente, Moda e Costume, degli Istituti Professionali Industria e Artigianato. E’ scritto a quattro mani dalle autrici Concetta Forte e Rosalba Stasolla, casa editrice San Marco di Bergamo.

La decima edizione del Premio Moda “Città dei Sassi” è tutta da ricordare, uno di quegli eventi che incrociano il sortilegio di essere speciali con scenografie naturali fuori dal comune. Questa è Matera!… narrata, sospirata, sognata… Terra nuda, vestita di segni, sogni, e speranze… luci dipinte, parole di pietra, profumi avvolgenti… un percorso emozionale condiviso con anime che ne hanno colto l’essenza… contaminazioni lucane, una nuova visione di Matera attraverso il linguaggio della moda, pronta ad affrontare con la sua grande bellezza un nuovo e lungo viaggio e regalare nuove suggestioni.

Publimusic.com

Sabrina Gallitto

PREMIO MODA – CITTA’ DEI SASSI

Press Office: Nicola Altomonte

Mobile: + 39 340 5402210

Website: www.premiomoda.it

Email : premiomodamatera@libero.it

Amate lo charme francese ???Comme a la maison

 Amate lo charme francese ???Comme a la maison
La vostra casa in stile francese  che ne dite???
Vi piace lo stile francese?
comme-a-la-maison-esterniAvete voglia di charme parigino

Oggi voglio parlarvi di  Comme a la maison  una piccola boutique, dedicata all’oggettistica e alla biancheria della casa .. in stile francese …charme parigino in terra milanese …resterete a bocca aperta…c’è di tutto lanterne, tende, candele, cuscini, biancheria per la cucina …. un angolo di casa dal cuore francese
FACCIAMO SHOPPING!!!! ECCO UN BEL CODICE SCONTO 20% MAISON20 valido fino al 30 giugno!!!!!! Davvero bellina e carina ci sono davvero un sacco di cose carine. da comprare ..ideee regalo..cose semplici ma eleganti per abbellire la casa !!!
VISITATE IL SITO 

FB @commealamaisonbydel
IG @commealamaisonmilan
Comme à la Maison, in Via Paolo Giovio 28, a due passi da Corso Vercelli a Milano

#commealamaison #shabbychic #solocosebelle #homedesign #ad

A Firenze Teatro abbigliamento

3A Firenze Teatro abbigliamento

Fuori dal centro storico fiorentino, tanta gente che passa, curiosa, mille botteghe, quasi una musica di sottofondo, grandi palazzi del ‘900, e ci troviamo in un grande show room, Teatro Abbigliamento, nato nel 1998 un mood dalla concezione moderna, dove, entrando, lasci i rumori della strada che si affievoliscono, e il locale, magnifico nella sua rigorosa semplicità, unisce tutti gli elementi caratteristici del buon gusto offrendo un ambiente raffinato, caldo, un impatto di materiali e colori tenui, tortora mixato al grigio, calde luci soffuse abbinate al calore del legno del pavimento, un paese fantastico, un mondo incantato e incantevole fatto di abiti e accessori, dove la fantasia e la creatività dell’offerta ben si sposano alle richieste del pubblico.
L’abbigliamento e la moda, il modo in cui ci vestiamo può influenzare in modo 2(1)importante la nostra mente, modificando il nostro umore, il mondo e le persone che ci circondano, infatti negli anni ’50 del secolo scorso Roland Barthes, in un’intervista per l’uscita del suo libro Il sistema della Moda, diceva che c’è un vestito parlato e uno parlante, tendenzialmente sovrapposti e mescolati tra loro. Infatti questa è una boutique del buongusto, dal concetto innovativo, dove tutto è trendy e modaiolo, dove, nel comporre i campionari, operano abili cool hunter che scelgono, cercano, determinano look e moda, scavando nella memoria collettiva degli stilisti dei brand tirando fuori rivisitazioni ragionate, mai estreme, dove il richiamo al tradizionale buon gusto lascia spazio alla creatività senza snaturare l’eleganza.
Teatro Abbigliamento, è un gioco sottile dove per abito s’intende il ponte di raccordo tra corpo, l’io e il sociale dunque di ciò che rappresenta il piacere di vestirsi, la “teatralità” dell’indossare, esecuzione, materiale, ruolo, uno showroom che è uno spazio nuovo e moderno che ospita ben 200 brand di collezioni di abbigliamento donna uomo e bambino oltre accessori, una realtà importante che lavora dietro le quinte della moda facendo degli appuntamenti della moda di Firenze uno snodo commerciale decisivo a livello globale.
Brand per la maggior parte italiani, tutti dall’alto potenziale commerciale, come Emporio Armani, Jacob Cohen, Blumarine, Missoni, Karl Lagerfeld, Trussardi, Alberta Ferretti, Moschino in un mercato in forte cambiamento dove la proprietà ha la capacità di individuare prodotti che “bucano lo schermo”, perché il primo contatto con il cliente avviene sempre più spesso sul web e sui social, che poi dal vivo mostrano la loro qualità, un punto di riferimento per i buyer internazionali a Firenze, che selezionano marchi “indispensabili” da vedere per chi vuole fare ricerca.
Ed infine, nell’aria, Teatro Fragranze Uniche, un insieme di fragranze per interni, un vero e proprio capolavoro olfattivo che prende vita entrando in questo spazio di bellezza, ouverture di fragranze seducenti, fiorite e delicate, vivaci, percettibili a lungo senza mai essere invadenti, dove conscio e inconscio si incontrano in un’equazione olfattiva perfetta, invisibili correnti seduttive legate al piacere di vivere, di esistere.

Teatro Abbigliamento
Via del Ponte alle Mosse, 136 d / r
www.teatroabbigliamento.it

Presentazione del libro scolastico: “Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica” di Rosalba Stasolla e Concetta Forte (ed. San Marco)

Presentazione del libro scolastico: “Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica”
di Rosalba Stasolla e Concetta Forte (ed. San Marco)

Sabato 9 giugno 2018 ore 09.00
Sala Meeting Chiesa Malvinni-Malvezzi – Palazzo Gattini Luxury Hotel
Piazza Duomo, 13 – 75100 Matera

Il Premio Moda “Città dei Sassi “ è un evento interamente dedicato ai giovani stilisti, designers e artigiani creativi dell’Alta Moda e Prèt à Porter. Il Concorso – nato nel 2008 dalla passione che caratterizza la Publimusic. com di Sabrina Gallitto assieme a Officina della Cultura – ha lo scopo di individuare e premiare creatori fashion designers per scoprire stilisti emergenti e/e professionisti nel campo della moda femminile e per valorizzare il talento nella cornice dei “Sassi” di Matera (Patrimonio UNESCO dell’Umanità, decretata Capitale Europea della Cultura 2019), paesaggio suggestivo e unico al mondo scelto da grandi registi, Pier Paolo Pasolini, Mel Gibson, Timur Bekmambetov, Cyrus Nowrasteh, Garth Davis come scenografia a cielo aperto per girare famose pellicole come “Il Vangelo secondo Matteo”, “The Passion”, il remake di “Ben-Hur“, The Young Messiah e “Maria Maddalena”.

L’evento è uno straordinario viaggio emozionale omaggio al made in Italy e alla cultura italiana che si snoda tra le grotte in calcarenite e le chiese rupestri di Matera stagliate su un cielo infuocato. E’ proprio qui in Basilicata, in una delle tre più antiche città del mondo oggi ancora abitate e pronta a diventare nel 2019 Capitale Europea della Cultura, che Il Premio Moda “Città dei Sassi” ha scelto di raccontare la creatività della nuova generazione di stilisti provenienti da ogni parte del mondo.

La manifestazione, giunta alla sua X edizione – ideata e organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto e Officina della Cultura; direttore artistico Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo, Regia e coreografie di Stefania Coralluzzo, coordinatore tecnico Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa e pubbliche relazioni Nicola Altomonte, fitting Harschel Srl. , responsabile tecnico Studio Giesse di Gaetano Santoruvo, Sistemi e metodi per l’ingegneria della sicurezza Ingestweb.it che vedrà il giorno 7 giugno 2018 alle ore 20.30 ne I Giardini Ipogei di Sant’Agostino la finale del concorso Prèt à Porter ed Eco-Friendly Innovation e l’8 giugno 2018 alle ore 20.30 la finale del concordo Alta Moda nella splendida Piazza San Pietro Caveoso di Matera, con la conduzione della giornalista Annamaria Sodano.

Media partner “The Fashionable Lampoon” “Book” “Montenapoleoneweb”, “Fashion Channel”. Realizzata con il sostegno di Fondazione Matera-Basilicata 2019, con il patrocinio e la collaborazione della Regione Basilicata, della Provincia e Comune di Matera, dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, della Lucana Film Commission, del CNA Federmoda e Matera Convention Bureau.

A completare il look delle modelle, della Clarence Management e della DMA Agency, gli hair stylists della PIXEL C3 e make up artist: Academy di Antonio Riccardo (Napoli).

PREMIO MODA – CITTA’ DEI SASSI
Press Office: Nicola Altomonte
Mobile: + 39 340 5402210
Website: www.premiomoda.it
Email : premiomodamatera@libero.it

My beauty box Italia primo compleanno

My beauty box Italia primo compleanno
20180528_205639Vi presento la #box di My beauty box Italia del mese di maggio dedicata al loro primo compleanno .

Oggi noi donne si è sempre di corsa tra casa, famiglia e lavoro ma troviamo sempre tempo per curare la nostra pelle , il make up , i capelli , insomma oggi la donna cura la
sua femminilitá in ogni attimo e in ogni luogo .

E allora come non potevo presentarvi i prodotti di questa box se non tra i fogli del mio lavoro in ufficio!

Si perchè curare il nostro aspetto a lavoro è essenziale ., se poi i prodotti che usiamo sono #naturali , meglio ancora

Nella box ho trovato la crema viso Moringcè , matita labbra Equilibra love ‘ s nature , smalto how di We make up , Amovita crema corpo I Nobili giardini italiani versioni Neroli delle principesse romane energizzante, termoprotettore per capelli Novex Gold , Halgacell tea Scrubber trattamento piedi esfoliante , Nabla Dazzliner eye liner liquido super pigmentato .

Nei prossimi giorni vi recensirò tutti i prodotti dettagliatamente .
testerangi@gmail.com

Presentazione del libro scolastico: “Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica” di Rosalba Stasolla e Concetta Forte (ed. San Marco)

Presentazione del libro scolastico: “Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica”
di Rosalba Stasolla e Concetta Forte (ed. San Marco)
Sabato 9 giugno 2018 ore 09.00
Sala Meeting Chiesa Malvinni-Malvezzi – Palazzo Gattini Luxury Hotel
Piazza Duomo, 13 – 75100 Matera

“Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica” è il primo volume di un’ opera composta da due tomi: il primo per il biennio; il secondo per il terzo, quarto anno e quinto anno degli Istituti Tecnici del Sistema Moda, del Liceo Artistico indirizzo Architettura Design, Ambiente, Moda e Costume, degli Istituti Professionali Industria e Artigianato. E’ scritto a quattro mani dalle autrici Concetta Forte e Rosalba Stasolla. Casa editrice: San Marco di Bergamo.
E’ la prima opera scolastica , che nel settore, sintetizza le novità della Riforma in un’articolazione di proposte armoniche e di facile utilizzo ma soprattutto con modalità di approccio, stilistico e formale, che garantiscono una didattica dell’inclusione.
Il testo sviluppa le necessarie abilità tecniche della geometria descrittiva e fornisce all’allievo la capacità di approfondire conoscenze spazio-grafiche propedeutiche all’apprendimento della Modellistica. Approfondito lo studio del corpo umano, lo studio del colore, le diverse tecniche grafico-pittoriche, il figurino di Moda, la progettazione del tessuto affinché il disegno di Moda mantenga il suo fascino e il suo impatto emotivo.
Agli studenti e agli insegnanti, l’opera offre un’integrazione dei vecchi contenuti con quelli nuovi per seguire quell’input di specializzazione tecnica che la Riforma persegue ma nello stesso tempo riconosce la Moda nel suo linguaggio specifico e peculiare, con le compromissioni che provengono da tutte le forme d’arte e dalle evoluzioni sociali.
I volumi utilizzano un metodo di educazione alle immagini ricco di percorsi ideativi e progettuali. All’interno dei capitoli, nelle unità didattiche, sono presenti diverse schede operative: i “laboratori delle competenze” e i box “impara il metodo”, rappresentano una modalità concreta per operare attraverso il “saper fare” e per sviluppare le competenze necessarie all’allievo nel suo percorso formativo. Il libro di testo può essere utilizzato come un manuale: le schede sono “pensate” e “strutturate” affinché il docente e l’allievo abbiano un vero e proprio strumento di lavoro dove tutte le attività sono sia all’interno del libro, sia fuori con i materiali integrativi digitali, i materiali di copia, gli esercizi e i test, gli approfondimenti dei temi trattati, i materiali di supporto per le verifiche, le domande V/F, le domande a risposta aperta, le domande a risposta multipla. Il taglio fortemente operativo dell’intera opera imposta un metodo di apprendimento immediato e verificabile: le apposite rubriche permettono di monitorare con puntualità gli apprendimenti e le competenze acquisite.

PREMIO MODA – CITTA’ DEI SASSI
Press Office: Nicola Altomonte
Mobile: + 39 340 5402210
Website: www.premiomoda.it
Email : premiomodamatera@libero.it

Presentazione del libro: Eleganza Fascista. La moda dagli anni venti alla fine della guerra di Sofia Gnoli (ed. Carocci)

Locandina (rid) presentazione libro Eleganza Fascista. La moda dagli anni venti alla fine della guerra di Sofia GnoliPresentazione del libro: Eleganza Fascista.  La moda dagli anni venti alla fine della  guerra di Sofia Gnoli (ed. Carocci)
Venerdì 8 giugno 2018 ore 10.30
Sala Conferenza – Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola
Via Domenico Ridola, 24 – 75100 Matera

In breve
Storia, moda, donne e regime sono gli ingredienti principali di questo libro che, attraverso documenti inediti, rare immagini di archivio e testimonianze orali, ripercorre la storia della moda italiana a partire dai primi anni Venti fino al suo grande riconoscimento internazionale dopo la Seconda guerra mondiale.

Le radici della moda italiana
“Anche se il riconoscimento internazionale della moda italiana avviene intorno agli anni Cinquanta, le sue radici vanno ricercate molto più indietro.
I primi tentativi di creazione di una moda indipendente da quella francese risalgono infatti ai tempi del Risorgimento. In seguito, nel 1906, la sarta Rosa Genoni presentò all’Esposizione internazionale di Milano una collezione di abiti interamente ispirata alle opere di artisti del Medioevo e del Rinascimento italiano.
Dopo questi sporadici episodi, il tema di una moda nazionale venne ripreso in maniera più sistematica negli anni Venti dalla giornalista Lydia De Liguoro, fondatrice della rivista “Lidel”. Ma anche i suoi tentativi rimasero essenzialmente legati a motivi retorico-nazionalistici.
Ancora all’inizio degli anni Trenta l’indiscussa capitale della moda rimaneva Parigi. Nella capitale francese si recavano i maggiori sarti italiani due volte l’anno, in coincidenza con la presentazione delle collezioni, e lì acquistavano i modelli di Chanel e Patou, di Lanvin e Madame Vionnet.
Nel 1931, all’apice della crisi economica dovuta alla ripercussione del crollo di Wall Street, vennero commissionate dal regime delle statistiche ufficiali dai cui risultati emersero dati allarmanti sulle importazioni fatte dalle “vanitose donne italiane”. Fu allora che, per nazionalizzare il ciclo di produzione dell’abbigliamento e per arginare le importazioni dalla Francia, il regime diede vita all’Ente nazionale della moda; tuttavia, pur godendo di un notevole potere sul piano teorico, su quello pratico l’azione dell’Ente risultò spesso contraddittoria e confusa.
Tale situazione rispecchiava le incoerenze del regime nei confronti sia della concezione della donna – divisa tra il modello emancipato e quello dell’angelo del focolare – sia della modernizzazione, sospesa tra un avanguardismo spesso velleitario e il peso della tradizione e della conservazione
Allo scoppio della Seconda guerra mondiale, mentre i paesi alleati prendevano atto del momento di difficoltà, varando una sorta di “moda di Stato”, l’Italia, vista l’attenzione che il regime prestava alla moda e il valore propagandistico che le attribuiva, minimizzò a tal punto le difficoltà che fino al 1942 è difficile trovare nella stampa di moda riferimenti alla guerra.
Se le incongruenze dell’Ente ne provocarono per certi versi il soffocamento delle iniziative, è pur vero che bisogna riconoscerne i meriti. Grazie a esso, infatti, vennero gettate le basi per la futura affermazione internazionale dello stile italiano.”

Moderatrice per l’incontro, al quale interverrà la scrittrice Sofia Gnoli, sarà Rosalba Stasolla, docente di Storia del Costume, con intervento della giornalista Paola Cacianti.

CHI E’
Sofia Gnoli

Storica della moda e giornalista , insegna Storia della Moda alla Sapienza Università di Roma e scrive sul “Venerdì” e sulla “Repubblica”. Tra le sue pubblicazioni: Moda e teatro (Meltemi, 2008), Fernanda Gattinoni. Moda e Stelle ai tempi della Hollywood sul Tevere (Silvana editore, 2010), The origins of Italian Fashion (Victoria and Albert Museum Publishing, 2014 e per Carocci editore: Moda. Dalla nascita della haute couture a oggi (5^ rist. 2016) e Eleganza Fascista. La Moda dagli anni Venti alla fine della guerra (2017).

PREMIO MODA – CITTA’ DEI SASSI
Press Office: Nicola Altomonte
Mobile: + 39 340 5402210
Website: www.premiomoda.it
Email : premiomodamatera@libero.it

Mostra “Madonne Lucane – Vestiti che Profumano d’Incenso”

6Locandina presentazione mostra Madonne LucaneMostra “Madonne Lucane – Vestiti che Profumano d’Incenso” High Fashion Exhibition   Michele Miglionico Alta Moda

Giovedì 7 giugno 2018 ore 18.00
Chiesa del Purgatorio
Via Domenico Ridola – 75100 Matera

Lo stilista Michele Miglionico presenta con una mostra la sua collezione di Alta Moda “Madonne Lucane” nella Chiesa del Purgatorio – Matera. In questa occasione, su iniziativa della Publimusic.com di Sabrina Gallitto, la Confraternita “I Pastori della Bruna” di Matera (antica corporazione sorta nel 1697), rappresentata nella persona del Priore Prof. Emanuele Calculli e Don Angelo Gallitelli Parroco della Parrocchia Cattedrale Maria SS. Della Bruna hanno messo a disposizione dello stilista Michele Miglionico la Chiesa Consacrata del Purgatorio per presentare con un’installazione statica le sue creazioni di Alta Moda dal titolo “Madonne Lucane – Vestiti che Profumano d’Incenso”

Ogni città, ogni paese, ogni contrada ha i suoi usi, costumi e tradizioni religiose. Le feste popolari, le figure sacre e le processioni sono lo specchio della vita degli abitanti, delle loro usanze e della loro storia.

Raccontare una storia con delle immagini che coniugano bellezza, vita reale, malinconica spiritualità, fascino celato, memoria e ospitalità di un territorio inedito come la Basilicata anche con il linguaggio della moda è l’obiettivo di questa mostra.

Lo stilista crede che l’idea di coniugare la moda con il territorio sia un’idea vincente capace di valorizzare ulteriormente il patrimonio culturale che caratterizza questa regione italiana evidenziandolo con il connubio esclusivo tra il fascino e le bellezze naturali e la creatività dell’ Alta Moda.

Michele Miglionico, stilista lucano di Alta Moda internazionalmente riconosciuto, è il narratore di questa storia attraverso una installazione di 30 manichini vestiti con abiti della collezione Madonne Lucane.

Una collezione che guarda alla tradizione lucana e racconta il suo patrimonio artistico-culturale con l’esaltazione degli elementi del costume folcloristico, dell’artigianalità, della sacralità e costruendo una connessione con il contemporaneo ispirandosi alle Madonne venerate in questa terra e portate in processione, alle figure femminili e alla sua cultura popolare. Una collezione ispirata da quei riti sacri che trasformano le immagini delle donne-madonne delle antiche tradizioni lucane in donne di oggi.

Michele Miglionico racconta una femminilità composta, consapevole ispirata da un momento storico di grande fermento ma di altrettanta difficoltà :il dopo guerra vissuto nel sud Italia.

PREMIO MODA – CITTA’ DEI SASSI
Press Office: Nicola Altomonte
Mobile: + 39 340 5402210
Website: www.premiomoda.it
Email : premiomodamatera@libero.it

Salimatu bio box di maggio

IMG_20180516_143023_465Salimatu bio box di maggio

Oggi vi parlo dei primi due prodotti trovati nella box di maggio , le salviettine struccanti all aloe vera di @Meraki e il natural mascara maximum di @Benecos.
Quest ultimo non mi ispirava tanto perche avevo letto recensioni negative ma mi sono ricreduta , nonostante i miei occhi sensibili , non mi ha dato fastidio …ha allungato le mie ciglia cortissime discretamente , ha donato un buon volume e la sua durata è stata piu che discreta.
Non fa grumi .
Le salviettine sono resistenti , hanno una gradevole profumazione e non irritano.
Le ho usate per struccare occhi e bocca e sono riuscite a rimuovere almeno il 90% del make up waterproof!

Credo che questa sia la box più bella al mondo , l’impegno e la passione che mette Giulia e il suo staff tutto al femminile per preparare questa box dall’imballaggio fino alla scelta dei prodotti e alle cartoline con la scelta delle meravigliose #salimapower , ovvero la scelta di frasi famose scritte sulle cartoline all’interno della box, la rendono davvero unica e speciale.
Inoltre con questa Mys tery box conoscerete nuovi Brand bio e provetete prodotti sempre nuovi, tutti scelti accuratamente.
Il costo della box è di €25 mensili. L’abbonamento è davvero flessibile se volete provarlo potete fare così , vi suggerirei di prenderla per un mese, poi se vi trovate bene , ma sicuramente sarà così, potete scegliere di fare un abbonamento trimestrale o semestrale, non ve ne pentirete ve lo assicuro .
La box può essere anche regalata.
Oggi vi parlo del terzo prodotto trovato nella #box di maggio , lo shampoo solido del brand @lasaponaria ai semi di lino.
Devo ringraziare @salimatu perchè mi ha ancora una volta dato la possibilita di scoprire non solo un nuovo brand favoloso quale la Saponaria ma anche un prodotto che ero restia a testare e che invece mi ha stupito piacevolmente.
Il prodotto si presenta come una normale saponetta , ha un gradevole profumo di natura .
Ho lavato i capelli che avvolti da una leggera e soffice schiuma sono risultati pettinabili e pulitissimi.
Dopo 4 giorni i capelli sono ancora puliti .

In questi ultimi due mesi vi ho recensito ampliamente della preziosa #biobox di @salimatu e molte mi hanno scritto in direct dicendomi quanto vi è piaciuta , ebbene oggi ho una sorpresa per voi .
Da giugno chi sottoscriverà un abbonamento trimestrale o semestrale avrà uno sconto del 10% .
Approfittatene e poi mi ringrazierete

Fondazione Telethon e Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare UILDM con i cuori di biscotto per la festa della mamma

Fondazione Telethon e Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare UILDM con i cuori di biscotto per la festa della mamma
Telethon_biscotti
“Io per lei”Per la Festa della Mamma sostieni la ricerca sulle malattie genetiche rare acquistando i Cuori di Biscotto della Fondazione Telethon

Il 5 e il 6 maggio al via “Io per lei”, la campagna di primavera di Fondazione Telethon e Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) per supportare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare e l’assistenza alle persone che vivono con una malattia neuromuscolare.

Le protagoniste della campagna sono quattro mamme: una volontaria, una donatrice, una ricercatrice e una donna con una patologia neuromuscolare, che, insieme, si fanno portavoce dell’impegno di tutte le mamme che affrontano ogni giorno le difficoltà delle malattie genetiche rare dei loro bambini.

Per le “mamme rare”, Fondazione Telethon e UILDM hanno deciso di mettere in campo una rete di solidarietà: i prossimi 5 e 6 maggio, in oltre 1.600 piazze in tutta Italia, con una donazione minima di 12 euro, saranno distribuiti i Cuori di biscotto attraverso cui sarà possibile partecipare alla raccolta fondi per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare.

Cuori di biscotto di raffinata pasta frolla al burro. Prodotti dalla storica pasticceria genovese Grondona, i dolci biscotti sono a forma di cuore e sono l’ideale per un tè con gli amici o per la prima colazione.

Si rinnova anche la scatola di latta, elegante, curata nel dettaglio, disponibile in un rosa dal sapore primaverile. Ogni scatola, personalizzata con l’illustrazione della parola «cuore» tradotta in 11 lingue, è inserita in uno shop coordinato.

Se ti stai preparando alla festa della mamma e stai già pensando a cosa regalare, i Cuori di biscotto di pasta frolla sono un’idea perfetta per stupire una delle persone più importanti della tua vita.

Quali sono le caratteristiche dei Cuori di biscotto di pasta frolla?
– Ingredienti: farina di frumento, burro 18%, zucchero, tuorli d’uovo, agenti lievitanti (difosfato disodico, carbonato acido di sodio e di ammonio), succo di limone.
– Numero pezzi: 18 biscotti (3 vaschette, contenenti 6 biscotti)
– Peso: 300g
– Disponibile in 3 gusti: al burro, con farina integrale, con gocce di cioccolato.
Senza grassi idrogenati
Prodotto in uno stabilimento che utilizza frutta a guscio e soia.

OFFERTA SPECIALE! Prendi 3 Cuori di biscotto di pasta frolla, integrali o con gocce di cioccolato al prezzo di 30 euro

Nelle piazze saranno allestiti banchetti dove i Cuori di biscotto verranno consegnati dai volontari di Fondazione Telethon e Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM), e di AVIS, Anffas e UNPLI. Per conoscere il punto di raccolta più vicino basta visitare il sito www.telethon.it.

Guarda il video di presentazione dei Cuori di biscotto