I Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore

foto piccola un momento della donazioneI Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore
Conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano

Persone che amano la propria vita pensando spesso a quella degli altri
L’Esercito sempre in prima linea per la collettività

Nei giorni scorsi  si è conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano svoltasi all’interno della caserma “O. SALOMONE” di Capua, sede del 17°Reggimento Addestramento Volontari “Acqui”,  un antichissimo Reparto di Fanteria, fondato nel 1703, che svolge da oltre un ventennio le funzioni di Reparto Addestrativo Volontari, deputato alla “formazione di base” dei giovani soldati, volta principalmente a potenziarne l’addestramento fisico e ad alimentarne l’etica e la cultura militare.
L’iniziativa è nata dall’appello del Dr  Michele Franco Presidente dell’ADMO Campania (Associazione Donatori di Midollo Osseo) e dalla Dott.ssa Angela Iacono, Presidente nazionale della Fondazione Italiana “LEONARDO GIAMBRONE” per la guarigione dalla Talassemia, con la collaborazione del Centro di Immunoematologia e medicina trasfusionale dell’Ospedale “Cardarelli” di Napoli. La Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone” per la Guarigione dalla Talassemia e Drepanocitosi nasce il 19 giugno 1992 per volontà di tutta l’utenza talassemica italiana per  reperire fondi per i progetti di ricerca tendenti ad identificare e sperimentare i mezzi di cura definitivi delle talassemie. Si tratta di un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da un difetto genetico di sintesi dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi del sangue, diffuse in tutto il mondo, specialmente  nei Paesi dell’area del Mediterraneo, ma anche il Medio Oriente e nel Sudest asiatico. In Africa ogni anno nascono 120 mila bambini affetti da varie forme di anemia.
In Italia  è particolarmente diffusa in alcune regioni quali il Piemonte, la Calabria, la Sicilia, la Puglia e la Sardegna; i malati sono circa 9000 solo nel Delta Padano, nel Sud, in Sicilia e in Sardegna. Nel mondo i portatori sani di anemia mediterranea sono oltre 300 milioni,  di questi  93 milioni sono bambini.
Al termine delle due giornate di donazione di sangue i responsabili delle associazioni hanno voluto ringraziare personalmente i militari del 17° RAV per la numerosa partecipazione e la solidarietà  espressa, che ha permesso la raccolta di 123 sacche di sangue, indispensabili per la sopravvivenza, il trattamento e la profilassi delle patologie a carico del midollo osseo e della Talassemia.
Il Comandante del 17° RAV, Colonnello Francesco Maione,  si è detto fiero dell’iniziativa, «perché è possibile servire il Paese anche con una semplice donazione, soprattutto in un momento di particolare difficoltà  nazionale»  e che conferma come si possa fare “di più insieme” per la collettività. Una scelta per gli altri e una scelta per se stessi, un piccolo gesto, il regalo più grande, specialmente in questo momento in cui tutti gli ospedali sono sotto stress.
Harry di Prisco

Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

Dammi un bacino….

18157318_1685078878452529_1259143920558929246_nDammi un bacino….

Dammi un bacino……la prima cosa che si insegna ai bambini, un incresparsi delle labbra, lo schiocco, l’approccio alla fiducia, la manina che ti dice ciao, un bacino, ed è diventato un saluto e non solo un segno d’amore, 3 baci dei russi e 2 baci sulle guance degli europei, ormai ci si bacia tutti, uomini e donne, donne con donne e uomini con uomini, un leggero segno di saluto, che non è amicizia, ma incontro, leggerezza, socializzare. E allora l’attenzione punta alle labbra, ma non tutte possono averle come quelle di Angiolina Jolie,
Le rughe del contorno labbra sono quelle che segnano la zona intorno alla bocca, di solito si sviluppano a raggiera e in verticale, sono rughe sottili che si formano nello spazio dal labbro superiore al naso dando luogo, appunto, a strisce sottili simili a un “codice a barre”. Spesso le pazienti non le notano nemmeno perché si vedono quando si parla e certo in quel momento non ci si guarda allo specchio, in realtà è un inestetismo che disturba il sorriso e l’espressione: alcune chiedono di intervenire sul volume delle labbra, perché non sono soddisfatte del loro Dr Simone Napoliaspetto, ma il problema, più che la bocca, riguarda il contorno. Una zona molto sensibile perché costituita da una cute sottile e soggetta a danneggiarsi soprattutto nelle fumatrici, anche giovani (purtroppo in costante aumento, secondo i dati) o nelle sun addicted, in quanto le radiazioni solari favoriscono l’aging cutaneo.
Commenti del Dr. Simone Napoli, socio Aicpe, specialista in Chirurgia estetica, plastica e ricostruttiva, con Studi a Firenze, Prato, Milano, Roma, Cagliari.
Dottore quali sono quindi le tecniche per ottenere una bocca più carnosa e naturale?
Oggi i medici estetici utilizzano quasi esclusivamente acido ialuronico composto da microparticelle ipercompattate che, una volta iniettate, riescono a riempire le labbra in modo omogeneo e senza irregolarità – spiega il Dr. Simone Napoli – Il peso molecolare dell’acido ialuronico contenuto nei nuovi filler e la sua particolare duttilità consentono di ottenere un effetto molto naturale e donare una maggiore definizione ai contorni. L’effetto benefico si riscontra inoltre non solo sul volume, ma anche su turgidità e idratazione.
L’acido ialuronico è estremamente sicuro: trattandosi di una sostanza prodotta dal nostro organismo, è naturale e priva di effetti collaterali; un eventuale risultato non soddisfacente si può correggere facilmente, anzi di regola un intervento successivo si rende necessario –in quanto non è una sostanza permanente, ma si riassorbe nel giro di alcuni mesi.
Per una bocca davvero sensuale, trascurare contorno labbra e ‘codice a barre’ (e caratteristiche rughette che si formano sulla bocca) può deludere le aspettative. “Con i filler di ultima generazione definire le labbra dà un risultato sicuro, il filler viene iniettato a 3 millimetri di profondità, lungo tutto il contorno delle labbra, tra il vermiglio e la pelle.
Tra le novità per il rimodellamento delle labbra c’è poi la biorivitalizzazione, un trattamento mirato a ringiovanire la pelle e migliorarne la qualità.
Le labbra ne trarranno enormi benefici in termini di elasticità, spessore, turgore e idratazione Si utilizza un acido ialuronico naturale, con una forte azione biostimolante e senza effetto riempitivo; le cellule saranno stimolate e le rughe ridotte sensibilmente. Nelle settimane seguenti si formeranno nuovo collagene ed elastina, che daranno alle labbra turgore ed elasticità in modo del tutto naturale. In pratica si insegna alle labbra a rigenerarsi da sole. Intervenire sulle labbra non significa dunque necessariamente, aumentarle, ma donare nuova freschezza e giovinezza destinate con il tempo a svanire.

Studi del Dr Simone Napoli  – www. SimoneNapoli.it

Via Gino Capponi, 26 Firenze, FI 50121 – Tel: 055 244950
Roma 349 2301592 – Prato 349 2301592 – Cagliari 340 8170367 – 349 2301592

La battaglia all’obesità

crediti Mariano MarcettiLa battaglia all’obesità

In Inghilterra basta sconti e pubblicità di cibo spazzatura

Nel mese di luglio è stata pubblicata la notizia sul Medical Journal che parla delle nuove misure nel Regno Unito per contenere l’obesità che affligge un numero di persone crescente, sin dai primi anni di vita. Promotore delle nuove misure anti “cibo spazzatura”  è il premier Boris Johnson, che dopo aver contratto il Covid-19 ha cambiato atteggiamento nei confronti dei pericoli causati dall’obesità.

Raccogliamo i commenti  di Patrizia Pellegrini, Naturopata e Bioterapeuta Nutrizionale® sul tema dell’articolo del Medical Journal.
Ho letto con molta attenzione la ricerca pubblicata sul British Medical Journal, e sono certa che obesità e Covid-19  interagiscono, l’obesità è un fattore a rischio per determinare complicazioni gravi, riducendo anche la funzione polmonare. Di questa situazione sarebbero responsabili le cattive  abitudini alimentari e le aziende dell’alimentazione e il loro bombardamento pubblicitario. La strategia del governo inglese è corretta, è urgente mettere in pausa gli sconti promozionali per favorire la ripartenza delle vendite delle aziende alimentari.

28071286_589558504719569_2046827802030571120_oIn Italia, nel mondo, il lockdown per il Covid ci ha lasciato – oltre alla paura –  tanti chili in più ma ci dovremmo sforzare di seguire uno stile alimentare più sano e guardare alla natura, stiamo entrando nel mese di ottobre  e forse è la stagione più bella per la verdura, gli alimenti “sani” dell’autunno per una dieta che riassume “le sane abitudini” dei nostri nonni,  in quanto una corretta alimentazione e una salutare attività fisica possono darci una mano, contribuendo a rendere la nostra mente più agile e brillante.
Guardiamoci intorno e osserviamo attentamente la natura e gli alimenti di questa stagione, gli spinaci, broccoli, verze, prodotti ricchi di sostanze alleate del nostro sistema immunitario, il cavolfiore ricco di sali di bromo che attivano il buonumore, stimolando la produzione della serotonina, che è considerato l’ormone del benessere.
Non dimentichiamoci dell’olio, ottobre è la sua stagione, alimento ricco di flavonoidi, elemento che non manca nelle nostre cucine considerato basilare nei nostri piatti, ma ricordiamo anche l’utilizzo di cereali, la limitazione ma non l’ eliminazione del consumo di carne, il consumo frequente di pesce e legumi e l’ assoluta indispensabilità di fibre sia provenienti dalla verdura e dalla frutta, in particolare gli agrumi. Oltre a queste abitudini si rende necessaria una costante attività fisica quasi giornaliera per chiudere il cerchio di un salutare stile di vita che ci allontana dalle malattie più diffuse del nostro tempo, camminare dovrebbe diventare una “sana abitudine”.

Patrizia Pellegrini (2)E’ stato rilevato da scienziati che il disturbo respiratorio del Covid colpisce particolarmente gli obesi ed è  fondamentale mantenere un corretto peso forma, non monitorato soltanto con la bilancia ma fondamentale è il “centimetro” , si la circonferenza ombelicale, per un individuo adulto con valori superiori a 94 cm evidenzia una obesità viscerale con “rischio moderato”, ma se i valori sono superiori a 102 cm il “rischio è accentuato”.
Fondamentale importanza assume quindi l’alimentazione sana e controllata, oltre al fatto, importantissimo, relativo alle persone che si apprestano a sottoporsi ad un intervento di addominoplastica e di protesi all’anca, in questi casi riveste un ruolo fondamentale la perdita di peso pre/intervento per ottenere un migliore risultato post operatorio.
L’obesità rappresenta una piaga e queste semplici regole dovrebbero essere adottate anche in Italia, iniziando proprio dall’infanzia e  dall’obesità infantile, è urgente dunque riaprire lo sport a tutti i livelli.
Il calcio professionistico è tornato in campo per evitare tracolli finanziari ma il Governo sta ancora temporeggiando sulla ripresa delle attività sportive a tutti i livelli, si rischia di creare nuovi problemi al sistema sanitario, problematiche che si ripercuoterebbero anche sull’economia.
E visto che uno dei deterrenti più considerati è quello economico, ricordiamo che prevenzione vuol dire anche risparmiare risorse. È ampiamente dimostrato, tra l’altro, che l’attività sportiva aiuti la persona anche dal punto di vista fisico e psico-fisico . Dunque è urgente la spinta  per la ripresa dello sport a tutti i livelli.
Riferimenti
Dottoressa Patrizia Pellegrini, Naturopata, Bioterapeuta Nutrizionale®
mail.patriziapellegrini@gmail.com- cell 3339995532
www.patriziapellegrini.com

crediti : Mariano Marcetti Foto
model: Claudia Licheri

Il vino che fa bene ai bambini affetti da autismo

VS-0582Il vino che fa bene ai bambini affetti da autismo
Villa Saletta insieme a Tarta Blu per la raccolta fondi

In questo Natale il vino e l’olio extravergine sono nettare prezioso per i più piccoli, grazie alla collaborazione che si rinnova tra la cantina ed azienda agricola Villa Saletta di Palaia (Pi) e l’Associazione Tarta Blu della Valdera e Valdicecina, che ogni giorno aiuta i bambini con disturbi autistici ad avere una vita migliore.

Acquistando una o anche più etichette di Villa Saletta, tra rosato, bollicina e rossi da uve autoctone ed internazionali e olio extravergine biologico, si potrà potrà contrinuire alla raccolta fondi di Tarta Blu per l’acquisto di giochi e materiali per l’apprendimento della autonomia e per la stimolazione della motricità, dell’espressività linguistica, e dei sensi, il tutto volto ad un migliore rapporto con il mondo esterno.

Villa Saletta, infatti, devolverà parte del ricavato delle vendite all’Associazione Tarta Blu. Le etichette possono essere acquistate sia in cantina sia on line sul Sito di Villa Saletta

Villa Saletta

Di proprietà della famiglia inglese Hands, attivi nel mondo della finanza e dell’hotellerie, Villa Saletta, con oltre 720 ettari tra boschi, ulivi, vigne, coltivazioni, uno storico borgo trecentesco da cui prende il nome l’azienda, antichi casolari e ville per l’ospitalità, si sviluppa nella splendida ed incontaminata campagna collinare di Palaia, in provincia di Pisa.

La tenuta è amministrata dal 2015 dall’agronomo ed enologo David Landini, toscano di origini, che si occupa anche della direzione tecnica delle varie produzioni, tra cui in primis il vino, poi olio, grani, erbe, frutta ed ortaggi.

Risalente al 980 d.C., data del primo resoconto scritto sulla produzione di vino nella fattoria, è un’antica tenuta tornata oggi a nuovo splendore grazie alla famiglia Hands ed ai suoi collaboratori. La sua storia attraversa molti secoli che ne hanno forgiato e rafforzato l’anima agreste. La tenuta, in tutto questo lungo periodo, è appartenuta a 4 grandi famiglie: quella dei Gambacorta, che consolidò la proprietà delle terre attorno alla fattoria nel 1300, quella dei Riccardi, abbiente famiglia fiorentina di banchieri della potente casa dei Medici che trasformarono Villa Saletta in una vera e propria azienda rurale nel corso del 16° e 17° secolo e da cui è stato ereditato lo stemma, raffigurante una chiave, oggi logo della cantina e delle sue etichette, quella dei Castelli che susseguirono ai Riccardi ed infine la famiglia inglese Hands, a cui si deve la rinascita di questa bellissima realtà acquistata nel 2000.

Con la nuova proprietà ed il progetto di dare vita ad una tenuta dove il vino sarà il filo conduttore di una ospitalità a 360° che, grazie alla ristrutturazione dell’antico borgo di Villa Saletta e la messa a punto di un resort di lusso, alle ville che oggi già accolgono persone da tutto il mondo, alla costruzione di una trattoria e negozio di prelibatezze locali che sorgerà dove adesso è la cantina, ed alla nascita di un ristorante gourmet, diventerà un luogo unico in cui Bacco, la ristorazione di qualità e Madre Natura si fonderanno insieme per regalare esperienze uniche.

Dagli attuali 30 ettari vitati, di cui 17 a regime ed altri dieci che presto verranno piantati, vengono prodotte 7 etichette: una bollicina da uve sangiovese, un rosato da sangiovese, merlot e cabernet, un Chianti Superiore, un Sangiovese Igt Toscana e tre Igt Toscana da cabernet franc, cabernet sauvignon e merlot.

L’olio extravergine, ottenuto dalle oltre 6000 piante di leccino, frantoio, moraiolo, pendolino e razzo, da quest’anno si avvale della certificazione bio.

Per maggiori informazioni:mail Villa Saletta – Tel. 0587 628121
Per maggiori informazioni su Tarta Blu: Sito Tarta Blu

Press Kit Villa Saletta

Credit Foto Cartella Alessandro Ghedina

Villa Saletta
via Fermi 14 – Loc Montanelli – PALAIA (PI) – Tel +39 (0)587 628121 -Sito

Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica
e Studio Umami

Roberta Perna – Mail– 329.9293459 – Sito Roberta Perna

KidWear della designer Alla Zheltukhina

Alla ZheltukhinaMilano Fashion Global Summit 2020

RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020
Collezione KidWear della designer Alla Zheltukhina
https://youtu.be/rfoy8ZULBm4

30 novembre 2020 ore 20.00
Lunedì 30 novembre ore 20.00 su piattaforma digitale il Progetto RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020 ha presentato, nel calendario della Milano Fashion Global Summit 2020, i nomi emergenti dell’industria della moda russa al pubblico italiano, europeo e internazionale.
Uno di questi è Alla Zheltukhina – designer d’abbigliamento e stilista. Alla è la fondatrice del Brand di abbigliamento kidwear che porta il suo nome, dove modelli dalle diverse texture e dal taglio iconico si  combinano perfettamente tra loro, creando Alla Zheltukhina 2centinaia look vivaci e divertenti regalando una favola a chi li indossa.
“Nella creazione della collezione mi sono ispirata ai nostri figli – dice la designer Alla Zheltukhina, i ragazzi moderni sono molto attenti ai nuovi trend e li indossano con gioia e disinvoltura, si divertono con i colori dei tessuti e camminano con leggerezza nella vita  indossando i modelli più stravaganti”.
Una collezione nel calendario della MILANO FASHION GLOBAL SUMMIT 2020 che mette allegria, gli abiti freschi e divertenti delle bimbe all’insegna di uno stile gioioso ed effervescente, ma sempre importante, dove Chic e Couture declinano in armonia la linea kid con le  collezioni couture donna, nel rispetto dello style ma con contributi Alla Zheltukhina 1 (2)originali, abiti  che si distinguono per la cura dei dettagli, le applicazioni preziose, le finiture sartoriali, uno show nello show ammirando la bella collezione di Alla Zheltukhina nel contesto della trasmissione russa FASHION VIRTUAL DISPLAY 2020 tenuta lunedì 30 novembre ore 20.00 sulla piattaforma www.fashion-vibes.com.
Contatti:
Instagram @zhelaretti

Brand Bottega No1 Milano Fashion Global Summit

Bottega No1Milano Fashion Global Summit

RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020
Sfilata in formato digitale il 30 novembre 2020 ore 20.00
Brand Bottega No1,
Designer  Eva  Dorosh

Nell’ambito della Milano Fashion Global Summit lunedì 30 novembre ore 20.00 il progetto RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020, con il supporto della rivista patinata ESQUE, ha presentato una sfilata in formato digitale di designer e brand russi emergenti, un progetto interessante  nato in Russia con l’obiettivo di promuovere il mondo della moda russa nell’ambito della cooperazione internazionale sviluppando l’industria russa del fashion e della modellistica attraverso lo scambio di esperienze.
^ Bottega No1(1)Tra i protagonisti il brand Bottega No1 della designer Eva Dorosh, un brand  che concilia il lusso con il minimalismo presentando un’abbigliamento  elegante, una lezione di stile per bambini e adolescenti. La designer pone l’attenzione sulle linee e sui colori in combinazione con le tendenze più attuali e il design inusuale, capi che fanno innamorare al primo sguardo.
“Un vero percorso creativo – come afferma la designer Eva Dorosh presentando il suo brand – per me creare ogni modello è arte nella sua forma più pura, dalla scelta del tessuto e dall’ideazione della bozza, agli abiti finiti, look che si trasformano faciImente passando daII’eIegante aI casuaI e viceversa, per immaginare, sperimentare e ricevere sguardi di ammirazione, distinguendoti daIIa massa, una coIIezione che combina insieme compIeti di top, gonne, giacche e pantaIoni. Ho sostituito Ia concezione cIassica deII’abito con un’espIosione di coIori e emozioni per una moda principalmente comfort, poIifunzionaIe e pratica.
Una lezione di stile della nuova collezione di Bottega n.1 di Eva Dorosh ammirata nella trasmissione RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020 il 30 novembre ore 20.00 sulla piattaforma www.fashion-vibes.com.
Contatti:
Instagram @bottega.no1

Milano Fashion Global Summit Bridal 2021 di Elena Iosifova designer

TEAM Elena IosifovaMILANO FASHION GLOBAL SUMMIT

RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020

Sfilata di moda in formato digitale lunedì 30 novembre 2020 ore 20.00
Bridal 2021 di  Elena Iosifova designer

La Milano Fashion Global Summit (MFGS) è il fondamentale momento di incontro e di analisi tra i protagonisti della moda, del design, del lifestyle e della finanza a livello internazionale, nella capitale della moda. La Digital Revolution sta cambiando il mondo con  nuove paure ma anche infinte opportunità: per il lavoro, per la vita stessa con foto e brevi video ai testi. La comunicazione immediata è dunque la forma del nostro tempo.
Nell’ambito dell’evento l’interessante progetto Russian Fashion Display 2020, che presenta in forma  digitale le produzioni delle aziende russe e i designer emergenti con Elena Iosifova(1)l’obiettivo di portare avanti la cultura tradizionale ma ponendo il focus sulle tendenze moderne.
Tra le aziende la moda sposa, Bridal 2021 di Elena Iosifova. La stilista di esclusivi abiti da sposa e da cerimonia Elena Iosifova, con la sua collezione, ha mostrato  la sua completa rivoluzione sul tema della sposa, creando una capsule collection per i diversi momenti del matrimonio, dal fidanzamento alla registrazione, dalle nozze alla festa, dall’afterparty alla luna di miele, una fiaba intera per raccontare la meraviglia di un amore che si completa nel matrimonio.
Infatti la bella collezione Bridal 2021 di Elena Iosifova è un’analisi globale delle nuove tendenze che cambiano l’intero fashion system russo, che, pur mantenendo l’attenzione sui canoni tradizionali, offre una visione  sulle nuove tendenze di un settore importante, quello del Fashion Sposa, con immagini femminili sensuali, sexy, audaci e, allo stesso tempo, eleganti. La sfilata sul sito www.fashion-vibes.com
Per info:
milano@esque.su
IG: @russian_fashiondisplay_
Tel.: +79774461193
www.fashion-vibes.com

Milano Fashion Global Brand GIACCATA , designer Tatiana Nais

Giaccata (1)MILANO FASHION GLOBAL SUMMIT

RUSSIAN DIGITAL FASHION DISPLAY 2020
Sfilata in formato digitale 30 novembre 2020 ore 20.00
Brand GIACCATA , designer Tatiana Nais

RUSSIAN DIGITAL FASHION DISPLAY 2020 è un progetto di moda nato a Mosca con lo scopo di presentare al pubblico europeo la next generation russa costituita dai designers emergenti, oltre le produzioni, le aziende tessili e gli accessori, formata attraverso una selezione peculiare e dettagliata  effettuata in tutto il Pese ponendo il focus su molti criteri quali l’originalità dell’idea, l’unicità della collezione, la qualità e la filosofia del brand.
Tra le aziende del progetto grande entusiasmo per il Brand Giaccata che, in un momento di sfide globali senza precedenti, assume un atteggiamento ottimista che poggia su alcuni valori chiave del marchio, come la potenzialità, l’evoluzione, il viaggio, la comunità e la rappresentazione di come le avversità possano celare delle opportunità, e Tatiana Nais,  stilista e  fondatrice del brand GIACCATA, dopo 16 anni di successi come interior design, mostra la sua poliedrica creatività di designer presentando una linea di abiti  in una concezione completamente nuova.
Nell’ambito del RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020, Tatiana Nais ha presentato la “Collezione Allora”, fatta di accenni teneri e fragili abbinando la forza e il coraggio alla grazia femminile, un brand che unisce le energie maschili a quelle femminili dando bellezza. armonia ed equilibrio, ma anche emozione e trasversalità unendo eleganza e chic in un’unica fragranza, GIACCARTA, che garantisce di risaltare l’unicità e l’individualità di chi lo indossa.
È stato possibile assistere alla sfilata della nuova collezione del brand GIACCATA lunedì 30 novembre ore 20.00 su piattaforma digitale dalla Russia sul sito di www.fashion-vibes.com
Contatti:
Instagram @giaccata__official

Milano Fashion Global Summit Victoria Nadoliskaya

(1) VICTORIA NADOLINSKAYAMilano Fashion Global Summit

RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020
Sfilata in formato digitale il 30 novembre 2020 ore 20.00
Designer  Victoria Nadoliskaya

La Milano Fashion Global Summit (MFGS) è il fondamentale momento di incontro e di analisi tra i protagonisti della moda, del design, del lifestyle e della finanza a livello internazionale, nella capitale della moda. La Digital Revolution sta cambiando il mondo con  nuove paure ma anche infinte opportunità: per il lavoro, per la vita stessa con foto e brevi video ai testi. La comunicazione immediata è dunque la forma del nostro tempo.
Nell’ambito dell’evento la presentazione dei talenti russi emergenti inseriti nel RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020 con la presentazione in formato digitale dei nuovi ambiziosi designer dalla Russia. Lunedì 30 novembre ore 20.00, durante la trasmissione online  che si è tenuta sul sito www.fashion-vibes.com, i professionisti del settore della moda e coloro che seguono le tendenze mondiali, hanno potuto conoscere la collezione kidwear “Vesto quello che voglio” della designer russa Victoria Nadolinskaya.
Non poche le  vittorie alle sue spalle. È la vincitrice del concorso internazionale VICTORIA NADOLINSKAYA 2EUROPEAN FASHION UNION a Milano, vincitrice del XV concorso Internazionale di designer e stilisti “PODIUM 2019” e del concorso di designer professionisti “SOUTH FASHION STILE 2019”, candidata al Premio in moda, bellezza e arte SLAVA ZAITSEV FASHION & BEAUTY AWARDS 2019.
L’obbiettivo principale del lavoro di Victoria è incentrato sulla creazione di abbigliamento per bambini. Nel contesto dell’evento la stilista presenta la collezione per adolescenti intitolata “Vesto quello che voglio”. Mantelli, giacche, giubbotti, clamide, culotte di cotone e voluminosi abiti in tricotage nella gamma coloristica nero-gialla. Questo è esattamente ciò che ogni adolescente vorebbe avere nel suo guardaroba.
Contatti:
Instagram  @fashion_viktori

Russian Fashion Dispaly 2020 Brand Klimkova kids, designer Evgenia Klimkova

klimkova kids(1)Russian Fashion Dispaly 2020
Sfilata di moda in formato digitale il 30 novembre 2020 ore 20.00
Brand Klimkova kids, designer Evgenia Klimkova
Russian Fashion Dispaly 2020 è un evento di moda che si terrà in Italia alla fine di novembre. Non è semplicemente una sfilata di moda: è un prodotto altamente qualificato con uno standard elevato ed una profonda missione.
E’ subito fiaba quando appare la sfilata della collezione del brand di abbigliamento per bambini  kidwear Klimkova Kids. Non è solamente un abbigliamento per i più piccoli. Il brand è creato specificatamente per i bambini Indaco!
La filosofia del marchio è la libertà ed il potenziale. Tutti i capi di questo giovane, ma già noto brand, sono creati in modo da permettere ad ogni bambino di percepire liberamente il mondo come un ambiente aperto e coinvolgente dove scoprire nuove opportunità. Ogni creazione di questa marca mira a trasmettere specifici stato d’animo: i capi Klimkova Kids sono confortevoli, originali e positivi.
La nuova collezione autunno-inverno 2020/21, che sarà presentata in passerella, comprende tutta la gamma indispensabile di abbigliamento per bambini: eco-pelicce, maglieria confortevole, abiti leggeri. Tutti i modelli della collezione sono realizzati a mano da comodi tessuti naturali su piacevoli tonalità calde.
Abbiamo potuto ammirare la sfilata di Klimkova Kids, nell’ambito del digital RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020,  lunedì 30 novembre ore 20.00 sul sito www.fashion-vibes.com.

L’après midi allo Spazio Art d’Or

128844145_10224947209492471_4723018694570827489_oL’après midi allo Spazio Art d’Or

Venerdì 4 dicembre ore 17,00 nuovo appuntamento per L’après midi a l’Art d’Or di Marina Corazziari, con la presentazione del libro “Il mulino blu” di Luciana De Palma – Florestano Edz.

Ci spingeremo fino alla spiaggia di Limnonias a Kos – punta dell’arcipelago greco ai bordi dell’Anatolia – per incrociare i colori del Mediterraneo, con la poesia delle isole e la carica emotiva custodita nell’artigianalità delle opere d’arte tipiche.
Proveremo a dimostrare quanta poesia può celarsi in un’attesa, in un gioiello o in una tela.

Autrice ed artista dialogheranno con  Antonio V. Gelormini editorialista e saggista
Per ovvie ragioni, i posti saranno limitati si prega, pertanto, di prenotarsi alla mail spazioartdor@icloud.com
128536087_10224947211812529_2542470354426573562_nL’incontro sarà ripreso in diretta sul profilo facebook di Marina Corazziari, Presidente dello Spazio Art D’Or, e poi condiviso sulla Pagina Ufficiale dell’Associazione.

LUCIANA DE PALMA.
L’autrice, canosina di nascita, appassionata di scrittura poetica dall’età di quindici anni, di professione insegnante di scuola primaria, ha vinto numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero. Ha pubblicato le sue poesie in antologie e riviste italiane ed estere, quali “Delos, isola di Apollo’, Laterza ed. 1997. La raccolta “Mons Aureus’, edita a Belgrado nel 2008, e tradotta in serbo è stata anche presentata in occasione del Festival Internazionale degli Scrittori di Belgrado.
Dopo la pubblicazione del suo primo romanzo “Il melograno” edito nel 2016, si impegna da subito al suo nuovo lavoro “il Mulino Blu”.
Collabora anche con riviste letterarie, sia cartacee che on-line, recensendo romanzi.
Il Mulino Blu romanzo ambientato sull’isola greca di Kos, dove tante storie di personaggi si intrecciano, a fare da sfondo alle vicende un vecchio mulino. Tra i protagonisti, Jürgen, un tedesco convinto sostenitore dei cambiamenti ad oltranza, il quale aggiungerà scompiglio alle vicende narrate, facendo precipitare gli eventi: la sua intenzione di modificare un vecchio mulino abbandonato da anni farà scatenare conflitti a lungo celati.
Spazio Art d’Or
Bari, Via Melo 188
Venerdì 4 dicembre ore 17,00

Russian Fashion Dispaly

Russian Fashion Dispaly

Si spengono le luci sulla Milano Fashion Global Summit, evento nato in risposta alle limitazioni del Covid che ha ospitato le presentazioni di marchi dedicati alle collezioni SS 20/21.

Elena Iosifova(1)La Digital Revolution sta cambiando il mondo con nuove paure ma anche infinte opportunità: per il lavoro, per la vita stessa. foto e brevi video ai testi. Questa tendenza sembra semplicemente seguire il motto secondo cui un’immagine vale più di mille parole prendendo conoscenza che la comunicazione immediata è dunque la forma del nostro tempo.
Tra i marchi presentati il Progetto Russian Global Fashion Display, un interessante viaggio immaginario attraverso un video emozionale in cui i capi della nuova next generation russa vengono svelati in una dimensione virtuale che vuole essere un tributo alla Russia. L’intento è chiaramente quello di trasmettere un chiaro messaggio di ottimismo, in un momento delicato per il mondo, un progetto di moda nato a Mosca con lo scopo di presentare al pubblico europeo i designers emergenti, oltre le produzioni, le aziende tessili e gli accessori, l’artigianato e il “fatto a mano” ponendo il focus su criteri di originalità dell’idea, la qualità dei tessuti, la cura e la ricercatezza dell’esecuzione oltre alla filosofia di brand.
(1) VICTORIA NADOLINSKAYAProgetto ha presentato 6 brand di abbigliamento donna, sposa e kidwear, marchi che hanno un grande potenziale in termini di creatività e artigianalità. Brand Bottega No1 (Eva Dorosh) – Brand Giaccata (Tatiana Nais) – La designer Victoria Nadolinskaya – Designer Elena Iosifova – Il brand Klimkova Kids (Evgenia Klimkova) – La designer Alla Jeltukhina.
Non si tratta solo di moda, l’outerwear sia donna che bimba oltre alla linea wedding si concentra sullo stile di vita e sulle attività che chi lo indossa, mostrando come la moda russa, presente alle fiere da qualche stagione, abbia un buon potenziale fatto da giovani pieni di idee e di talento, produzioni che hanno una manualità e una lavorazione eccellente.
Anche dai commenti del pubblico del web, di buyers e negozi viene rilevato che il mondo della moda Russa ha fatto passi da gigante negli ultimi anni nonostante le difficoltà di affermazione su mercati più competitivi ma reputano che sia un mercato pronto per l’ Europa occidentale. La fashion week quest’ anno ha dato grandi soddisfazioni sia in termini di pubblico che di buyer perché la moda ha bisogno di “idee e aria fresca” e i paesi dell’Est sono una terra di mezzo, crocevia di culture che oggi si riflettono nello stile dove ognuno è libero, pur continuando a riferirsi al passato, di sperimentare nuove idee e nuovi stili.
Per info:
milano@esque.su
IG: @russian_fashiondisplay_
Tel.: +79774461193
www.fashion-vibes.com

Il Milano Fashion Global Summit

LOCANDINAIl Milano Fashion Global Summit

RUSSIAN DIGITAL FASHION DISPLAY 2020
Lunedì 30 novembre ore 20.00

Il Milano Fashion Global Summit (MFGS) è il fondamentale momento di incontro e di analisi tra i protagonisti della moda, del design, del lifestyle e della finanza a livello internazionale, nella capitale della moda. MFGS riunisce ogni anno imprenditori, top manager, designer, stilisti ed esperti per discutere e condividere opinioni ed esperienze sulle nuove opportunità e sulle sfide che tutte le componenti di questa industry strategica per il made in Italy stanno affrontando, in uno scenario in continua trasformazione.
Nonostante la distanza sociale e le restrizioni di questo difficile momento, la Next Generations Russa presenta alla fashion-community italiana europea e internazionale  ^^^Elena Iosifoval’interessante progetto di moda RUSSIAN DIGITAL FASHION DISPLAY 2020, che sarà presentato lunedì 30 novembre prossimo alle ore 20.00, in formato digitale,  con una serie di sfilate di brillanti designer e brand russi.
RUSSIAN DIGITAL FASHION DISPLAY 2020 è un ambizioso progetto di moda nato a Mosca con lo scopo di presentare al pubblico europeo la next generation russa costituita dai designers emergenti, oltre le produzioni, le aziende tessili e gli accessori, formata attraverso una selezione peculiare e dettagliata  effettuata in tutto il Pese ponendo il focus su molti criteri: l’originalità dell’idea, l’unicità della collezione, la qualità e la filosofia del brand.

RUSSIAN DIGITAL FASHION DISPLAY 2020 è l’evento più importante sul tema dello sviluppo industriale nella moda russa e si svolge nell’ambito del progetto internazionale “Fashion bitva” (Fashion challenge). Sei brillanti designer provenienti da tutto il paese presentano le loro migliori collezioni ed innovazioni esclusive durante la sfilata presentata su piattaforma online.
Alla Zheltukhina 1 (2)Lo scopo di RUSSIAN FASHION DISPLAY non è una semplice presentazione  delle collezioni, ma un progetto importante per
promuovere la Moda Russa e la sua produzione nel quadro della un promuovere il Prodotto Moda Russo, di alta qualità, con video effettuati dalle più belle location utilizzando  tecniche sofisticate, proprio per dare l’immagine migliore sulla Next Generations Russa.
Tra i partecipanti della sfilata digitale i seguenti brand e designer:
Giaccata (1)•    Brand Bottega No1 (Eva Dorosh) – abbigliamento d’autore per bambini e adolescenti.
•    Brand Giaccata (Tatiana Nais) – un inno alla vita per una collezione di abiti.
•    La designer Victoria Nadolinskaya – una collezione di abbigliamento per bambini e adolescenti moderni.
•    Designer Elena Iosifova – una Bridal Capsule Collection per una diversa prospettiva di abiti da sposa.
•    Il brand Klimkova Kids (Evgenia Klimkova) – un brand di abbigliamento per bambini Indaco,
•    La designer Alla Jeltukhina – una collezione Kids per piccoli “guerrieri”.
Una moderna prospettiva dei talenti fashion russi, combinando l’artigianato e l’alta moda, interpretano con gusto le evoluzioni più raffinate, dove avanzano la tecnologia e l’arte, in maniera innovativa, scintillante e poliedrica che sorprenderà il pubblico declinando in armonia le  collezioni couture donna con abiti casual e da sposa, collezioni kid e capsule collection.
Le sfilate saranno in onda lunedì 30 novembre alle ore 20.00 su piattaforma  web www.fashion-vibes.com.
Per info:
milano@esque.su
IG: @russian_fashiondisplay_
Tel.: +79774461193
www.fashion-vibes.com

Napoli Couture di Gian Piero Cozza

17309241_792402047580358_6355106611280423326_nNapoli Couture di Gian Piero Cozza
A Bari allo Spazio Art d’Or

Lo Spazio Art d’Or è una galleria multimediale delle eccellenze del made in Italy, una innovativa realtà internazionale composta da creativi a 360° nel campo dell’arte, della moda e del design, sede di una Factory, incubatore di nuovi talenti, che si occuperà anche di formazione con corsi didattici specializzati tenuti da noti docenti affermati nelle varie discipline che ruotano intorno alla bellezza e a tutto quello che si muove intorno al mondo della moda e dell’arte.
Il  concept ha all’interno una galleria espositiva permanente formata dalle creazioni dei designer che hanno sostenuto il progetto dalla sua nascita, progetto fortemente innovativo per la città di Bari, che mira a creare una sinergia fra le eccellenze del “fatto a mano” e del 13239159_639482849538946_4450364292478617480_nbello, un punto di riferimento per la città, una vetrina dunque nel centro di Bari connessa ad altre realtà su tutto il territorio nazionale e internazionale tra cui Roma, Firenze, Milano, Montecarlo, Parigi, Londra, New York, nel nome della cultura e della bellezza.
Fra i nomi dell’abbigliamento couture spicca il Brand Napoli Couture di Gian Piero Cozza, abbigliamento uomo, che mantiene evidenti radici storiche di cui il creativo – Gian Piero Cozza –  porta dentro una nostalgia lieve e struggente, caratteristica Partenopea, il Brand si sta imponendo nel difficile scenario internazionale della moda in un momento in cui lo chic non è un’opinione, ma un’esigenza assoluta.
24174486_686129768250700_6127177241859290778_nMaestri delle produzioni del modello italiano che ha qualcosa di inimitabile, abiti, capispalla, accessori, calzature, la Campania  concentra un distretto  di qualità che ha resistito alla crisi e per tradizione produce per i grandi marchi della moda, che negli ultimi tempi sembrano ancora più interessati a questo polo di eccellenza artigianale.: il connubio tra creatività e tecnologia che altri poli di produzione non posseggono fanno sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury.
Come afferma il designer Gian Piero Cozza: Il “mio uomo”  veste un nuovo formale  dove la tradizione e l’innovazione rimangono le uniche guide e la qualità, in tutte le sue accezione, la prospettiva da seguire, e dunque una continua e nuova scoperta. Un Brand che fa sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury, esortando il visitatore a osservare la sua ispirazione che ha avuto le sue fonti in arte, storia e magia unica aprendosi al contemporaneo senza abbandonare quella formidabile aura di eterna bellezza che l’ha resa celebre nel mondo.
IMG-20201023-WA0118La mia produzione esalta la lavorazione hand made, un omaggio al fatto a mano, l’artigianalità che rappresenta uno scambio di culture attraverso il tempo e lo spazio, grande conoscenza dei tessuti, materiali, cuciture, lavorazioni, sensibilità individuali, dunque il nuovo nella tradizione, uno stile irrinunciabile che non può mancare nel guardaroba di un uomo per completare uno look di vera eleganza.
SPAZIO ART d’OR a Bari
Via Melo 188
Info e contatti: spazioartdor@icloud.com