KidWear della designer Alla Zheltukhina

Alla ZheltukhinaMilano Fashion Global Summit 2020

RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020
Collezione KidWear della designer Alla Zheltukhina
https://youtu.be/rfoy8ZULBm4

30 novembre 2020 ore 20.00
Lunedì 30 novembre ore 20.00 su piattaforma digitale il Progetto RUSSIAN FASHION DISPLAY 2020 ha presentato, nel calendario della Milano Fashion Global Summit 2020, i nomi emergenti dell’industria della moda russa al pubblico italiano, europeo e internazionale.
Uno di questi è Alla Zheltukhina – designer d’abbigliamento e stilista. Alla è la fondatrice del Brand di abbigliamento kidwear che porta il suo nome, dove modelli dalle diverse texture e dal taglio iconico si  combinano perfettamente tra loro, creando Alla Zheltukhina 2centinaia look vivaci e divertenti regalando una favola a chi li indossa.
“Nella creazione della collezione mi sono ispirata ai nostri figli – dice la designer Alla Zheltukhina, i ragazzi moderni sono molto attenti ai nuovi trend e li indossano con gioia e disinvoltura, si divertono con i colori dei tessuti e camminano con leggerezza nella vita  indossando i modelli più stravaganti”.
Una collezione nel calendario della MILANO FASHION GLOBAL SUMMIT 2020 che mette allegria, gli abiti freschi e divertenti delle bimbe all’insegna di uno stile gioioso ed effervescente, ma sempre importante, dove Chic e Couture declinano in armonia la linea kid con le  collezioni couture donna, nel rispetto dello style ma con contributi Alla Zheltukhina 1 (2)originali, abiti  che si distinguono per la cura dei dettagli, le applicazioni preziose, le finiture sartoriali, uno show nello show ammirando la bella collezione di Alla Zheltukhina nel contesto della trasmissione russa FASHION VIRTUAL DISPLAY 2020 tenuta lunedì 30 novembre ore 20.00 sulla piattaforma www.fashion-vibes.com.
Contatti:
Instagram @zhelaretti

Napoli Couture di Gian Piero Cozza

17309241_792402047580358_6355106611280423326_nNapoli Couture di Gian Piero Cozza
A Bari allo Spazio Art d’Or

Lo Spazio Art d’Or è una galleria multimediale delle eccellenze del made in Italy, una innovativa realtà internazionale composta da creativi a 360° nel campo dell’arte, della moda e del design, sede di una Factory, incubatore di nuovi talenti, che si occuperà anche di formazione con corsi didattici specializzati tenuti da noti docenti affermati nelle varie discipline che ruotano intorno alla bellezza e a tutto quello che si muove intorno al mondo della moda e dell’arte.
Il  concept ha all’interno una galleria espositiva permanente formata dalle creazioni dei designer che hanno sostenuto il progetto dalla sua nascita, progetto fortemente innovativo per la città di Bari, che mira a creare una sinergia fra le eccellenze del “fatto a mano” e del 13239159_639482849538946_4450364292478617480_nbello, un punto di riferimento per la città, una vetrina dunque nel centro di Bari connessa ad altre realtà su tutto il territorio nazionale e internazionale tra cui Roma, Firenze, Milano, Montecarlo, Parigi, Londra, New York, nel nome della cultura e della bellezza.
Fra i nomi dell’abbigliamento couture spicca il Brand Napoli Couture di Gian Piero Cozza, abbigliamento uomo, che mantiene evidenti radici storiche di cui il creativo – Gian Piero Cozza –  porta dentro una nostalgia lieve e struggente, caratteristica Partenopea, il Brand si sta imponendo nel difficile scenario internazionale della moda in un momento in cui lo chic non è un’opinione, ma un’esigenza assoluta.
24174486_686129768250700_6127177241859290778_nMaestri delle produzioni del modello italiano che ha qualcosa di inimitabile, abiti, capispalla, accessori, calzature, la Campania  concentra un distretto  di qualità che ha resistito alla crisi e per tradizione produce per i grandi marchi della moda, che negli ultimi tempi sembrano ancora più interessati a questo polo di eccellenza artigianale.: il connubio tra creatività e tecnologia che altri poli di produzione non posseggono fanno sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury.
Come afferma il designer Gian Piero Cozza: Il “mio uomo”  veste un nuovo formale  dove la tradizione e l’innovazione rimangono le uniche guide e la qualità, in tutte le sue accezione, la prospettiva da seguire, e dunque una continua e nuova scoperta. Un Brand che fa sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury, esortando il visitatore a osservare la sua ispirazione che ha avuto le sue fonti in arte, storia e magia unica aprendosi al contemporaneo senza abbandonare quella formidabile aura di eterna bellezza che l’ha resa celebre nel mondo.
IMG-20201023-WA0118La mia produzione esalta la lavorazione hand made, un omaggio al fatto a mano, l’artigianalità che rappresenta uno scambio di culture attraverso il tempo e lo spazio, grande conoscenza dei tessuti, materiali, cuciture, lavorazioni, sensibilità individuali, dunque il nuovo nella tradizione, uno stile irrinunciabile che non può mancare nel guardaroba di un uomo per completare uno look di vera eleganza.
SPAZIO ART d’OR a Bari
Via Melo 188
Info e contatti: spazioartdor@icloud.com

Antonella Delfini Gioielli

SITO-ZIA-3 (1)Antonella Delfini Gioielli
A Bari allo Spazio Art D’Or

Artisti, designer, artigiani, incisori su vetro, accessori, gioielli, mostre d’arte, presentazione di libri, eventi, una galleria show room, un centro polivalente di collaborazioni con Marina Corazziari allo Spazio Art d’Or a Bari. Inaugurato da pochi giorni un punto di sosta per curiosi e appassionati d’arte, e tra questi Antonella Delfini, pittrice, cerista, orafa, artista, designer, eclettica e curiosa.
Antonella Delfini pittrice, cerista e orafa è un’ artista a tutto tondo. La suo formazione pittorica si evolve e si completa sotto la guida dei Maestri Filinceri Santinelli e Sandro Trotti. Dopo una pausa di otto anni, durante la quale realizza gioielli nel laboratorio della Gioielleria Ansuini, nel 2000 torna a dipingere e a partecipare ad importanti rassegne nazionali in occasione delle quali riceve prestigiosi riconoscimenti. L’arte dell’oreficeria, dopo le esperienze di laboratorio, è sempre stata una compagna di vita di Antonella Delfini. Le ha consentito anche di realizzare progetti di arredamento di interni nonché di opere pittoriche con tecniche miste dove compariva attraverso la presenza di metalli. La realizzazione di oggetti, attraverso la tecnica antica della cera Antonella Delfini Gioielli (2)persa, richiama l’istinto di creare piccole sculture, opere dalla forma definita dal nulla della materia. Le fusioni d’oro, d’argento e bronzo, il fuoco, le saldature, e la lucidatura finale creano un mondo parallelo fatto di pezzi unici, mai in serie, dove la fantasia supera la realtà attraverso la precisione e la concentrazione. La ricerca continua e l’esperienza di Antonella Delfini le consente di accostare nuove metodologie attraverso tecniche differenti, con lo sfruttamento continuo di nuove reazioni materiche . Ed ecco che anche l’effetto inaspettato , di un abbinamento tecnico anche casuale , diventa motivo di ricerca con un nuovo percorso da sperimentare. Resine , pigmenti , acrilici , olio e smalti , plexiglass, e alluminio ed altro ancora , sono gli strumenti anche contrastanti fra lo loro, che offrono una varietà continua di risposte innovative e sorprendenti. La capacità di lavorare i metalli ha sempre affiancato quest’arte pittorica affacciandosi nelle opere in modo simbolico o reale , fornendo un tocco magici ai dipinti.
SPAZIO ART d’OR
Bari, Via Melo 188
Info e contatti: spazioartdor@icloud.com

Michele Miglionico ospite all’evening Dresses Show

Michele Miglionico.2Michele Miglionico ospite all’evening Dresses Show

Nella Stazione Marittima Zaha Hadid lo stilista Michele Miglionico presenta la sua capsule collection s/s 2021

La seconda edizione dell’Evening Dresses Show è stato lo sfondo perfetto per la presentazione della nuova MicheleMiglionico capsule collection  per la prossima estate 2021.

Lo stilista Michele Miglionico è stato ospite alla seconda edizione dell’Edshow, il primo salone italiano dedicato alla moda per il cocktail e la sera tenutosi alla Stazione Marittima Zaha Hadid di Salerno.

Michele Miglionico.4Organizzato da IFTA (Independent Fashion Talent Association), con la collaborazione e il sostegno di Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane –  Ministerodegli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, di Regione Campania,  Comune e Camera di Commercio di Salerno, Edshow ha selezionato tramite la giornalista Michela Zio (talent-scout e direttrice artistica della manifestazione)  40 brand nelle otto Regioni italiane del Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) che, nei tre giorni del salone, hanno avuto a disposizione una Digital-area nella quale poter far conoscere il proprio prodotto da buyers internazionali collegati alle 78 sedi Ice nel mondo.

Il focus della nuova collezione di Michele Miglionico è il corset-dress ispirato dai sottogonna di tulle che le donne lucane indossavano nella tradizione sotto gli abiti della festa  popolare.
Inedita palette di colori: Rosa, Verde menta, Giallo e Lilla, gli immancabili classici Bianco e Nero e l’iconico Rosso.
Infine un tocco di Oro per evidenziare dettagli dal sapore “Couture”

Michele Miglionico.5A completare il look delle modelle il team degli hair stylist Pixelc3 ed il team make-up artist Academy di Antonio Riccardo e Nicola Acella. Catwalk photo by GM Produzioni Srls

Michele Miglionico Couture
Press Relations and Public Relations. Nicola Altomonte
Mobile: + 39 3405402210
Website: www.michelemiglionico.com
Email: info@michelemiglionico.it
Instagram: michele_miglionico_couture
Facebook: www.facebook.com/michelemiglionicocouture

Falesias di Kel Ferey Brand A Milano Fashion Week Donna

KEL FERET 3 (1)Falesias di Kel Ferey Brand
Falesias di Kel Ferey Brand A Milano Fashion Week Donna
il dolore dell’Amazzonia attraverso la fantasia e i colori di
“FALESIAS” di KEL FEREY BRAND
K.F-KEL FEREY (BRASILE) Runway Show Fashion Vibes 22 settembre ore 18:00

Le attuali problematiche ambientali e culturali, aggravate anche dall’epidemia mondiale che stiamo vivendo, hanno dato l’ispirazione di una collezione che evidenzia gli elementi della cultura indigena brasiliana e la biodiversità dell’Amazzonia, con lo scopo di portare agli occhi del mondo e della stampa l’importanza di preservare l’Amazzonia e le tradizioni culturali indigene brasiliane nell’indifferenza del Governo.
Un messaggio di VITA, la collezione FALESIAS del designer brasiliano Kel Ferey, ha Loja Kel Ferey-4 (1)attivato attraverso il fashion, un messaggio utilizzando, per la salvaguardia dell’ambiente, l’ecologia, la scelta di materiali riutilizzabili, ecosostenibili, riciclabili, la priorità del lavoro locale per la sopravvivenza umana.
La sua è una visione contemporanea della cultura brasiliana, ironica, divertente, un gioco di luci in una natura sfolgorante che da vita ad abiti accuratamente tagliati dove la Maison mostra il sapere sartoriale nuovo, suggerendo la traduzione di un universo estetico fatto di ricordi ma anche di una moderna identità specifica.

La collezione SS 2021 di KEL FEREY, presentata a Milano sulla piattaforma virtuale della quarta edizione di Runway Show di Fashion Vibes, evento ideato da Yuliia Palchykova, recupera le radici e la storia del Brasile in un processo di trasformazione della moda brasiliana in globale, dimostrando lo stile contemporaneo della Maison, dotato di KEL FEREY 2un’ottima mano artigianale. Una griffe che riesce ad associare un’estetica Internazionale alla valorizzazione della cultura brasiliana.

Fondato su un ricco patrimonio di cultura e tradizioni questo brand del Made in Brasile porta fieramente la cifra di una sapiente lavorazione artigianale, su capi di un bianco accecante, punteggiati da fiori hand made, evidenziando una passione per i dettagli, pensati per una donna moderna i capi hanno un irresistibile fascino sartoriale mentre le pennellate dei colori della vegetazione sono il riferimento che danno allegria e ironia ai capi.

Per info:
@kel_ferey – kelhorus@hormail.com
press.fashionvibes@gmail.com
IG @fashionvibesmilano

www.fashion-vibes.com

Natalija Jansone

Natalija Jansone

Ancora adolescente, Natalija è arrivata in Lettonia dalla Corea e per lungo tempo ha 48-ALBEROBELLO-T-SHIRT-40-AMALFI-SKIRT-1lavorato come modella. Natalija racconta che aveva sempre voluto rimodellare i capi che indossava in passerella, renderli più comfortevoli e semplici. La naturalezza, la semplicità dello stile lettone e la razionalità coreana si uniscono in maniera unica nella filosofia della linea di abbigliamento di Natalija Jansone. Dopo aver conseguito gli studi filologici presso l’Università di San Pietroburgo, Natalija è ritornata a Seul, dove ha continuato a lavorare come modella. Con i soldi risparmiati ha acquistato una grande quantità di tessuti diversi, creando la sua prima collezione che ha conquistato le simpatie di tutte le signore vip e fashion della Lettonia e non solo.

CREATIVE DIRECTOR:
NATALIJA JANSONE

PRESS una.meistere@gmail.com

IG@natalijajansone_brand
Email: njstudija@gmail.com
Web: natalijajansone.com
Facebook: Natalija Jansone
Telefono: +371 29254825

Tropical Sweet Colors

36505197_1789373764487886_7005141850763821056_nTropical Sweet Colors

“Tropical Sweet Colors”: un Brand  che rappresenta la grande scommessa della stilista  “Grey Estela Adames” straordinaria artista, poliedrica, di origine Latinoamericana da anni residente in Italia, una creatura bellissima, coglie riferimenti culturali da cui prende ispirazione, vive stanze cariche di un vissuto impercettibile, di tracce e passaggi, che intervengono con la forza della decorazione, segnando, da artista, squisite temporary location.
Ha mantenuto la solarità della sua terra, e ha gli occhi pieni del mare mediterraneo, un eclettismo fatto di ricerca, curiosità, tecnica, l’Artista  si muove leggera, sembra una danza la sua, mentre porta fra le braccia un fascio di fiori, l’artista è intervenuta a Milano, durante la Fashion Week, nel viaggio fantastico organizzato da Gabriella Chiarappa a Palazzo Visconti, un viaggio che è stato luogo d’arte, di musica, ma anche di design, gioielli, oggetti, accessori e abiti couture.
36251049_1782735348485061_2456705835724701696_nL’Artista crea un collage, caratterizzando la sua opera d’arte in una tavolozza cromatica sapientemente usata e calibrata, fatta di pensieri, di studi, di ricordi, ma anche profumi della sua  terra lontana, di fiori, grandi prati verdi, e rose….. perché le sue opere profumano, hanno il cuore e l’anima dei fiori che usa per le sue opera, che hanno il potere di sospendere il tempo, rendere immortale un momento, dipinti, fantastici caftani e foulard che sembrano aquiloni, mossi dal vento, pieni di fiori e colori, la costruzione di un mondo come realmente è visto dall’artista tra realtà, sogno e fantasia, mondi e modo del vivere quotidiano per abitare il mondo, codificando linguaggi e comportamenti, costruendo una identità, dunque producendo non solo immagini simboliche e desiderabili ma svelando principalmente la sua realtà di artista.
L’Artista imprime il suo talento prima su tela riportando la sua opera su tessuto, le sue sono autentiche opere d’arte suggerite da ispirazioni oniriche, un mondo meraviglioso, quello di Grey Est per raccontano storie, le sue non sono illusioni ma fantastiche suggestioni…
35860406_1771696119588984_201883481754566656_nL’IMPEGNO NEL SOCIALE DI TROPICAL SWEET COLORS
L’artista Grey Est oltre che essere titolare della Tropical Sweet Colors è la ideatrice del progetto contro la discriminazione chiamato “Art&Inclusion”.
La Tropical Sweet Colors, azienda di beachwear, si impegna a supportare il progetto “Art&Inclusion” presso le scuole, un capo scelto è sinonimo di qualità del Made in Italy e sostiene l’educazione al rispetto altrui.

Le donne sono gli essere più belli del mondo, il mondo è loro e loro sono del mondo”
“Las mujeres son la cosa mas bella del mundo, el mundo es de ella, y ellas son del mundo”
www.tropicalsweetcolors.com
Press: Le Salon de La Mode

Indra Kaffemanaite

Balossa PETALI AndriyGoncharenko_17 Indra Kaffemanaite

Indra Kaffemanaite è nata e cresciuta in Lituania negli anni dell’Unione Sovietica. Quando il regime comunista si distingueva per  la scarsa offerta nel settore dell’abbigliamento, soprattutto di quello alla moda, questa diciassettenne lituana sapeva già quello che voleva, imparare l’arte sartoriale e realizzare vestiti.
Indra aspettava con ansia il ritorno di suo padre che le portava l’ultimo numero di “Burda” dalla “moderna” Germania Ovest, così poteva trasformare un nuovo cartamodello in un vestito alla moda. Accrescendo le sue capacità con l’esperienza e principalmente guidata dal talento naturale, ha iniziato a confezionare abiti per clienti russi e già a soli vent’anni aveva avviato una sua redditizia attività artigianale.
Con un’idea chiara nella mente, quella di dare una svolta alla sua vita, Indra si trasferisce in Italia. Nel 2005 ha frequentato una delle scuole più prestigiose, quella di Carlo Secoli, a Milano, il più noto istituto per modellisti. Poi frequenta per un anno il Fashion Service, sviluppando campionari per i grandi nomi della moda, come Iceberg, Maurizio Pecoraro, Giambattista Valli e molti altri.
Nel 2014, Indra Kaffemanaite lancia il suo progetto,  BALOSSA THE WHITE SHIRT, un progetto che prende ispirazione dal capo classico del guardaroba maschile, la camicia bianca, il tema di lettura che sconvolge la sottile architettura della camicia da uomo per creare con fantasia e poesia un capo per una donna unica, elegante e raffinata.

Balossa LTBalossa_I AM HERE_AndriyGoncharenko_20D – press@balossashirt.com – www.balossashirt.com
Crediti:
Photography : Andriy Goncharenko
Model: Natali Hruzina
Stylist: Olena Boldareva
Shoes : Lesia Semi
Clouthing : Balossa
tel.: +41796404941
office@balossashirt.com
www.balossa.com
www.facebook.com/balossashirt
www.instagram.com/balossaws

Michele Miglionico: riconoscimento Diva e Donna 2017 in occasione del “Working Woman Awards” a Tuttisposi

PremiazioneMichele Miglionico: riconoscimento Diva e Donna 2017 in occasione del “Working Woman Awards” a Tuttisposi

Alla Mostra D’Oltremare di Napoli si è celebrata una serata di spettacolo e glamour a TuttoSposi in occasione del Galà Dinner – Diva e Donna 2017.

Serata di spettacolo e glamour a TuttoSposi alla Mostra D’Oltremare – Napoli in occasione del Galà Dinner per la consegna dei “Working Woman Awards – Diva e Donna 2017” assegnati in collaborazione dall’OFI (Osservatorio Familiare Italiano presieduto da Martina Ferrara) e il popolare magazine Diva e Donna edito da Cairo.

A fare gli onori di casa al Palasposa, arredato per l’occasione in grande stile Michele Miglionico e Veronica Mayahollywoodiano, con grandi tavoli una mise en place di grande raffinatezza c’erano il patron Lino Ferrara, il produttore associato Pascal Vicedomini e il direttore della rivista Angelo Ascoli che hanno accolto oltre 300 invitati.

Durante la serata hanno sfilato gli stilisti Michele Miglionico e Nino Lettieri. Lo stilista Michele Miglionico ha presentato, sotto l’abilissima e impeccabile regia di Alessandro Mazzini della Mazzini Eventi Production, la sua collezione di Alta Moda “Madonne Lucane” ispirandosi alla Basilicata, sua terra d’origine, mescolando sacro e profano presenti nella quotidianità in un racconto d’amore della sua terra, filtrato dall’alta moda attraverso donne che rievocano ricami e tessiture della tradizione. Nei suoi abiti prevalgono pizzi e nero, con veli e trasparenze che in alcuni casi definiscono un annodarsi accennato di colori per poi virare cromaticamente su intrecci d’oro o vesti rosse che si sposano costantemente con i rosari tenuti in mano dalle splendide indossatrici.

Michele Miglionico, Veronica Maya e le modelleIn tale occasione lo stilista Michele Miglionico ha ricevuto il riconoscimento Diva e Donna 2017.

Hanno ricevuto il Premio “Working Woman Award – Diva e Donna 2017” creato appositamente dall’artista Lello Esposito: Sophia Sergio Miss Universo per l’Italia lo scorso anno nelle Filippine, Laura Valente, direttrice artistica danza del Festival di Ravello. Inoltre hanno ricevuto il premio l’attrice Miriam Candurro, l’attrice e conduttrice televisiva Fatima Trotta, la modella-attrice Shalana Santana, la conduttrice televisiva e attrice Tosca D’Aquino e la produttrice Gabriella Buontempo.

Finale di serata emozionante con l’assegnazione del premio “Working Woman Award – Diva e Donna 2017”, da parte del patron di Tuttosposi Lino Ferrara all’attrice Ida Di Benedetto, impegnata come produttrice nel progetto del film su Gianni Versace.

Michele Miglionico Couture

Press Office:Nicola Altomonte

Mobile:+39 340 5402210

Email: press@michelemiglionico.it

Website: www.michelemiglionico.it

Facebook: www.facebook.com/Michele Miglionico Fashion Designer

La perfezione dell’asimmetria di Balossa

balossa3La perfezione dell’asimmetria di Balossa
The collection SS18 Balossa to the “White Milano”

The brand

Maschile e femminile, niente è dato per scontato, contrasto di lunghezze diverse, armonia o disarmonia voluta di forme e proporzioni per la collezione Balossa SS 2018 di Indra Kaffemanaite che rompe brillantemente le regole per declinare un imprevisto che segna un imprinting all’eleganza.
E’ un cortocircuito quello di Balossa, un gioco fra fantasia e realtà, la stilista tratteggia la femminilità della camicia di Balossa, il leit motiv del suo Brand, coniugando l’azzardo di linee insolite al romanticismo, l’imprevisto di una sorpresa per definire il bello, l’asimmetria come regola, il cambiamento per tutto quello che è ordine che diventa disordine….. in armonia.
balossa4Una rielaborazione del concetto che Indra vuole esprimere, poeticamente, dove evidenzia le taglie over con proporzioni e scambi di forme per arrivare a sottili geometrie,  la declinazione della asimmetria della camicia monospalla, l’architettura seducente della camicia che diventa giacca dalle spalle importanti, corpini bustier e lunghezze sbilanciate, sottili geometrie asimmetriche come fourreau su pantaloni diritti – il nero che si sposa al bianco in un gioco armonioso –  il dis-equilibrio di una camicia, aperta sui fianchi, che diventa tunica con il contrariè delle spalle, come un gioiello lo scambio del sinistro con il destro, gli “effetto scamiciato”, tagli e rouches, mantelle, doppi strati, drappeggi, l’esile camicia arricchita da una schiena trionfante, il gioco di Indra rompe le regole per l’armonia di una asimmetria perfetta.
Palette e materiali……l’ossessione per il bianco che si sposa – in armonia – al nero, il beige, il  rosa antico, il rosa e il giallo,  formulando proposte romantiche e molto soft, su tessuti di puro cotone, organza, georgette, lino e popeline elasticizzato riproponendo il 1magico Ramie, un tessuto di origine completamente naturale simile al lino, ricavato dalla corteccia della pianta Boehmeria della famiglia delle Urticacee, coltivata soprattutto in Cina, Brasile, Indonesia e Filippine, che, miscelata al cotone ne aumenta la forza e la capacità di assorbimento….Balossa, la perfezione dell’asimmetria!
Balossa LTD
press@balossashirt.com
www.balossashirt.com

Balossa Ltd.
tel.: +41796404941
office@balossashirt.com
www.balossa.com
www.facebook.com/balossashirt
www.instagram.com/balossaws

Marta Jane Alesiani Arte e Fashion Mitologia greca nella collezione S/S 2018

untitled5 (2)Marta Jane Alesiani  Arte e Fashion Mitologia greca nella collezione S/S 2018

Nuovi talenti che si affacciano al mondo del fashion e, tra tanti, un osservatorio speciale per il nuovo e vero talento Marta Jane Alesiani  che, alla Milano Fashion Week 2017, ha incantato con accenni e contaminazioni assorbite dalla mitologia greca. Marta Jane Alesiani dal curriculum di prestigio per aver collaborato con molti grandi tra cui la storica maison Versace.
Un continuo affermarsi per lei che presenta in questa  occasione una  collection S/S 2018 ispirata alle letture mitologiche dell’Antica Grecia unite al  bicromatismo del bianco e nero, dettagli che fanno una firma stilistica, dietro alla quale si nasconde la creatività artigiana, rigorosamente made in Italy, con una chiara mission, l’unicità, il suo timeless, creazioni uniche dunque, per donne uniche, non banali, creature che raggiungono spunto e forza dal mondo dei colori della natura, della storia e dei ricordi, le sue forme, come origami, aspetti elegantiche si completano leggeri nei gesti, sottolineati dai bagliori dei materiali preziosi. Le sue collezioni  sono capolavori delicatissimi, trame incantate, dove si ritrovano  tutti i suoi sogni, creatività e fantasia fissate nelle sue creazioni ispirate a letture fantastiche, mitologiche, l’Antica Grecia sullo sfondo, dove la natura e le stagioni sono evoluzioni fantastiche, opere mostrate negli angoli più reconditi della mente, sono fissate da leggerezza e trasparenza, immagini, ma anche ricordi, racconti, un lavoro artigiano che crea delle forme che ti avvolgono, ti seducono, lasciandoti sorpreso da tanta leggerezza, questo è il mondo di Marta Jane Alesiani.Marta Jane Alesiani SS18 - foto Sfilata
Le sue creazioni bisbigliano formule magiche, sussurrando e seducendo, dilatando il concetto del bello, partendo da bozzetti visionari realizzati con tempera acrilica, il  gioco di trasparenze degli abiti ricordano i fulmini di Zeus e le morbidezze, quelle delle vesti di Afrodite. Evidente l’unione tra il gioco iconografico della sacralità femminile, omaggiata in tutte le sue sfumature, dall’eleganza all’essenziale, dalla sensualità all’ironia. La designer ripropone un ritmo moderno che si proclama sempre più veloce e che evidenzia una figura femminile decisamente energica ed eclettica, anche qui ogni singolo abito trasferisce un messaggio, grande dedizione per il proprio lavoro fatto con passione e grande positività che prende vita ogni qual volta venga indossato. Grande magia per l’apertura di sfilata, una performance impeccabile con il ballerino Giorgio Colpani, che si esibisce con movimenti fluidi di danza che sinergicamente si incontrano con il mood della collezione.
4I tessuti si presentano con seta lucida, seta stampata, chiffon di seta, pizzi ricamati, rasi di seta , rete oro intrecciata a mano , piume ricamate tramate con fili dorati e blue. I colori scelti sono: il bianco /oro per l’eleganza, il nero/bianco per la modernità  mentre il royal blue per la spiritualità.
La stampa di collezione è stata ricavata da un quadro della stessa Marta che prende il nome dal monte più alto della mitologia greca, l’Olimpo, all’interno di essa, oltre alle geometrie optical, sono state stilizzate le più rilevanti divinità greche, da Zeus a Nettuno, da Atena a Bacco, in un intreccio fantastico di fauni ed esseri mitologici, sirene e ninfee.
I tubini destrutturati  presentano la metà dell’ abito costituita da una giacca da uomo e  l’altra metà fatta di la trasparenze esaltanti il corpo di una donna  sinuosa,  mentre i mini abiti  presentano inserti di pizzo alternati a morbidi  volant,  paillettes ricamate ornano gli abiti da sirena, alcuni capi hanno cinture gioiello e  cappellini fascinator segno riconoscibile del brand, realizzati dalla stessa designer. Le giacche da donna evidenziano uno scollo foulard e pantaloni palazzo con passamanerie realizzate a telaio e per l’uomo giacche con rever diversi e giacche/bomber stampate che danno un tocco di eleganza allo stile sportivo. La linea accessorio, per rendere tutto armonico e perfetto, sempre disegnati dalla stilista, sono orecchini intrecciati di perle e pietre preziose, bracciali imponenti con torciglioni di rete dorata, collane con conchiglie e malachite, il tutto realizzato da Nabel jewels.
www.martajanealesiani.com
Crediti ph: Gabriele Vinciguerra
Le Salon de la Mode-management
lesalondelamode@gmail.com

Qeeboo il nuovo brand ideato da Stefano Giovannoni

03-qeeboo-pupa-armchair-brass-base-indoor-by-andrea-branzi-whiteQeeboo

Qeeboo, il nuovo brand ideato da Stefano Giovannoni, dal fortunato/sorprendente esordio nel 2016 ha catturato velocemente l’attenzione del pubblico internazionale proponendo un’estetica innovativa e una singolare versatilità di interpretazione dei pezzi della collezione, firmati dai più istrionici talenti del design nostrano e internazionale. Andrea Branzi, Front, Richard Hutten, Studio Job, Stefano Giovannoni, Marcel Wanders, Nika Zupanc sanno elevare la plastica a materiale d’eccezione plasmato in forme capaci di connotare l’ambiente con un singolo oggetto.

Qeeboo, ad oggi, è inoltre già presente nei Design Store di importanti musei come Mudec e Triennale a Milano, Biennale di Venezia, Gran Palais a Parigi, Moma New York, Moma Tokyo e negli hub dello shopping mondiale di lusso come Lane Crowford, Harvey Nichols, Kadewe, Selfridges, Rinascente, Excelsior Milano/Macao, Corso Como 10 Milano/Seoul solo per citarne alcuni.

La vetrina del prossimo Maison & Objet 2017 è l’occasione per mostrare una gamma prodotti ricca e diversificata: tra i progetti disegnati nel 2016 segnaliamo la Cherry Lamp dal gambo metallizzato con inedite finiture colorate satinate o metallizzate per la ciliegia, la romantica Ribbon Chair nelle varianti oro e oro rosa, la X Chair con un tema floreale (tutti prodotti a firma Nika Zupanc), la Loop Chair delle Front caratterizzate dal loro tratto tipico “free hand sketches”, la B.B. Chair di Marcel Wanders dalla sua anima fashion, elegante e confortevole, la K Chair di Stefano Giovannoni caratterizzata da una nuova e moderna classicità, due dei prodotti di Andrea Branzi la morbida e avvolgente Pupa Armchair e la Guru Lamp finalmente disponibile.
Oltre ai prodotti 2016, il Kong Lamp di Stefano Giovannoni, il Killer Umbrellastand/Wine Cooler, la Flash Lamp e il Mexico Stool/Planter/Lamp di Studio Job – novità particolarmente apprezzate durante il Salone del Mobile 2017 – sono qui presentate nelle nuove finiture metallizzate e sono ora disponibili a livello internazionale grazie ad una fitta rete di distributori ed un efficiente canale internet.

Appuntamento dunque a Parigi.

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Via S. Giovanni Bosco, 6 – 25125 Brescia (Italy) | clarabuoncristiani.it | info@clarabuoncristiani.it

Elisabetta Armellin si racconta

Elisabetta Armellin  si racconta

“Venezia è la città in cui è nato il mio sogno. Giovanissima, frequentavo l’Accademia di Belle Arti e non sapevo ancora quale destinazione avrei dato alla mia fantasia. Passeggiando per le calli, nel tempio del sogno qual è Venezia, poco a poco prese forma l’idea di dare corpo a qualcosa che non restasse su un piano d’appoggio per essere guardato come “opera”  ma potevo orientarmi sulla realizzazione di oggetti da portare appresso, da toccare, da tenere con sé: la borsa. E’ nato tutto così, quasi per caso. Poi quel  sogno è diventato una bella realtà, il pubblico e la critica hanno cominciato ad apprezzare quelle forme, quel gioco di colori che in realtà avevo copiato da paesaggi impossibili come le visioni che sa offrire Venezia. Anche il marchio che firma le mie borse prende origini dalla città in laguna : “V73” =   V come Venezia e 73 il numero anagrafico del mio primo atelier veneziano affacciato su un canale dove probabilmente l’acqua di mare si confondeva con quella del mio Sile.

Elles Italia di Silvia e Stefania Loriga l’ispirazione del mare evening collecction s/s 2017

Elles Italia

Elles Italia

Elles Italia di Silvia e Stefania Loriga l’ispirazione del mare evening collecction s/s 2017

Ogni stilista ruba ispirazione e concetti da quello che lo circonda, storie e fantasie vissute da ragazzi, insegnamenti e scuole, viaggi intorno al mondo, esperienze, e tutto ritorna come flash, emozioni trasportate sulla carta, per far nascere un capolavoro, lo stilista che usa la sua intuizione creativa per firmare una linea capace di interpretare le sensazioni più vive, linee che arrivano da mondi incantati, che accolgono tutta una gamma di colori ma soprattutto  sensazioni e ispirazioni che, indossate, interpretano il complesso alfabeto della contemporaneità.
E per i giovani stilisti che nascono e vivono sul mare – quello della Sardegna – e vanno per il mondo con le loro professionalità, va evidenziato come il brand si distingua per il suo design contemporaneo, caratterizzato da forme lineari e pure, come il mare, interpretando Elles Italia e rivelando dei precisi contenuti ideali, riferiti al sentire del presente intriso di futuro, dove il tessuto è percepito come scusa per diventare oggetto, luce, per esprimere sentimenti, emozioni, carattere.
Il mare che diventa testimonial, un dettaglio iconico sempre presente nella collezione di due ragazze nate e cresciute sul mare della Sardegna, Silvia e Stefania Loriga, che hanno creato il brand Eles Italia, dai dettagli fortemente strutturali, che lasciano indovinare un mondo fatto di colore e di accenti della natura, dove insieme vivono la passione e il sogno di creare la loro linea moda guardando il mare, da dove traggono l’ispirazione, trovando colori e forme nella profondità del blu, negli stridi rauchi di gabbiani, nei colori spudorati dell’estate e il nero tenebroso dell’inverno sotto il  cielo livido di pioggia, per ripetere all’infinito la storia di un rapporto intenso dell’uomo con il mare, sempre in bilico tra attese e incontri.
Le sorelle Loriga hanno voluto esaltare la Evening Collection primavera estate 2017 del loro brand con uno shooting eseguito direttamente sul loro mare, sulle rocce e sulla spiaggia dove il lentischio e il mirto arrivano all’acqua, dove le rocce sono dolci e levigate dal tempo, e gli olivi sono nani d’argento,  il loro mondo, da dove provengono, mantiene gli elementi che hanno caratterizzato  il progetto del brand. Infatti, prima ancora di scuola e corsi, è il territorio a dare l’imprinting ad un progetto dove la creatività lascia che sia il territorio ad esprimersi, con tutto il fascino, la storia, le vicende remote e i segreti culturali che quella terra manifesta.
I loro sono abiti-tulipano, gonne-bocciolo, grandi e danzanti dalla linea a calla, giacche tagliate a petali, gonne lunghe come fiori mossi dal vento, dai colori rubati alla natura, glicine, teneri rosa, verde prato, un ricamo prezioso per la gonna di una fantastica sirena, collane fiabesche, ironiche corone per ritrovarsi immersi in ambienti da sogno, riflettessi nell’acqua come in specchi magici, fantasmi antichi che appaiono dal nulla.
Eles Italia, la loro Sardegna è nel brand, usano tessuti diversi e preziosi, sembrano onde l’organza, il sensuale chiffon, la seta, ritrovi la loro terra nel luccicare degli Swarovski, nei sorprendenti cristalli e pietre dure rubati alle notti d’estate, la seduzione che crea uno stile diverso – all day perfect.  Una collezione made in Sardegna, un’inedita e innovativa ispirazione estetica che crea un vivace e deciso lifestyle giovane fatto da due ragazze  giovani, la loro terra che diventa ispirazione delle loro passioni, il mare aperto e sconfinato per un mix di sensazioni, scuola di vita e atmosfere, una filosofia di vita forgiata dalla famiglia, un talento innato per trasformare antiche storie di mare in nuove e voluttuose emozioni.
Visitate il sito
Credits: Photography Gianni Fresi – Model Claudia Loi
per Info: LA REVE PR & ADV – infolareve@libero.it

Leggi gli altri articoli di Cristina presenti nella sua Rubrica 

L’eccellenza delle creazioni Haute Couture firmate Samanta Russo

samanta-russo-shooting-springsummer-2016L’eccellenza delle creazioni Haute Couture firmate Samanta Russo

Una “storia” di famiglia tutta al femminile quella di Samanta Russo, giovane stilista dell’omonimo brand che, nel corso degli anni, ha visto succedersi ben 4 generazioni. La prima “High Italian Quality Ladies’ Russo Tailor/Fabric”, infatti, viene fondata nel 1932 dalle sorelle Russo, una delle quali bisnonna di Samanta, emigrate dalla natia Puglia agli Stati Uniti, a Ridgewood (New York). Artiste e creative, i loro abiti incontrano subito un elevato gradimento tra le facoltose donne Newyorkesi, fortemente conquistate dalla moda e dai costumi italiani. Importazione di tessuti esclusivamente Made in Italy e rilevanti collaborazioni con noti stilisti del fashion world Newyorkese, accrescono esperienza e qualità, completate, sempre, da studi sull’evoluzione delle tendenze italiane e da impegni artistici in famose, apprezzatissime Opere Teatrali e Cinematografiche americane. Un samanta-russo-shooting-springsummer-2016Brand caratterizzato da un percorso di stile che da New York ritorna in Italia, passando dalla parentesi parigina, con una grande abilità nella creazioni di abiti Haute Couture straordinari, realizzati secondo la più elevata tradizione sartoriale. Un savoir-faire che si è tramandato di madre in figlia: negli anni ’90, infatti, con mamma e nonna ormai defilatesi dall’Atelier, Samanta Russo decide di iniziare una vera e propria formazione stilistica, teorica e pratica in prestigiose realtà italiane e, alla fine del 2000, riesce a riaprire la storica “High Italian Quality Ladies’ Russo Tailor/Fabric” a Foggia. La sua audace e innovativa gestione della Maison Russo non rinuncia all’alta tradizione storica di famiglia, ma è anche decisa ad iniziare una nuova avventura di esclusività unita a stili rivoluzionari, spesso contrastanti. Samanta disegna abiti dal fascino particolare, con finiture e cuciture d’altri tempi, utilizzando nobili materiali “green” e rigorosamente “Cruelty-samanta-russo-shooting-springsummer-2016Free”. Le collezioni della griffe SAMANTARUSSO sono caratterizzate dalla filosofia “Italian Fashion Evocative Handmade”, cara alle 3 generazioni precedenti, e dedicate ad una clientela esigente, raffinata, che ama uno stile originale, di inconfondibile classe e di grande eleganza. Gli abiti, sebbene rivisitati e rielaborati in chiave moderna, sono indiscutibilmente Classic-Chic: seducenti ma, al tempo stesso, facilmente indossabili; un doppio esercizio di stile per realizzare look che, come sogni, sono evanescenti e senza tempo. Un ensemble di capi arricchiti dalle più preziose lavorazioni, dalla personalissima interpretazione creativa di Samanta Russo che vuol essere l’espressione di un eccelso Made in Italy, che lei stessa considera un impegno ed un privilegio, da indossare con orgoglio. Un mix di textures e di linee, dal taglio semplice e ben definito, riconducono all’âge d’or della couture francese e italiana tra gli anni ’50 e ’60 samanta-russo-shooting-springsummer-2016sapientemente mescolata ad una vocazione astratta dell’arte moderna. Uno stile preciso ma diverso che crea un’eccezionale liaison tra l’allure d’antan ed una visione decisa e serena del futuro. Gli abiti, perfetti per un diner en ville, sono romantici, aggraziati, seducenti e pratici, un passe-partout per la poliedrica giornata della moderna businesswoman che passa dal lavoro alle occasioni mondane. Mises uniche ed esclusive che la griffe SAMANTARUSSO dedica alla donna “unica” che le indosserà.