SCAB Design vincitore di A’ DESIGN AWARD con Nemo.

image002SCAB Design vincitore di A’ DESIGN AWARD con Nemo.
Ars Futura Cultura, questo il motto di A’ DESIGN AWARD, premio che per il 2017 sceglie Nemo tra i prodotti che migliorano il nostro futuro.
NEMO, il basamento disegnato da Roberto Semprini per SCAB Design, si aggiudica la vittoria nella categoria Furniture, Decorative Items and Homeware Design del prestigioso concorso A’ DESIGN AWARD.
SCAB Design è particolarmente orgogliosa di ricevere questo autorevole riconoscimento nato nel 2009 da uno studio del Politecnico di Milano, destinato a divenire non soltanto un rilevante premio, ma anche un indicatore di qualità di livello internazionale.
Grazie alla sua giuria di 173 membri di alto livello, scelti tra giornalisti, designer, imprenditori e accademici, il premio dà risalto – tra milioni di proposte segnalate ogni anno – a tutti quei servizi, prodotti, concept e progetti che rappresentano una reale innovazione e un significativo progresso sia tecnologico che culturale per sostenibilità, funzionalità, estetica, originalità e facilità d’uso.
NEMO è stato premiato proprio nell’anno in cui SCAB Design festeggia i suoi primi 60 anni, fatti di passione, ricerca e ingegnosità e si impone all’attenzione per il riconoscimento ottenuto all’A’ DESIGN AWARD, l’Omega Particle, simbolo del connubio tra razionalità e creatività che si fondono in un meraviglioso equilibrio nel processo di progettazione.
Ispirato a forme semplici e armoniose, decise ma fluide, NEMO, pensato per soddisfare soprattutto le esigenze del mondo contract e hospitality, laddove praticità, compattezza, comfort e stile sono esigenze imprescindibili, è un basamento adatto all’uso esterno e interno, con top tondo o quadrato.
La base ha 4 razze in alluminio pressofuso, con piedini regolatori, e colonna centrale quadrata con angoli arrotondati, in alluminio verniciato opaco, staffe di fissaggio al piano, anch’esse in alluminio pressofuso.
NEMO è reso ancora più speciale dalla possibilità di scegliere la versione affiancabile, dotata di movimento ribaltabile e maniglia, che facilitano l’allineamento e l’avvicinamento di più tavoli, grazie anche alla forma totalmente innovativa delle razze che si inseriscono l’una sull’altra in modo semplice e razionale.
NEMO sarà esposto in Italia presso il MOOD (Ex Chiesa di San Francesco di Como), dal 6 al 26 giugno 2017 e all’estero, con sedi e date in via di definizione.

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Milano, Viale Monte Grappa 14 • Brescia, Via Zuccari 14 (Italy) | clarabuoncristiani.it | info@clarabuoncristiani.it

Peri Peng

 Peri Peng è un architetto abilitato dello State of Illinois, LEED Accredited Professional (BD+C), membro dell’American Institute of Architects. Attualmente, Peri Peng si concentra sul rinnovo degli ambienti interni di centri commerciali, hotel e resort, uffici e navi da crociera negli Stati Uniti e in tutto il mondo. CallisonRTKL è più della progettazione negli edifici. Gli ambienti brandizzati di successo esistono in molti spazi. Mentre ogni tipo di ambiente e cliente richiede un approccio dedicato, il processo onnicomprensivo di ideazione, creazione e sviluppo di ambienti brandizzati è resta costante. Il nostro team ha affinato un raro spettro di competenze che si occupa di un’ampia tipologia di ambienti.

EmilGroup | The ridge

image008In-Essence, di Provenza, con il progetto The Ridge conquista la menzione d’onore al “Ceramics of Italy Tile Competition”.
Un progetto di restyling per un esclusivo resort a Lake Geneva, città del Wisconsin, Stati Uniti.

Tipologia progetto: Commerciale/Hospitality

Nome progetto: The Ridge at Lake Geneva

Architetto Designer: Peri Peng

Azienda: CallisonRTKL

Luogo: Lake Geneva, Wisconsin USA

The Ridge è una recente ristrutturazione (conclusasi nel 2016) di una proprietà conosciuta image009come Geneva Ridge Resort a Lake Geneva, Wisconsin. Un lavoro di restyling promosso dalla CallisonRTKL dal Paloma Resort Properties, capace di rinnovare, in chiave contemporanea, il tratto architettonico di tutte le 146 proprietà di cui si compone il resort.

Molte le sfide che gli architetti hanno dovuto affrontare: prima fra tutte una suddivisione non razionale ed ottimale degli spazi al piano terra, condizionata dalla presenza di una finta abitazione nell’atrio; un posizionamento tutt’altro che ideale del ristorante e delle aree pubbliche disposte a più livelli.

Ognuno di questi elementi ha avuto per molti anni un ruolo preciso nella tradizione e nell’attività del Geneva Ridge Resort; ecco perché il team di CallisonRTKL ha approcciato questo progetto di rinnovamento architettonico con grande sensibilità ed attenzione verso la storia di questo luogo, andando a valorizzare gli aspetti architettonici-semantici della struttura.

image010Proprio nel segno del rispetto dell’unicità di questo luogo, è stato ricercato un rivestimento attuale che rendesse contemporanei gli ambienti, senza cancellare la storia: è stata scelta la collezione In-Essence del brand Provenza.

Una collezione che ha permesso di rispettare l’ambientazione che circonda il resort, valorizzando la natura del luogo con un’impronta moderna, attraverso le nuance dei colori di Lake Geneva: dai suoi splendidi dintorni naturali, verde e ambra, alle sfumature di blu del vicino lago.

Il mood di In-Essence, infatti, si compone dell’interpretazione di una raccolta di materiali di recupero che vengono restituiti ad una nuova vita. Su queste superfici possiamo ritrovare i segni della natura e le tracce del tempo.

Il formato utilizzato è il 15×120, nella tonalità legno sbiancato. Una scelta, voluta dagli architetti, per trasmettere quel sapore vissuto, ma contemporaneo, indispensabile per rendere accogliente il resort.

La scelta di In-Essence, unisce l’estetica del legno alla funzionalità della ceramica: può vivere sia in esterno, che interno senza temere l’usura del tempo e degli agenti atmosferici, non ha bisogno di manutenzione, è impermeabile ed è facile da pulire.

“The Ridge si è affermato come il miglior luogo d’incontro per eventi e celebrazioni locali – dichiara Debora Laterza, Direttore marketing Emilgroup -. Aver contributo a quest’opera con la nostra collezione In-Essence ha un valore aggiunto in più per noi: questo progetto, infatti, ha ottenuto la menzione d’onore in occasione del Ceramics of Italy Tile Competition”.

Cos’è il premio Ceramics of Italy Tile Competition

Giunto alla sua 24° edizione, Ceramics of Italy Tile Competition è il progetto di riconoscimento più longevo del suo genere. Un premio nato con l’obiettivo di valorizzare l’utilizzo del materiale ceramico italiano in importanti e prestigiosi opere architettoniche del Nord-America.

Alla competizione, promossa da Confindustria Ceramica e da Italian Trade Agency, partecipano progetti di grande rilevanza divisi in tre macro aree: residenziale, commerciale e istituzionale.

La giuria è formata da autorevoli rappresentanti del mondo dell’architettura chiamati a esaminare e valutare i progetti. La selezione si conclude con la premiazione di tre progetti e tre menzioni onorevoli.

I criteri di valutazione riguardano l’uso creativo ed efficace del materiale ceramico italiano, la qualità complessiva dell’installazione, la bellezza estetica e la funzionalità del design e gli attributi sostenibili del progetto complessivo e i materiali utilizzati.

Sebbene siano molto diversi per portata ed estetica, i progetti illustrano come il materiale ceramico italiano svolge un ruolo importante nella realizzazione di progetti di interior design e dell’architettura. Dai suoi vantaggi funzionali – durevole, igienico e facile da manutenere – alle qualità superiori che distinguono i produttori italiani – tecnologia all’avanguardia, qualità senza pari e eccellenza estetica – il materiale ceramico italiano è un prodotto versatile e ad alte prestazioni di cui gli architetti ed i progettisti sono sempre ripetutamente alla ricerca.

La premiazione del 2017 è avvenuta in occasione del Coverings – la più grande fiera di piastrelle e pietre in Nord America, che si è svolta dal 4 al 7 aprile presso il Convention Center di Orange County a Orlando, FL.

Profilo Azienda Designer: Peri Peng è un architetto abilitato dello State of Illinois, LEED Accredited Professional (BD+C), membro dell’American Institute of Architects. Attualmente, Peri Peng si concentra sul rinnovo degli ambienti interni di centri commerciali, hotel e resort, uffici e navi da crociera negli Stati Uniti e in tutto il mondo. CallisonRTKL è più della progettazione negli edifici. Gli ambienti brandizzati di successo esistono in molti spazi. Mentre ogni tipo di ambiente e cliente richiede un approccio dedicato, il processo onnicomprensivo di ideazione, creazione e sviluppo di ambienti brandizzati è resta costante. Il nostro team ha affinato un raro spettro di competenze che si occupa di un’ampia tipologia di ambienti.

Ufficio Stampa: Clara Buoncristiani

M. + 39 366 3353579

Ufficio Comunicazione SpotOn: Giuseppe Allegro

M. +39 335 8023672

Kit make up da Al femminile

IMG-20170517-WA0007Grazie Al femminile che mi hai scelta non ci speravo piu
È la prima volta !!!
Di seguito le mie recensioni

La base trucco inizialmente non mi era piaciuta poi mi sono ricreduta
Buona da sola da un effetto viso compatto
La texture cremosa alla vista poi al tatto risulta sofficissima

Stesa sul viso risulta finissima , impalpabile e l effetto pare cipriato
Ho applicato subito dopo un fondotinta in crema e mi sono accorta che la base sotto mi facilitava la stesura inoltre il make up è rimasto intatto tutto il giorno

Il mascara eccezionale!!!
Mesaude con questo mascara si è superata lo scovolino permette una applicazione ottimale
Partendo dalla base delle ciglia fino ad arrivare alle punte con movimenti a zig zag le ciglia risultano realmente piu lunghe e voluminose persino le mie che sono poche e corte e cosi finalmente ho trovato il mascara adatto alle mie ciglia
Grazie Mesaude grazie Al femminile!!!
Il nero intenso veste le ciglia di una eleganza estrema

La matita occhi che ho ricevuto nel colore viola é fantastica !
Facilissima nell applicazione ha un bel tratto morbido e non irrita i miei occhi ipersensibili perfetta a prova di pianto poteta rimuoverla con uno struccante bifasico

Il rossetto Natura verde bio
Mi é arrivato nel colore rosa mattone pure natural
La scorrevolezza sulle labbra è ottima come anche il colore pieno e intenso brillante
Lascia le labbra idratate a lungo
Tenuta superba
No sbavature
Un prodotto perfetto!!!

Il rossetto Beautiful nel colore pink metal ha una scorrevolezza inferiore a quella che mi aspettavo e inoltre l ho dovuto applicare piu volte durante l arco della giornata
Il colore buono
Il pacaging ottimo
Comodissimo l astuccio che si apre e chiude a scomparsa
No sbavature
Il profumo di questo rossetto è bellissimo sembra fragola !
Insomma il kit make up che ho avuto l onore e il piacere di provare grazie ad Al femminile per me ha un 10 E LODE!!!

Angelamaria Micillo

Carta Igienica umidificata Scottex

SCOTTEXCarta Igienica  umidificata Scottex

Eccomi qui con voi oggi
Oggi sono qui per parlarvi di un prodotto di igiene personale rivoluzionario ideato da scottex che ho potuto testare grazie al sito Testamus la nuova carta igienica umidificata come vedere dalla foto il pacchetto è quello tipico delle salviettine umide ma la carta igienica umidificata scottex e rivoluzionaria dopo averla usata sono rimasta davvero sconvolta dall’eccellenza di questo prodotto che può essere tranquillamente usato al posto del bidet fuori casa ma anche se si va di fretta in casa lascia la pelle pulita fresca e profumata a lungo con una sensazione di benessere profonda la profumazione delicatissima a volte a tratti ricorda agli agrumi ma è delicatissima la salviettina rispetta la pelle il pH naturale della pelle non arrossa e non irrita consiglio a voi tutti e di provare la carta igienica umidificata scottex e di scrivere il vai al sito Testamus vi lascio il link  perché è un sito che mi ha dato la  possibilità di testare un prodotto che da sola non avrei mai acquistato un bacio grande a tutti alla prossima

Angelamaria Micillo

Adele-C | 56 Day Bed VS Bon Ton

image004 (1)Al Salone del Mobile Adele-C ha inscenato i diversi modi di abitare secondo il suo universo estetico.

Accanto a una produzione ricca di prodotti iconici come il 56 Day Bed di Ron Gilad, seduta ironica che poggia sulla Thonet n.14 miniaturizzata o la storica Zarina, nuovi arredi carichi di suggestioni, come il tavolo e le sedute Bon Ton disegnati da Michela e Paolo Baldessari. Una collezione giocata sulla percezione degli opposti.

I tavoli adottano piani in legno multistrato reinterpretato in modo nuovo, raffinato e image003contemporaneo e si appoggiano su una base metallica dalle finiture ricercate e preziose. La base è composta da anelli sagomati, doppiati ed incrociati, secondo un sofisticato disegno asimmetrico. Generosi raccordi si alternano a spigoli netti, creando un curioso gioco di inversioni.

image005 (1)La collezione Bon Ton si completa con due sedute dalla struttura in legno massello a sezione variabile che si torce assecondando il corpo, mostrandosi sempre diversa a seconda della prospettiva del nostro sguardo. La struttura in legno si combina con quella in tubolare metallico, definita da una sezione molto sottile e squadrata. Il rivestimento tessile o in pelle è un intreccio continuo, composto da due grandi nastri che si avvolgono intorno alla struttura.

Ma Adele-C è questo e molto altro, sul sito www.adele-c.it troverete tutte le novità presentate al Salone del Mobile 2017. Ciascuna definita da una sua personalità e un suo carattere preciso, che aspetta di essere scoperto e apprezzato.

Curiosità, innovazione, bellezza per una realtà fortemente radicata nel design!

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Milano, Viale Monte Grappa 14 • Brescia, Via Zuccari 14 (Italy) | clarabuoncristiani.it | sandra@clarabuoncristiani.it

Lactacyd

20170520_175814Ciao a tutte ragazze rieccomi qui con un nuovo prodotto da testare come ambasciatrice questa volta dal sito trnd il prodotto è Lactacyd intimo olio prezioso ho ricevuto 55 campioncini in mano bustina di cui 25 da distribuire ad amici e familiari ho iniziato da pochi giorni il passaparola per quanto mi riguarda il prodotto lo trovo davvero buono le zone intime risultano deterse delicatamente riacquistando la giusta idratazione questo Lactacyd intimo olio prezioso è stato studiato a proprio per affrontare i problemi di secchezza intima in effetti ho trovato davvero giovamento e dopo aver usato il prodotto per tutta la giornata la sensazione di idratazione di freschezza e di polizia e totale delicato appena si mette sulla mano sembra come un sottile gel che a contatto con l’acqua fa una leggerissima schiuma subito si risciacqua lasciando la pelle morbida ed idratata rispettando il pH della pelle continua a testarlo e nelle prossime settimane vi renderò conto più dettagliatamente ti suggerisco di iscrivere VIA trnd nel caso in cui vorreste essere invitate da me lasciate pure nei commenti la vostra email se non volete lasciarla nei commenti potete inviarmi l’email con un messaggio di posta elettronica al mio indirizzo di moda stilema chiocciola libero.it ciao a presto alla prossima
Angelamaria Micillo

Matera Capitale Europea della Cultura palcoscenico dell’Alta Moda Internazionale

PREMIO MODA 2017

Matera Capitale Europea della Cultura

Matera Capitale Europea della Cultura palcoscenico dell’Alta Moda Internazionale

Premio Moda®  “Città dei Sassi”

Concorso Internazionale per stilisti

9^ edizione – Matera (Italy), 10 giugno 2017

Scadenza iscrizioni (21 febbraio 2017),

Sabato, 10 giugno 2017 è in programma il Premio Moda® “Città dei Sassi”, concorso internazionale per stilisti giunto alla 9^ edizione e che anche quest’anno celebra l’evento attraverso il tema “moda, eleganza e creatività”.

Il premio è una competizione di stilisti di alta moda istituito per promuovere artigiani/creativi della moda in total look femminile provenienti da ogni parte del mondo che partecipano all’evento per mettere in luce le proprie capacità artistiche e farsi conoscere attraverso i media ad un pubblico internazionale grazie alla presenza di esponenti della moda,  degli organi di stampa, delle  reti  televisive e del pubblico.

Il concorso ha lo scopo di selezionare e premiare creatori e fashion designers per promuovere e valorizzare il talento attraverso la presentazione in passerella di originali creazioni d’alta moda nella città di Matera, Città Unesco e designata a Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Sono ammessi:
diplomati di Accademie, Università e/o scuole statali e private, professionisti disegnatori, stilisti di moda, modellisti, operatori moda e autodidatti che abbiano compiuto il 18° anno di età e che non abbiano superato il 40° anno di età.

Saranno attribuiti i seguenti premi:

Premio Moda® “Città dei Sassi” – Premio Moda® al Cinema (dedicato all’attrice Ingrid Bergman),  Premio Moda® della Critica –  Premio Moda® “Matera 2019” – Premio Moda® Giornalistico – Premio Moda® Serikos
Successivamente, a chiusura dei termini di iscrizione (21 febbraio 2017), una giuria tecnica, appositamente nominata,  decreterà gli otto stilisti finalisti che avranno la possibilità di presentare una  collezione di  creazioni di moda, nello specifico di Alta Moda Donna, sezioni Abbigliamento e Accessori.

Nella serata dell’evento, davanti a una giuria speciale composta da esperti e rappresentanti illustri del mondo della moda italiana, dell’imprenditoria locale e delle associazioni di categoria, affiancata da una giuria composta da rappresentanti della stampa, gli stilisti proporranno le proprie originali creazioni nella suggestiva Città dei Sassi.

Concluso il premio, l’evento continua sul sito web www.premiomoda.it  attraverso una vetrina virtuale del “Premio Moda®” per far rivivere non solo la serata, ma anche il fascino della città dei Sassi.

Il successo del Premio Moda Città dei Sassi va ricercato nel sempre maggiore impegno profuso dall’organizzazione nel migliorare la manifestazione, sempre più apprezzata dalla stampa specializzata.
Al Premio Moda® 2017 si registra la presenza di numerose personalità provenienti dal mondo istituzionale, della moda, del giornalismo, della tv e del cinema. In proposito gli organizzatori hanno avviato importanti collaborazioni con stilisti e personaggi illustri del panorama italiano i cui nomi verranno resi pubblici durante la conferenza stampa che si terrà a Matera nei primi giorni del mese di giugno 2017.

La consapevolezza di  avere come cornice dell’evento in oggetto una location di altissimo livello culturale rafforza la grande attrazione da parte degli addetti ai lavori nei confronti del Premio Moda® promosso da nove anni consecutivi nella Città dei Sassi dalla Publimusic.com  di Matera in collaborazione con l’Associazione Culturale “Officina della Cultura”.

Il concorso scade il 21 febbraio 2017.

Regolamento e condizioni per la partecipazione al concorso sono disponibili su richiesta a: concorso@premiomoda.it

Presidente

Officina della Cultura
Dott. Vincenzo Scasciamacchia

PREMIO MODA®  – CITTA’ DEI SASSI
Press Office:  Nicola Altomonte
Mobile:          + 39 340 5402210
Website
Email  :         premiomodamatera@libero.it

Specchietto mybeauty.it

Specchietto mybeauty.itCiao a tutti rieccomi qui con voi per farvi vedere cosa mi è arrivato oggi un bellissimo specchietto da borsa con il doppio specchio interno da il sito mybeauty.it per aver raggiunto la soglia delle 200 recensioni tra qualche giorno riceverò a quello della soia 300 recensioni che sarà un bellissimo kit pennelli mi mostrerò poi anche quello ti invito a lasciarvi qui sotto nei commenti i vostri indirizzi email così vi presento per la registrazione a mybeauty punto.it ne vale la pena inoltre vi ricordo che su questo sito ogni settimana c’è la possibilità di testare qualche prodotto ciao alla prossima
Angelamaria Micillo

San Nicola in cinque opere della Pinacoteca

Giaquinto, san nicola salva i naufraghiSan Nicola in cinque opere della Pinacoteca
6 maggio – 4 giugno 2017

In occasione della tradizionale festa di San Nicola, patrono di Bari e tra i Santi più venerati della cristianità orientale, la Pinacoteca propone un piccolo percorso iconografico attraverso cinque opere della sua collezione, dal medioevo al contemporaneo. Cominciamo dall’icona più antica del museo, la Pala raffigurante il santo e storie della sua vita: è una tempera dipinta su tavola lignea di autore pugliese, risalente al XIII secolo, proveniente dalla chiesetta di Santa Margherita a Bisceglie. Impostato secondo la tradizionale iconografia bizantina, il dipinto raffigura il Santo benedicente in posizione frontale, circondato da una cornice di piccole scene che raccontano episodi della sua vita e miracoli post-mortem. Uno dei suoi miracoli più famosi è anche illustrato nella tela di Corrado Giaquinto, San Nicola salva i naufraghi, del 1746. L’opera costituisce un modelletto che il maestro molfettese realizzò per la grande pala perduta nella chiesa romana di San Nicola dei Lorenesi. Il Santo, protettore dei marinai, san nicola (1)mercanti e naviganti è rappresentato mentre porta in salvo l’intero equipaggio di una barca in balìa delle onde, con l’intercessione della Vergine Immacolata. Il soggetto marinaresco è poi ripreso anche nel grande lavoro di Raffaele Armenise, la Festa di San Nicola a Bari, del 1920, che descrive l’arrivo delle barche cariche di pellegrini per la festa patronale, presso il molo Sant’antonio, all’epoca in cui non era stato ancora costruito l’attuale lungomare Imperatore Augusto. Di carattere più devozionale è il Ritratto del Santo di Nicola Mascialino, del 1930, qui accompagnato dalla presenza dei bambini nella botte, riferimento a un altro dei più noti miracoli del vescovo di Mira, che è anche protettore dei bambini. A chiusura della piccola esposizione, un  olio su vetro di Gabriela Desvaldi, pittrice contemporanea specializzata nella rivisitazione delle icone bizantine, con la sua Icona che richiama la tradizionale impostazione iconografica della pala di Bisceglie.

Pinacoteca Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”

via Spalato, 19/Lungomare Nazario Sauro, 27

ex Palazzo della Provincia (IV piano)   080/5412420

pinacoteca@cittametropolitana.ba.it

www.pinacotecabari.it

#PNPmilano 6.0 – L’Alta Moda aiuta i Bambini

PNP 6.0#PNPmilano 6.0 – L’Alta Moda aiuta i Bambini
Oltre 90 brand metteranno a disposizione i propri articoli, anche della stagione corrente al momento in vetrina! Vendita di abbigliamento e accessori Uomo, Donna e Bambino

Abbiamo il piacere di invitarvi alla 6a Edizione di Profit-No-Profit – L’Alta Moda aiuta i Bambini: vendita di Alta Moda a scopo benefico. Saranno presenti oltre 90 Brands con collezioni abbigliamento e accessori Uomo, Donna e Bambino con sconti fino al 80%. L’Alta Moda come assoluta protagonista e si presenta con grandi novità durante i suoi quattro giorni di shopping (dal 13 al 16 maggio ): cose belle, a basso costo e a fin di bene.

L’intero ricavato andrà in beneficenza a favore di due Onlus dedicate ai bambini con gravi patologie: Associazione per il Bambino Nefropatico Onlus e Panda Onlus.

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Via Pasubio 5, Milano – 1° Piano

Orari di apertura:
13 Maggio – dalle 11.00 alle 21.30
14/15 Maggio – dalle 10.00 alle 21.30
16 Maggio – dalle 10.00 alle 14.00

Marcia Boni
CEO
MARCIA BONI PR FIRM
Marketing/PR/Events
Via Monte di Pietà, 21
20121 Milano
T. +39.0245071234
www.marciaboni.com
mail@marciaboni.com

Diemmebi rinnova il suo appuntamento all’Interzum 2017

image002Diemmebi rinnova il suo appuntamento all’Interzum 2017

Colonia, 16 – 19 maggio 2017

Protagonista laKendò e tante altre novità.

Diemmebi torna alla Fiera di Colonia forte dell’Interzum Award High Product Quality – Intelligent material & design conferito nel 2015 alla seduta laKendò disegnata da Angelo Pinaffo. Ricordiamo che il premio era stato assegnato per il design della ruota che consente un impilaggio perfetto di una sedia con ruote sia verticalmente che orizzontalmente, come nessuna altra seduta per collettività. Un progetto che già nel nome esprime i tratti caratterizzanti: semplicità e resistenza. Il riferimento immediato è il Kendo, l’arte marziale dei Samurai legata alla filosofia Zen, dove l’armonia è fusione di spirito, estetica e tecnica, e il vuoto e l’assenza diventano sinonimo di infinite possibilità. Il seme dell’idea è nelle linee del profilo image003della sedia, che evocano in maniera stilizzata una delle tipiche pose del Kendoka: la gamba anteriore piegata in avanti, la posteriore tesa. Un’immagine statica, ma con un’intrinseca forza dinamica.

LaKendò è una seduta robusta dall’aspetto essenziale che cambia “pelle” con estrema disinvoltura, concepita come modulo compositivo versatile e funzionale. L’ampia possibilità di configurazione permette alla seduta di trovare un naturale impiego in ambienti di lavoro, uffici, collettività, di studio, spettacolo e contract. Proprio questa valenza, che apre ad una facilità di impiego, fa si che il prodotto venga apprezzato e richiesto in modo significativo dagli architetti.

Oltre a laKendò, verrà dato spazio a Busy, la sedia in un’unica scocca di alluminio stampato disegnata da Alberto Basaglia e Natalia Rota Nodari. L’assemblaggio avviene attraverso un’apposita tecnologia che permette di avvolgere la lamiera al tondino. La trama “a pois”, ne è l’elemento caratterizzante, rendendo la seduta leggera e maneggevole. Pensata per l’outdoor completamente colorata, è adatta anche per ambienti indoor con la struttura in acciaio cromato.

A Interzum 2017 non mancheranno le novità in anteprima assoluta: il tavolo Tekno disegnato da Angelo Pinaffo e la serie di tavolini Leg03-Leg04 disegnati da Alberto Basaglia e Natalia Rota Nodari.

Vi aspettiamo dal 16 al 19 maggio nella Hall 5.2 – Stand F041. Sarete accolti da uno spazio espositivo di 110mq studiato secondo le nuove linee di comunicazione che hanno recentemente interessato anche il sito web. I prodotti esposti verranno accompagnati da video interviste ai designer, fasi di lavorazione e animazioni 3D proiettate contemporaneamente su un maxi schermo 6×2 per esplicare la multimedialità aziendale.

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Milano, Viale Monte Grappa 14 • Brescia, Via Zuccari 14 (Italy) | clarabuoncristiani.it | info@clarabuoncristiani.it

1000 anni di terracotta dell’Impruneta

61000 anni di terracotta dell’Impruneta
L’Azienda Mital ci racconta la civiltà del cotto dal colore rosso brunito
File di stranieri con il naso all’insù, si intravede un ombrellino indicativo, precauzione della guida turistica in caso di smarrimenti in una città bellissima, piena di zone fatte di arte, storia e fascino ma anche di angoli segreti, stradine che svelano cancelli che si aprono su giardini pieni di fiori, piazze quasi sorprese dalla magnificenza dei monumenti, statue, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Duomo, orgoglioso e massiccio, dal 1419 si staglia con la sua incredibile cupola rossa fatta di terracotta diventando il simbolo della città.
Orci e Brunelleschi, la terracotta dell’Impruneta affonda le sue radici nel periodo Medievale, la “civiltà del cotto“ nata nel XI secolo, questo affascinante mondo color rosso 5brunito, vive ancora grazie alle poche fornaci rimaste, attività delle famiglie patriarcali di una volta tra cui la Mital, 100 anni di vita dell’Azienda della famiglia Mariani.
Impruneta, un paese confinante con Firenze, dove tutto è rosso, il rosso del cotto imprunetino, colore che più di ogni altro evoca la magia dei paesaggi, della campagna e delle tradizioni toscane, dovunque polvere rossa dalle sfumature che vanno dal rosa dei tramonti sull’Arno qui vicino al rosso porpora più carico, un paese dove si conoscono tutti, e si ritrovano, nella grande piazza del Comune, fatta a conchiglia, morbida, quasi una culla, i vecchi, gli uomini e le donne, i bambini, la gente si guarda nel viso, diretta, un oasi sospesa nel tempo, il lavoro li rende unici, in questo borgo millenario, storie di famiglie forgiate sul fuoco delle fornaci, generazioni di uomini che hanno creduto nella terra, l’acqua, il fuoco, la creta, il galestro…..elementi che risalgono addirittura ai lavori del Brunelleschi quando il cotto si produceva all’Impruneta fin dal 1098 e il Brunelleschi scelse gli artigiani dell’Impruneta nel 1419 per le tegole e i mattoni della cupola del Duomo di Firenze.
Oggi l’Azienda Mital sembra un borgo incantato dove arrivi e la sede della fabbrica è piena di fiori sulle finestre, muri a facciavista, e ti incuriosisci per sapere la storia……una bella storia quella della fornace della Famiglia Mariani, il padre Angiolo, un bel signore accanto ai suoi tre figli, Luigi, Franco ed Enrico ed il nipote Marco, una fabbrica che sembra sospesa nel tempo, ottocentesca, ingentilita dal verde squillante dei prati intorno, dai cipressi toscani imponenti e altezzosi e le viti dai grappoli ancora verdi, una Azienda ha visto ben 2 guerre e perché oggi il lavoro è difficile ma rimane sempre una avventura affascinante, nata agli inizi del ‘900, più di cento anni fa, una storia vissuta con gli operai, perché alla Mital si lavora tutti insieme.
Galestro e ossido di ferro, ci spiega Enrico, uno dei 3 figli Mariani, sono gli elementi fondamentali della terracotta dell’Impruneta: il galestro, un particolare è un tipo di tipo di argilla che rende il prodotto incredibilmente resistente al freddo, e l’ossido di ferro, la componente chimica che gli conferisce quella fantastica sfumatura di rosso, non a caso nota come “rosso terracotta”.  Il galestro è anche chiamato in gergo “terracotta antigelo“, garantita per temperature fino ai -30°.
Noi siamo gli ultimi artigiani, l’artigiano dell’Impruneta è quello che si dice un artigiano creativo, qui si nasce e si cresce e la passione ci forgia, la nostra generazione non ha avuto scuole, si impara direttamente in fabbrica i diversi tipi di lavorazione, tra cui a modello, a lavoro tondo e a lavoro di fondo. I primi due prevedono l’utilizzo di stampi di vario genere, mentre l’ultimo solo ed esclusivamente a mano libera.
Ovviamente il lavoro di fondo si rivela il più affascinante in assoluto: osservare un mastro vasaio che lavora senza l’aiuto delle forme è come seguire lo sviluppo di una vita nella sua gestazione materna, lenta, precisa, in cerca della perfezione assoluta diventando uno spettacolo della natura.

MITAL Via di Cappello, 31, 50023 Impruneta FI
Tel/Fax +39.055 2011414
info@terrecottemital.it

Leggi gli altri articoli di Cristina presenti nella sua Rubrica 

Midsummer cuscini decorativi

Cover-Ricky-Castelli-ft-S lowresMidsummer cuscini decorativi

l brand italiano MIDSUMMER, che offre soluzioni per l’ambiente notte, annovera in collezione anche cuscini disegnati dall’illustratore francese Jean Luc Guerin, conosciuto per il suo tratto unico ispirato dall’antica arte del tatuaggio.

I cuscini Midsummer sono piccoli oggetti universali, completano un raffinato letto o un sofisticato divano, decorano gli spazi con eleganza e ricercata semplicità.

Grandi fiori e animali fantastici nati del famoso illustratore francese Jean Luc Guerin, vengono riproposti come decori originali intarsiati su preziosa seta. Nella filosofia Midsummer i materiali hanno un ruolo predominante, la ricerca costante dei migliori tessuti ci consente di allestire prodotti dalla forte carica estetica, emozionale e di grande comfort.

Un complemento semplice come può essere un cuscino, quando è fatto ad arte, decorato e impreziosito dalla consistenza della seta, va oltre l’idea di accessorio e si trasforma in oggetto d’affezione.

Questi elementi sono alla base dell’idea di casa Midsummer. Una casa elegante e unica, capace di raccontare chi la abita e di emozionare che la visita. Le decorazioni, le combinazioni dei colori naturali, a contrasto o in scala cromatica, rendono i cuscini adatti a completare e arricchire tutti gli spazi della casa. Dalla camera da letto al living, dalla sala da pranzo al giardino d’inverno.

Se amate i contrasti o le contaminazioni tra stili differenti, se amate i fiori o gli animali selvaggi, le oltre sessanta combinazioni possibili tra decori e colori – tanti, naturali ma anche potenti e saturi -scateneranno la vostra fantasia, la faranno correre libera.

È ispirata all’antica arte del tatuaggio la collezione di cuscini in pura seta Midsummer. Gli animali, le farfalle e i fiori disegnati dal famoso illustratore francese Jean Luc Guerin uniscono alla preziosità dei materiali l’allure del segno contemporaneo. Realizzati in pura seta con disegno sul fronte, con fascia laterale e finitura a cordoncino. Imbottitura in piuma e piumino d’oca.

Misura: 55 x 55 cm

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Milano, Viale Monte Grappa 14 • Brescia, Via Zuccari 14 (Italy) | clarabuoncristiani.it | sandra@clarabuoncristiani.it

La Toscana di Elena Conti

dubai (1)La Toscana di Elena Conti
2 opere della giornalista/artista in mostra a Dubai
“Italian Vanity Art Exhibition”
4-7 maggio 2017
Gallery of Light- Dubai Community Theatre & Arts Centre (DUCTAC) Mall Of The Emirates

Elena Conti, di professione giornalista, con una grande passione, l’arte e la pittura, che vive con il cuore, passando dal ticchettio del suo pc alla tela, dal pensiero ragionato all’emozione che le da il pennello che scorre rapido sul canvas, una tela che si riempie di sogni, di ricordi e di emozioni, i suoi occhi pieni di mare con la mente e il cuore verso il suo elemento, il mare, che sogna, lei lo guarda sorpresa, come per la prima volta, scruta l’orizzonte, ci si perde, in sogni e nostalgie fanciullesche, e vive la bassacanzone lenta e inesorabile del suo mare, sogni legati al mare, una vita cadenzata dal movimento delle onde, una ninna nanna inesorabile, dolce, ripetuta senza tempo per ripetere all’infinito la storia di un rapporto intenso dell’uomo con il mare, sempre in bilico tra attese e incontri.
E l’artista Elena Conti vive la sua passione giocandoci, fissandola sulla tela e spingendo chi osserva a sognare con lei, forse a fuggire verso voglia d’evasione, isole incontaminate, tramonti e fughe d’amore, lontano, fino a Dubai…..dove fa scoprire la sua Toscana, con due sue opere selezionate in mostra a Dubai nella prestigiosa “Italian Vanity Art Exhibition” edizione del 2017 dal 4 al 7 maggio, nell’Emirato di Dubai.
E’ una Toscana piena di luce e di colore fissata sulla tela, quella vista con gli occhi ell’eclettica giornalista/artista Elena Conti, una narrazione che nasce dai suoi ricordi della terra toscana, piena di rose, iris, pampini d’uva e pergolati, il gracidare delle cicale, dal mare incontaminato della sua Maremma, e magicamente l’artista porta il visitatore per mano in un viaggio nella sua terra, alla scoperta di spettacolari panorami, terre verdeggianti fatte di silenzio, per scoprire una regione unica, il suo verde, le colline 17265021_10210701646931755_3283938461857619031_n (1)delineate dai cipressi, il cielo azzurro, il succedersi regolare dei filari di vite, i profumi della macchia e della terra umida, il suo mare, il Tirreno mai uguale con il suo profumo di salmastro: Summer in Tuscany – con immagine della campagna maremmana in piena estate dopo il raccolto del grano – e Turquoise Landscape – dove dominano i colori delle sfumature del mare.
La mostra di arti visive “Italian Vanity Art Exhibition” presso la Gallery of Light del Dubai Community Theatre & Arts Centre (DUCTAC) Mall Of The Emirates, dal 4 al 10 maggio.

Elena Conti
giornalista free lance – cell 338 7437102

Leggi gli altri articoli di Cristina presenti nella sua Rubrica