Una 24 di eleganza, glamour e solidarietà a Belgrado…

sebastiano Di RienzoUna 24 di eleganza, glamour e solidarietà a Belgrado…….
Lifeline Organizzazione Umanitaria è stata la protagonista dell’evento charity al Palazzo Reale alla presenza di Sua Altezza Reale il Principe Alexander e Sua Altezza la Principessa Katherine di Serbia, con la presenza insolita ma emblematica del Principe Emanuele di Savoia, parente della famiglia reale, nella veste di stilista della sua nuova linea di Tshirt.
La raccolta fondi è stata a favore delle equipe mediche pediatriche degli ospedali in Serbia. Per oltre 30 anni, cioè sin dall’anno di fondazione – nel 1980 – ad opera di Bob e Gretchen De Voe, Lifeline Christian Mission ha ridato speranza e risposte ai bisogni spirituali e fisici delle persone di ogni parte del mondo, coinvolgendo in prima persona personalità dagli Stati Uniti e dal Canada.
Nel 1993 la Principessa Katherine fonda Lifeline Organizzazione Umanitaria con sede negli Stati Uniti (Chicago e New York), Canada (Toronto), Regno Unito (Londra) e in Grecia (Atene), ma la nostalgia per il suo paese è forte e quando le Altezze Reali tornano a _MG_3783okBelgrado, nel luglio 2001, è stato naturale espandere le loro attività umanitarie.
All’inizio di agosto 2001 nasce la Fondazione di Sua Altezza Reale la Principessa Katherine, perché, come afferma Sua Altezza “Non ci sono confini alla sofferenza umana perché razza ed etnia con contano. Con la Fondazione abbiamo ampliato le attività verso le istituzioni culturali, scuole e università includendo borse di studio ed inoltre cerchiamo di migliorare la comunicazione tra studenti ed esperti provenienti da paesi stranieri. Altre attività importanti sono la raccolta di fondi per le apparecchiature mediche che noi consegniamo a numerosi ospedali. E poi noi cerchiamo di offrire cose utili ai bambini, oltre ai regali: migliaia di bambini provenienti da orfanotrofi in tutto il paese sono ospiti presso il Palazzo Reale ogni Natale e Pasqua per cercare di farli sentire meno soli in questi giorni in cui si riuniscono le _MG_4221okfamiglie di tutto il mondo intorno ad un albero di Natale. Nel corso degli anni, Lifeline ha fornito elementi quali le macchine a ultrasuoni neonatali, unità mobili di mammografia, radiologia formazione del personale medico, letti elettrici per unità di terapia intensiva, e dispositivi per i bambini con problemi di udito e computer per gli orfani. In Serbia c’è un disperato bisogno di attrezzature e forniture mediche, purtroppo il paese sta affrontando una grande crisi nel settore sanitario, in Europa la Serbia ha uno dei più alti tassi di cancro al seno”.
La Principessa, instancabile nel suo progetto di charity, in occasione dell’evento 24 ore di Eleganza a Belgrado ha coinvolto alte personalità del mondo imprenditoriale e importanti sponsor come Martell Chivas Zenith e Mumm, oltre alla presenza del rappresentante della Camera Buyer Italiana Giampiero Molteni, da sempre un importante supporto agli eventi italiani, soprattutto quelli del PITTI Fashion Frames, oltre ai brand italiani Duccio Venturi Bottier, Stefano Bemer,  Pasquale Bruni gioielli, Prince Tees di Emanuele di Savoia, la Sartoria fiorentina Liverano, l’Antica Barbieria Colla di Milano, gli abiti del Museo Capracotta _MG_4036okdel maestro sartore Sebastiano Di Rienzo Couture, oltre ai make up di HM di Luciano e Miriam Carino, e i magici shooting di Edoardo Tranchese oltre ad un prezioso parterre di auto d’epoca del Club Rolls Royce di Montecarlo per un evento unico nel suo genere, un serata che ha visto una cena placè al Palazzo Reale;  l’evento, organizzato da Alexander Djordjevic e  Cristina Egger, è una dimostrazione che  il mondo del glamour, la moda e l’eleganza  si dedicano con generosità alla solidarietà e alla beneficenza.
Press: Cristina Vannuzzi
HM Make-up Italy di Luciano e Miriam  Carino
Foto by Edoardo Tranchese
Organitation by Cris Egger & Aleksander Djordjevic
WWW.24HOURSOFELEGANCE.COM

La Giornata Rosa a Molfetta.

Manifesto-NOTTE-ROSA--web(1)La Giornata Rosa a Molfetta.
Il programma degli eventi del 7 giugno
La prevenzione  dei tumori attraverso l’informazione e la solidarietà, per un giorno Molfetta si tinge di Rosa.  Il 7 giugno, dalle ore 9.30  alle 23 nel centro storico di Molfetta oncologi, nutrizionisti, psicologi, chef, operatori sanitari saranno i protagonisti de “La Giornata Rosa,” dedicata alla prevenzione dei tumori femminili.
L’evento è promosso da Maddalena Pisani referente  “Le Amiche delle Amiche”e da Luigi Vista Presidente  de l’Associazione La Voce di Sant’Andrea con il contributo del Comune di Molfetta  e della Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia  e con il supporto tecnico di: Aidagreen, Cooperativa Sociale Anthropos,  Feart, Radio Idea, Aido e Fidapa  con l’intento di diffondere attraverso  un’informazione affidabile la cultura della prevenzione step importante per combattere i tumori femminili.
Si parte dalla mattina, dalle ore 9.30 con un percorso sulle due ruote, la biciclettata Rosa partirà da Piazza Municipio e condurrà gli appassionati alla scoperta dei tesori cittadini, la prima tappa sarà alle ore 10.30 con la visita guidata al Museo Archeologico del Pulo per proseguire al Museo Diocesano dove alle ore 12 si terrà la visita guidata all’esposizione “La Donna nell’Arte”; la biciclettata si concluderà alle ore 13 con la Degustazione Rosa nell’Ufficio di Accoglienza Turistica (IAT) in via Piazza, Centro Storico.
La Giornata Rosa riprenderà in prima serata  dalle ore 19.30 in via Piazza nelle vicinanze dell’Arco del Centro Storico dove si terrà il concerto poetico “La vita di una bolla” con l’interpretazione di Miriam Lorusso, Marianna Di Muro e Antonella Vittore.
In Piazza Mazzini, dalle ore 20.45 si terrà un incontro informativo dal titolo “Combatti il tumore con la Prevenzione”, per l’occasione interverranno: il prof. Gennaro Palmiotti, oncologo del Presidio Ospedaliero “Di Venere” di  Bari, Annalisa Altomare, direttore sanitario CBH Città di Bari Hospital, Antonella Dell’Olio psicologa, Paola Natalicchio, sindaco di Molfetta, Maddalena Pisani referente “Amiche delle Amiche”, modera Angela Amato. Seguirà alle ore 22 il concerto live dei Legni Pregiati.   In via Amente, dalle ore 20.30 diventa il villaggio della pittura e della musica con l’esposizione de “La Donna nella storia”, seguirà il concerto musicale a cura di Radio Idea.

Via Piazza, (Chiazzodde) dalle ore 19.45 diventa culla del benessere con il seminario “Alimentazione e buona cucina. La prevenzione dei tumori inizia a tavola. 
L’incontro, è voluto da Aidagreen marchio di prodotti biologici italiani  e dalla cooperativa sociale Anthropos di Giovinazzo. Interverranno: Stefania Giammarino nutrizionista specialista in Scienze dell’Alimentazione e consulente Cooperativa Sociale Anthropos,  Antonella de Fazio, Psicologo clinico, Michele De Trizio e Antonello Pisani  soci fondatori Aidagreen.it,  a cui si accompagnerà l’intervento di Beppe Ciavarelli, Chef de La Claque. Modera l’incontro Isabella de Pinto direttrice de ”l’altra Molfetta”. Al termine del seminario seguirà la degustazione di prodotti biologici Aidagreen, la distribuzione di materiale informativo riguardante le attività di prevenzione e cura della Cooperativa sociale Anthropos in materia nutrizionale, un breve dossier su dieta anticancro. Seguirà alle ore 21.30 il concerto live d’Antal.
“La giornata Rosa”  si svolgerà  nelle vie del centro storico di Molfetta, tra Via Amente, Piazza Municipio e Via Piazza, che per l’occasione sarà allestito a tema. 
In questa giornata dedicata ai tumori femminili si vuole aiutare le donne a prendersi cura di sé stesse  con sempre maggiore consapevolezza, perché una diagnosi precoce in moti casi è la vera ancora di salvezza..
Per informazioni contattare: La Voce di Sant’Andrea Via Piazza 42/46 (centro storico – Molfetta)  e- mail lavocedisantandrea@gmail.com   Tel:  340.6666363
 
Molfetta, 5 giugno 2015

Elisabetta Rogai per una “Giustacausa”

Elisabetta Rogai per una “Giustacausa”

Consegna del Premio Giustacausa anno 2014
Roma, 13 novembre, Palazzo Brancaccio
Una Associazione contro la malasanità.
Aprendo il sito della Associazione saltano agli occhi i volti sorridenti di Marcello Lippi, Piero Chiambretti, Giorgio Panariello e tanti altri ancora ed emblematica la foto del primo premiato dell’associazione, il primo anno dalla sua costituzione, Piero Luigi Vigna, l’indimenticato procuratore fiorentino, Procuratore Capo Antimafia…..l’Associazione annovera i migliori professionisti d’Italia nei settori della medicina e della tutela legale uniti in Associazione per assistere e consigliare i cittadini vittime di inefficienze in ambito medico-sanitario:la nuova realtà si chiama ‘Associazione Giustacausa’, che nasce grazie al contributo di professionisti d’eccellenza – uno per ciascuna regione italiana, per la tutela dei cittadini che ritengono di essere vittime di episodi di malasanità.
Tra i nomi coinvolti ci sono lo Studio La Russa (Lombardia), il Prof. Ugo Ruffolo (Emilia Romagna), il Prof. Luminoso (Sardegna) e il Prof. Bin (Piemonte), sotto la presidenza onoraria dell’ex procuratore nazionale antimafia, Pier Luigi Vigna.
Quest’anno, edizione Premio Giustacausa 2014, a Palazzo Brancaccio, ospiti del presidente dell’Associazione, dottor Francesco Nobili, sono intervenuti medici e giornalisti, attori e attrici, personaggi del mondo dello spettacolo- tra gli altri Cesara Buonamici, Alessio Vinci, Alba Parietti, Leonardo ferragamo, Mieli, la Lambertucci, Vittorio Sgarbi, Matilde Brandi – e da Firenze sono intervenuti il Prof Mario Dini, chirurgo plastico estetico e l’artista Elisabetta Rogai, prossima alla sua mostra/evento al Palazzo Medici Riccardi, sede della Prefettura di Firenze.

http://www.mariodini.it
www.elisabettarogai.it
www.giustacausa.it

Yamamay e il mese rosa

Il cancro non ha età (3)Yamamay  e il mese rosa

Anche quest’anno Yamamay sostiene la LILT durante il mese rosa:
Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno e le aziende che aderiscono al progetto s’impegnano a diffondere questo importante messaggio.
Yamamay, azienda leader nella produzione e vendita di reggiseni, vuole prendersi cura delle donne: non solo pensando alla loro bellezza ma anche alla loro salute. E così due volte l’anno – in marzo e ottobre, in occasione del mese rosa – il suo obiettivo è di promuovere la prevenzione.
L’iniziativa prevede una forte comunicazione in store con un grande poster che ritrae le testimonial del progetto: Yasmin e Amber Le Bon, mamma e figlia. La prima, oggi cinquantenne, è stata una top model degli anni 90 e oggi è YAMAMAY BASIC 201440135 2(1)attivissima nel mondo della moda, la seconda, Amber, è una venticinquenne alla ribalta nel fashion system.
La scelta è ovviamente voluta e studiata: la prevenzione deve riguardare donne di tutte le età che devono volersi bene e pensare al proprio benessere, non solo esteriore.
L’immagine pubblicitaria sarà poi diffusa anche sul web e sui social dell’azienda, per ricordare il mese rosa e i suoi valori.
A livello di prodotto, molti passi avanti si sono fatti nell’ingegneria dei reggiseni, per il comfort del seno e la comodità: Yamamay propone nuovissimi reggiseni senza ferretto che si legano all’iniziativa LILT.
Yamamay, inoltre, in collaborazione con la LILT, ha realizzato un libro dal titolo “Attente al Seno” con indicazioni e consigli sulla giusta YAMAMAY BASIC 201440864 1prevenzione e testimonianze importanti.
Il libro è scaricabile online sul sito yamamay.com.
Yamamay è orgogliosa di poter contribuire a condividere e diffondere
i valori di questa iniziativa importantissima per tutte le donne.

Modenese & Modenese Srl
Via Marcello Malpighi, 4
20129 Milano (Italy)
digitalpr@modenese.com

La terza edizione di Profit No Profit si è conclusa con un grande successo!

La terza edizione di Profit No Profit si è conclusa con un grande successo!

Grazie a 63 grandi marchi che hanno donato i loro prodotti, 22 aziende che hanno devoluto parte del ricavato alle Onlus, 68 volontari, e più di 2000 partecipanti che hanno fatto ottimi acquisti, PROFIT NO PROFIT ha raccolto un ricavo netto di 170.000 euro, da suddividere in due progetti di grandissima importanza per il futuro di bambini meno fortunati:

ABN Onlus utilizzerà i fondi raccolti per completare l’acquisto del Robot Da Vinci, un’apparecchiatura ipertecnologica per la chirurgia pediatrica mini-invasiva, già in funzione al Policlinico di Milano.

FATA Onlus impiegherà i fondi raccolti per completare la ristrutturazione della Casa di Fata che ospita bambini che il Tribunale dei Minori allontana dalle loro famiglie di origine per gravi motivi di violenza e maltrattamento.

GIOVEDI’ 5 GIUGNO alle ore 17:00 è possibile conoscere dal vivo la realtà dove andranno i ricavati di questa iniziativa: in tale data sara’ possibile partecipare a una visita guidata per conoscere da vicino “Il Robot da Vinci” presso la Clinica Pediatrica De Marchi di Milano – via Commenda, 9.

Posti limitati RSVP necessario per partecipare.

Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso possibile questo grande progetto!

CEO

Marketing/PR/Events

Via Monte di Pieta’ 21

www.marciaboni.com

mail@marciaboni.com

Artimino Luogo dell’anima, dell’arte, del vino e del fashion

Foto VERSACE 6Artimino Luogo dell’anima, dell’arte, del vino e del fashion

11 giugno 2014

Vino morbido come un disordinato velluto……..di Pablo Neruda …….e mai come questa frase è stata più azzeccata per descrivere il vino di Artimino: una impareggiabile sera di inizio estate, sotto la volta di un cielo toscano, una scalinata disegnata da Bernardo Buontalenti, abiti vintage di un genio della moda come Gianni Versace e il tutto annaffiato dallo splendido vino ottenuto dalle vigne di Artimino…sotto la regia di Cristina Egger, la talentuosa talent manager, innamorata della Toscana, della sua moda e del suo foodandbeverage. Sono i vini che contraddistinguono l’azienda da 4 secoli che fanno da cornice al TRIBUTO TO VERSACE, evento creato e gestito dalla Egger,  proprio per fare conoscere ai suoi ospiti, arrivati da tutto il mondo che conta, le bellezze Toscane, Foto Versace 7la storia della Villa di Artimino e il genio italiano della moda made in Italy, Gianni Versace.
E’ qui che a partire dal tramonto va in scena l’11 giugno la sfilata degli abiti vintage griffati Gianni Versace, una collezione privata di 35 vestiti da donna degli anni Ottanta e Novanta.  La sfilata, con la direzione artistica di Cristina Egger, vedrà la presenza di una decina di modelle che indosseranno gli abiti di Versace tratti dalla collezione di Antonio Caravano (HM Make-up Italy): una raccolta, la sua, che conta 900 accessori e 35 abiti, tra cui le famose camicie foulard in seta che hanno vestito le icone fashion di quegli anni, quando grazie a uomini come Versace la moda ha vissuto un’esplosione di creatività made in Italy.
Nell’occasione saranno proiettate sulla facciata della villa alcune foto inedite di Gianni Versace al lavoro, scatti realizzati dal fotografo storico della famiglia, Roberto Granata.
E proprio per enfatizzare all’interno della Villa dei Cento Camini sarà inoltre allestita una serie di corner con prodotti luxury internazionali selezionati dalla Egger – inclusi i gioielli della designer olandese Claudia Hamers e le borse My7Ways, con l’azienda di Astrid Berkeens che ha creato per l’occasione una collezione di 7 esclusive handbag–mentre il Salone delle Botti ospiterà un aperitivo di benvenuto.
image_1Dopo la sfilata degli abiti avrà luogo una cena placée sul prato.
Media partner dell’evento è Amsterdam Fashion Tv, che ha ottenuto le immagini inedite di Granata e curerà le riprese della sfilata: in Olanda, in diretta, le immagini del nostro made in Italy di Gianni versace e di un nostro patrimonio culturale rappresentato da Artiminio, che, con il Tribute a Gianni Versace,  intende stabilire un forte legame con il mondo dell’alta moda, portando nel cuore verde della Toscana i capi del “genio” Gianni Versace.

Una parte del ricavato della serata è stato devoluto a Telethon per i suoi progetti legati alla ricerca.

Segnalato da Cristina

Musica Arte Gusto La Notte Bianca di Molfetta, impegnata contro la violenza sulle donne

Locandina 4 °edizioni notte Bianca Molfetta

La notte Bianca Molfetta 4° edizione le locandine

Musica Arte Gusto La Notte Bianca di Molfetta, impegnata contro la violenza sulle donne

 19 luglio 2014

 4° edizione

La Notte Bianca di Molfetta interesserà tutti i luoghi pubblici di disponibilità comunale presenti nel centro storico (parchi, piazze…) nonché altri luoghi che i privati vorranno mettere gratuitamente a disposizione. Spettacoli, tanta musica, cultura ed eventi per una lunga notte che convoglierà nella città avventori e
turisti, con ogni forma di arte per valorizzare i talenti. Un’occasione imperdibile per i tanti avventori che accorreranno a Molfetta con l’obiettivo di godere di eventi dalla portata straordinaria. Spazio anche alle famiglie che avranno la possibilità di scegliere il proprio spettacolo su misura.

L'altra Molfetta notte bianca 2013

L’altra Molfetta notte bianca 2013

Valorizzazione dell’azione regionale nel campo: culturale – sociale – educativo – artistico – sportivo – economico – commerciale – enogastronomico –
agricolo – marinaro – turistico
Valorizzazione e recupero delle tradizioni e tipicità regionali e locali La Notte Bianca intende valorizzare il cibo che è considerato l’ingrediente più
importante dell’intrattenimento e della cultura. Per questo Molfetta e’ una delle cittadine più attive per le presenza di aziende legate al turismo enogastronomico.
Il mangiare e bere e’ il vero valore aggiunto delle vacanze Made in Italy. L’evento è dedicato alla promozione e alla valorizzazione delle tipicità produttive
dell’artigianato tradizionale pugliese, molfettese.

La Notte Bianca è giunta quest’anno alla quarta edizione. La prima edizione del 2011 ha accolto 11 mila presenze, nel 2012 sono state stimate 20 mila presenze, nel 2013 invece le presenze sono state 31 mila.
La notte bianca è uno spettacolo di evasione,
intrattenimento che intende realizzare:
– Spettacoli per bambini;
– Eventi per ragazzi e giovani;
– Spettacoli per famiglie;
– Concerti musicali;
– Eventi sportivi, ad impatto sociale, ricreativi o ludici;
– Spettacoli “itineranti”;
– Eventi di carattere eno-gastronomico;
– Eventi culturali;
– Eventi di promozione e offerta commerciale;
-Attività di promozione turistica del territorio.

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

 Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Progetto per la biblioteca itinerante da creare in Burkina Faso.
Presentazione
Diario di un viaggio nella bellezza

Il progetto di “Biblioteca itinerante” nasce dalla volontà della Fondazione Bras Ouverts, composta da artisti, insegnanti e volontari, di promuovere l’istruzione dei bambini nei quartieri disagiati e nei villaggi, nei quali il livello di scolarizzazione e alfabetizzazione è bassissimo, dove non esiste una biblioteca pubblica e la possibilità economica di acquistare un libro.
L’educazione e la formazione è alla base dello sviluppo delle nuove generazioni in Burkina Faso: di risveglio della coscienza critica, della comprensione della complessità socio-politica e dell’importanza delle parole e della lettura.

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

L’obiettivo è quello di creare un’opportunità di crescita intellettuale, di conoscenza delle tradizioni e della cultura della propria terra, di pari opportunità tra i diversi strati sociali, attraverso la creazione di una biblioteca pubblica, la donazione di libri per ragazzi, la lettura di fiabe e storie africane e di corsi di scrittura e lettura.
Durante il periodo di sviluppo del progetto, dieci educatori e volontari seguiranno il programma “lettura-terapia” offrendo la loro esperienza per lavorare nelle strade e nei villaggi, attraverso il coinvolgimento di scuole, famiglie, associazioni e istituzioni, organizzando proiezioni animate, giochi e attività ludico-formative in cui i bambini saranno coinvolti su temi che riguardano l’arte, la letteratura, la musica, il teatro e il cinema.

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Il libro Diario di un viaggio nella bellezza, scritto da Sabatino Stefano, inizia  il suo tour per l’Italia toccando città come Firenze, Milano, Bologna, Modena, Torino, Napoli, Roma, e verrà presentato il 17 maggio all’Officine delle Idee, Assessorato alla Cultura di Angri (Salerno), Corso Italia, 18, e successivamente, il 21 maggio, a Napoli, al Cafè Monidee, Piazza Trento e Trieste 6; saranno serate diverse, piene di allegria e dal significato sociale, parlando d’Africa, di bimbi, con la lettura di alcuni brani del libro, fotografie, colori e sapori con cibi e artigianato etnico, la musica bella e struggente di Ibrahim Drabo…..per un atto d’amore verso i bimbi in Africa: infatti i diritti d’autore del libro lo scrittore Sabatino li devolve alla Fondazione Bras Ouvert per la realizzazione della biblioteca itinerante in Burkina Faso.

Infatti è proprio nei dettagli che si nasconde la chiave per comprendere meglio la personalità di un artista, e Sabatino, professione scrittore, è un artista, perché tramuta in pretesti di arte le sue emozioni nel guardare il mondo che lo circonda.

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Sapori e ricordi dall’Africa, diario di un viaggio nella bellezza

Lo scrittore trova il pretesto per mostrarci la sua fonte d’ispirazione, la vita che lo circonda, in un libro, un diario di sicuro impatto, emozioni ricevute che rappresentano il suo mondo, l’Africa, il suo punto di vista rispetto alla scoperta di sentimenti, immagini, attimi di sosta e di riflessione, occhi attenti  sulla vita……. tracce e orme sulla natura, lo sguardo di un bimbo con gli occhioni sgranati, gli animali visti nel loro habitat, il cibo, sapori e usanze diverse, il verde e la natura, rigogliosa e selvaggia, impudica nel suo splendore,  la gente che sorride serena, ricordi lontani, musiche e canti, incontri ma anche abbandoni, momenti di gioia e di tristezza….tempi e mondi sospesi, ricordi di vita, ricordi d’Africa.
www.Projetbibliothèqueambulant.doc.

“Diario di un viaggio nella bellezza”
di Sabatino Stefano

Segnalato da Cristina

Due Torri Hotel di Verona, tra suoni sapori e solidarietà.

Due Torri Hotel di Verona, tra suoni sapori e solidarietà.

Due Torri Hotel di Verona, tra suoni sapori e solidarietà.

Venerdì 9 Maggio 2014

Prosegue la Rassegna JAZZ&More Spring al Due Torri Hotel di Verona, tra suoni sapori e solidarietà.

L’8° appuntamento della stagione presenta il MANZO / ALFONSO 4TET, condotto da due brillanti artisti Veneti accompagnati da una ritmica di grande forza: Michele Manzo alla chitarra e Matteo Alfonso al piano, supportati dal bravissimo Max Chiarella alla batteria e Riccardo Di Vinci al contrabbasso.
Si conferma, quindi, ancora una volta la possibilità d’incontrare i migliori nuovi Talenti del Jazz italiano, accanto ai Complementi d’arredo realizzati dagli Artisti con disabilità di Azalea Home e alle prelibate proposte dello chef Roberto Maggio. Il tutto al Due Torri Lounge&Restaurant. Non mancate..

 

Programma

Ore 20.00: Apertura Ristorante
Ore 21.45: Jazz Concert con Michele Manzo, guitar
Matteo Alfonso, piano
Max Chiarella, drums
Riccardo Di Vinci, double bass
Info e Prenotazioni

Cena + Concerto: € 50,00*
Concerto:
€ 15,00 prima consumazione inclusa

€ 10,00 musicisti, minori e convenzionati
* Cenando nel locale potrete gustare il “Menù della Serata” composto da Antipasto, Primo Piatto e Dessert, Acqua e Servizio inclusi (vini e bevande extra) con tavolo riservato a Cena e al Concerto.

AZALEA HOME | Bello Utile e Solidale La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911
JAZZ&More suoni sapori solidarietà

Associazione Culturale Musicale
sede legale: Via Dante Alighieri, 18
37010 Cavaion V.se (VR)
Mob. +39 335 63 17 228 …..Organizzazione: Silvano Dalla Valentina Direzione Artistica: Fabrizio Gaudino

Email: jazzandmore.verona@gmail.com

Yamamay Grande successo della campagna LILT grazie anche al fascino di Yasmin le Bon – Le Bon

image007Grande successo della campagna LILT grazie anche al fascino di Yasmin le Bon,

splendida cinquantenne, protagonista insieme alla figlia Amber.

Modenese & Modenese Srl

Via Marcello Malpighi, 4
20129 Milano (Italy)
digitalpr@modenese.com

Yamamay Basic Collection: un progetto speciale per la prevenzione del tumore al seno con Lilt.

Resize of Il cancro non ha etàYamamay Basic Collection: un progetto speciale per la prevenzione del tumore al seno con Lilt.

Protagonista del mese di Marzo è la nuova campagna sociale realizzata da Yamamay, in collaborazione con Lilt.
Una campagna forte, che non passerà certo inosservata per il messaggio deciso che promuove: IL CANCRO NON HA ETA’: PREVIENILO ANCHE TU
L’obiettivo è quello di concentrare l’attenzione del pubblico su questo importante argomento e per farlo Yamamay ha scelto la fotografia di Giovanni Gastel che con la sua arte riesce a creare immagini eterne per bellezza ed eleganza.
6D0X4554Protagoniste d’eccezione di questo progetto sono Yasmin e Amber Le Bon: due generazioni a confronto.
Yasmin Le Bon,  “super model” che dagli anni ‘90 illumina le passerelle e le cover di tutto il mondo. Elegante, raffinata e da sempre sensibile al mondo della beneficenza.
Amber, modella inglese, dal sorriso disarmante e dalle gambe lunghissime.
Perché le abbiamo scelte? Perché rappresentano al meglio le donne a cui Yamamay si rivolge: è un marchio per tutte le donne, e soprattutto la collezione basic è dedicata a giovanissime e contemporaneamente a donne più grandi. Yamamay è senza età.

6D0X4468Anche la prevenzione è senza età e proprio per questo è nata questa bellissima immagine di “mamma e figlia”.

-… è stato fantastico lavorare con Amber. Le mie figlie mi ricordano quanto io voglia essere presente nella loro vita. – dice Yasmin – non sottovalutate la Vostra salute, la vita è tutto quello che abbiamo ed è preziosa, riprendete il controllo della Vostra salute. Sottoponetevi a visite regolari perché la conoscenza è tutto.-

Il lancio della Collezione Basic diventa quindi una forte campagna sociale per promuovere il concetto di prevenzione.
Tutti i capi fotografati infatti appartengono alla new Yamamay Basic Collection: colori neutri, microfibra o elegante pizzo per dei capi senza tempo e senza età.
La collezione basic – da sempre presente negli store Yamamay – è oggi un progetto completo e con una moltitudine di articoli che possono soddisfare le diverse esigenze e necessità del pubblico femminile. Questa collezione nella sua totalità vuole rappresentare tutte le donne nelle diverse fasi della vita, con la loro consapevolezza, i loro desideri e il loro modo di esprimersi

6D0X4350Come ogni anno si affianca alla LILT – Lega Italiana per la lotta contro i tumori – per sostenere progetti come questo perché il nostro pubblico è fatto da donne e ad esse ci rivolgiamo con grande forza.
LILT dal 16 al 23 Marzo promuove la settimana Nazionale della prevenzione oncologica e noi siamo con tutti i ricercatori e i promotori di questa iniziativa. Per noi LILT è un punto di riferimento e cerchiamo di divulgare al meglio tutti i loro progetti: gli opuscoli sulla prevenzione sono delle guide per tutti.

Durante la campagna sarà attivo su yamamay.com un link al sito lilt.it per rendere visibile a tutti i loro lavori di divulgazione e prevenzione.

Il loro claim è PREVENIRE È VIVERE
e noi ce la mettiamo tutta per amplificarlo e pubblicizzarlo.

yamamay.com

Modenese & Modenese Srl

Via Marcello Malpighi, 4
20129 Milano (Italy)
Tel. +39.02.29529919
Fax +39.02.29529944
digitalpr@modenese.com

L’associazione Parent Project

LogoFLD_CMYKImpegnarsi nel sociale……dovrebbe andare sempre di moda …segnaliamo…

L’associazione Parent Project  

Parent Project nasce negli Stati Uniti nel 1994, diffondendosi presto in tutto il mondo.

In Italia, un gruppo di genitori di bambini affetti da Distrofia Muscolare Duchenne e Becker, costituisce nel 1996 Parent Project onlus, con il fine di migliorare la qualità della vita dei bambini e ragazzi affetti da tale patologia, attraverso tre obiettivi primari:
-informare e sostenere, anche psicologicamente, le famiglie dei bambini e ragazzi affetti da distrofia di Duchenne e Becker;
– promuovere e finanziare la ricerca scientifica per sconfiggere la Distrofia Muscolare Duchenne e Becker attraverso progetti di ricerca, borse di studio per ricercatori e l’acquisto di strumenti diagnostici;
– Sviluppare un network collaborativo in grado di diffondere:

– procedure di trattamento clinico e di emergenza
– linee guida e protocolli terapeutici
– centri di riferimento su tutto il territorio nazionale

Dal 2002 ha dato vita al Centro Ascolto Duchenne, servizio di informazione e divulgazione clinica, legale e sociale, rivolto alle famiglie e agli specialisti e ha inoltre sviluppato, in collaborazione con Oracle Italia, il Registro Italiano DMD/BMD: banca dati on-line che intende colmare la mancanza di informazioni sui pazienti affetti da Distrofia muscolare di Duchenne/Becker e permettere la comunicazione relativa alle sperimentazioni cliniche.

La nostra Comunità solo in Italia, direttamente e/o indirettamente, coinvolge oltre 20.000 persone, e come associazione iscritta al Registro nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale, può stipulare convenzioni con lo Stato Italiano.

http://www.parentproject.it

Primavera di Solidarietà e Sport

primavera-solidarietà-ginnastica-298x295Primavera di Solidarietà e Sport
 
Il 22 marzo sarà una giornata di fitness no stop – dalle 10 alle 18 – grazie alla 2a ed. della Primavera di Solidarietà organizzata dalla SCUOLA GINNASTICA E di Piazza Mazzini, 27.
Dai primi passi di Flamenco, al Salsa Fit, un viaggio attraverso le danze del mondo.
New entry dell’anno, danza con Violetta per i bambini!
Per la partecipazione ad ogni lezione si richiede un contributo di 10 euro a sostegno della ricerca scientifica.
Per informazioni e prenotazioni chiamare ai numeri: 06 37517217- 3318684935
http://www.parentproject.it/

Partecipa al più grande MTB Tour di solidarietà per i bambini affetti dalla Distrofia di Duchenne

 DuchenneHeroes_Biker2012Partecipa al più grande MTB Tour di solidarietà per i bambini affetti dalla Distrofia di Duchenne
22 – 28 giugno 2014

Aiutare gli altri è una questione di stile….segnaliamo

2° Edizione

500 Km
7 giorni
1 Obiettivo

Il Duchenne Heroes è un Tour di 7 gg in mountain bike unico e sorprendente, che coniuga mirabilmente la passione per la natura e la mountain bike con il desiderio di partecipare attivamente alla ricerca di una cura alla distroa muscolare di Duchenne.

E’ questa la forma piu’ grave di distroa muscolare che colpisce migliaia di bambini in Italia e nel mondo, e che li costringe alla carrozzina in tenerà età. La malattia si estende progressivamante a tutti i muscoli del corpo….ANCHE IL CUORE E‘ UN MUSCOLO!
Il Duchenne Heroes è un evento nalizzato alla raccolta fondi per Parent Project Onlus, l’associazione di genitori con bambini aetti da Duchenne, che oltre a sostenere progetti di ricerca scientica per il ritrovamento di una cura, svolge un ruolo importante di sostegno alle famiglie e di diusione deile conoscenze, fondamentali per arontare questa rara malattia.
duchenne-heroes-foto1-418x215Gli Eroi della Duchenne, grazie a centinaia di sostenitori che loro stessi hanno coinvolto, hanno raccolto già alla prima edizione del 2013 oltre 250.000,00€. Ogni biker iscritto al Duchenne Heroes infatti dovrà arontare, nei
mesi che precedono l’evento e con l’aiuto dell’organizzazione, una duplice sda:
– allenarsi adeguatamente per arontare il Tour
– promuovere la raccolta fondi per la nostra causa

OBIETTIVO1 ISCRIVITI come BIKER, VOLONTARIO o SPONSOR
info 340 70 84 598
2^ediz. 22-28 GIUGNO 2014

Sono aperte le iscrizioni alla seconda edizione del Tour di mountain bike che ha già appassionato migliaia di persone nella scorsa edizione tra biker, volontari e sostenitori.
Vivi anche tu un’esperienza indimenticabile.
Se sei appassionato di mountain bike iscriviti come biker, o partecipa come volontario o sostenitore!

E’ semplice, vai su www.duchenneheroes.it o chiama il 340/7084598

Anche tu puoi sostenere i nostri Eroi e quindi la NOSTRA CAUSA con una donazione, tramite il sito o con un versamento a:
Parent Project Onlus – Via N. Coviello, 12 Roma
IBAN IT 77 Z 03359 01600 100000005139
o con C/C postale 001002352910
Nella causale puoi indicare il nome del biker o della squadra c
    submit to reddit

Tags
duchenne heroesraccolta fondisport

Zumbathon per sconfiggere la Distrofia Muscolare di DuchenneBecker, sabato 8 Marzo 2014 16.00-19.00, Palazzetto dello Sport di Genzano.

L’intero incasso verrà devoluto a favore del Duchenne Heroes, e dunque di Parent Project Onlus.

Biglietto ingresso: euro 10,00 (acquisto direttamente all’entrata dalle ore 15.30).

Per info:
Andrea Martignoni
Pagina Facebook: Zumbathon per sconfiggere la Distrofia Muscolare di Duchenne/Becker
La via del cuore in mountain bike da Milano a Roma lungo l’antica via Francigena per sostenere Parent Project Onlus, l’Associazione dei genitori con bambini e ragazzi affetti da Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker.

15 LUGLIO Milano . 26 LUGLIO Roma . 800 km . 12 giorni

La via del cuore in mountain bike da Milano a Roma lungo l’antica via Francigena

image (1)La Via del Cuore è un tour di 12 giorni in Mountain Bike lungo l’antica Via Francigena.

Quando Style significa aiutare gli altri

Si rivolge a tutti gli Amanti delle due ruote che abbiano la Passione per l’Avventura e l’entusiasmo per affrontare lo straordinario paesaggio che attraverseremo, ma soprattutto è un’occasione irripetibile per tutti coloro che desiderino partecipare attivamente alla ricerca di una cura alla forma più rara e aggressiva di distrofi a
muscolare, che colpisce migliaia di bambini in Italia e nel mondo: la Duchenne.
La 12 tappe sono state studiate (chilometraggio e fondo stradale) per dare modo a tutti affrontare e sostenere l’intero percorso, con il conforto di mezzi d’appoggio per chi dovesse trovarsi in diffi coltà.
Non occorre una preparazione specifi ca per affrontare un percorso estremo da Mountain Bike, ma è consigliabile un adeguato allenamento necessario per affrontare un tour di più giorni.
La Via del Cuore vuole essere un viaggio nel Cuore dell’Italia, partendo dalla pianura padana, affrontando poi l’appennino emiliano e la Versilia per poi spostarsi
sui dolci pendii toscani e infi ne l’ingresso nell’alto Lazio e l’arrivo a Roma.
Ma più ancora vuole essere un Viaggio nel Cuore della gente, attraverso un gazebo itinerante con un banchetto di benefi cenza che racconti la Distrofi a di Duchenne e Becker e degli enormi passi fatti negli ultimi anni dalla ricerca, ma soprattutto contribuiremo alla raccolta fondi necessaria a fi nanziare la ricerca scientifi ca per
il ritrovamento di una cura e porre fi nalmente fi ne a questa terribile malattia.
Parent Project Onlus
La Via del Cuore nasce con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di Parent Project Onlus, l’Associazione dei genitori con bambini e ragazzi affetti da Distrofi a Muscolare di Duchenne e Becker.
La Duchenne è la più grave forma di distrofi a che colpisce prevalentemente i maschi (1 ogni 3500 circa) e provoca la degenerazione progressiva di tutti i muscoli.
Si manifesta in età pediatrica.
I bambini affetti da Duchenne si riconoscono facilmente, perchè a differenza dei loro coetanei incontrano diffi coltà a correre, a fare le scale e cadono facilmente; attorno ai 10 anni i problemi di deambulazione si aggravano, costringendo i bambini all’uso della sedia a rotelle e, dopo poco, della carrozzina elettrica.
Sfortunatamente la Duchenne è una distrofi a che si estende velocemente a tutti i muscoli del corpo, compresi quelli preposti alla respirazione e al battito
cardiaco.
Fino a dieci anni fa, le aspettative di vita di questi ragazzi non superavano i 15 anni: oggi grazie alla ricerca e all’impiego di terapie multidisciplinari le aspettative
di vita sono raddoppiate

www.bikersforlove.it