Alexander Lamont Collezione Atlantica 2017

Oscar Desk

Oscar Desk

Alexander Lamont Collezione Atlantica 2017

Una vibrante armonia

Durante la Milano Design Week, Alexander Lamont ha presentato Atlantica, una collezione che rappresenta la naturale evoluzione della sua costante ricerca su materia, artigianalità e design. Otto pezzi, morbidi e armoniosi, che spaziano in tutti gli ambienti living, dalla madia in zigrino alle lampade in bronzo e oro al paravento in kotò. Disegno, materia e volumi sapientemente misurati sono alla base della collaborazione tra Alexander Lamont e il designer brasiliano Antonio da Motta Leal.
La collezione Atlantica è un interessante mix di suggestioni derivate dall’architettura contemporanea brasiliana, come spiega Alexander Lamont: “Io e Antonio abbiamo discusso a lungo di una collezione da realizzare assieme. Condividiamo lo stesso amore per i materiali pregiati e io sono da sempre interessato a dare a materiali, forme ed expertise artigianale una vibrazione contemporanea. Il movimento e la natura curvilinea del design è un omaggio alle radici brasiliane di Antonio e ai modernisti della sua terra d’origine come Oscar Niemeyer, Lúcio Costa e Roberto Burle Marx.”

Antonio da Motta Leal aggiunge: “Come brasiliano il Movimento Moderno ha sempre fatto parte del mio lavoro, anche se non ho mai disegnato una collezione basandomi solamente sulle sue visioni o suggestioni. Inoltre, questi riferimenti combinati con le capacità artigiane di Alexander con questi bellissimi materiali, mi hanno spinto verso nuovi territori. Questa è stata un’esperienza incredibilmente appagante come designer e ammiratore di questa Azienda”.

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Milano, Viale Monte Grappa 14 • Brescia, Via Zuccari 14 (Italy) | clarabuoncristiani.it | info@clarabuoncristiani.it

Alexander Lamont Collezione Atlantica 2017ultima modifica: 2017-06-01T05:52:07+00:00da modastylema
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.