L’uomo e i suoi gioielli

Il vero signore Non porta gioielli eccezion fatta per la fede, l’orologio e se ha mani particolarmente belle può concedersi un anello al mignolo, purchè sia discreto elegante e raffinato.

Sex appeal e buon gusto quasi sempre inconciliabil

Una vera signora sa che sex appeal e buon gusto quasi sempre inconciliabili. Sceglierà sempre il secondo ma con il suo proprio fascino sarà in grado di rendere elegantemente sensuale anche l’abito più accollato, senza perdere mai la sua femminilità

Il vero signore

Il vero signore porta un abito nuovo come se fosse usato ed uno usato come se fosse nuovo. Non porta mai bretelle senza gilet. Intona cravatte e calzini (che coprano bene il polpaccio), sapendo bene che quelle a fantasia vanno solo con le camicie a tinta unita. Preferisce le giacche con gli spacchetti che si adattano meglio alle forme del corpo e permettono alla giacca di non deformarsi quando si mettono le mani in tasca. Sceglie tessuti di qualità classici e non troppo appariscenti.

Non porta gioielli eccezion fatta per la fede, l’orologio e se ha mani particolarmente belle può concedersi un anello al mignolo, purchè sia discreto elegante e raffinato.

Il vero uomo, infine, è esteta ed ama la sua persona. Sa prendersi cura di se e ci tiene ad essere sempre in ordine e ben profumato ma non decade mai in eccessi narcisistici: sceglie con cura i prodotti per la cura del corpo ma non ne è ossessionato, sa concedersi un pomeriggio di relax in un centro estetico ma ricorre alla depilazione in rarissimi casi solo se realmente necessario (un vero signore elimina i peli superflui sul viso con cura ma, ad esempio, non si depila le sopracciglia).

La vera signora

La vera signora non si lascia mai incantare da complimenti e lusinghe: conosce se stessa e le sue qualità e sa scegliere cosa la valorizza al meglio.

Nella scelta di un’acquisto sanno fare riferimento solo a persone fidate che con il giusto tatto ma con fermezza le sconsigliano acquisti non adatti a lei.

Una vera signora sa che sex appeal e buon gusto quasi sempre inconciliabili. Sceglierà sempre il secondo ma con il suo proprio fascino sarà in grado di rendere elegantemente sensuale anche l’abito più accollato, senza perdere mai la sua femminilità. Inoltre non dimentica mai la regola che si scopre massimo una cosa per volta: sa bene che se porta una gonna non indosserbbe ami una profonda scollatura e vicecersa e talvolta si concederà di mostrare una sensuale schiena a patto di rinunciare a spacchi e scollature.

Preferisce sempre la qualità alla quantità e ha grande attenzione per la scelta degli accessori: sono questi, prima di tutto, che denunciano la vera eleganza di una signora.

Ama i tacchi ma li indossa solo se il contesto lo permette e solo se è certa di mantenere un’andatura elegante per tutto il tempo.

Bon ton l’abbigliamento dell’uomo in ogni occasione

Per quanto riguarda l’uomo, deve indossare:

Ad una colazione: completo elegante classico a tinta unita, camicia colorata e scarpe da passeggio.
Ad un tè: completo classico, camicia chiara e scarpe nere.
Ad un cocktail: completo scuro, camicia bianca e scarpe nere .
Ad un pranzo: abito scuro o smoking.
A teatro: abito scuro.
All’Opera: frac alla prima, in smoking per tutte le altre serate.

Ad un matrimonio: abito scuro. Se lo, però, sposo è in tight ed è un testimone o un parente stretto dovrà indossarlo anche lui.
E’ inoltre importante ricordare che:

La camicia bianca va indossata solo dopo il tramonto. Durante il giorno il vero signore indossa la camicia a righe, che può essere anche celeste e bianca, o a tinta unita chiara.
I calzini devono essere sempre in tinta con la cravatta o con l’abito che si indossa.
La scarpa andrebbe sempre con i lacci, mocassini e stivali si usano in occasioni rustiche e su vestiti spezzati.
Il frac si usa solo in eventi estremamente formali.

Bon ton nel guardaroba di una donna non devono mai mancare

In un guardaroba che si rispetti non devono mai mancare:

  • un tubino nero: il massimo della semplicita e dell’eleganza da reinterpretare con gli accessori.
  • i jeans: classici, leggermente elasticizzati e non scoloriti. Sono perfetti di sera e di giorno e sanno essere sia eleganti che sportivi.
  • qualche t-shirt: a manica corta o lunga leggermente sagomata. Immancabile quella bianca ma essenziali anche quelle colorate. Da preferire quelle semplici a tinta unita o con qualche disegno poco impegnativo.
  • camice bianche a go go: classiche, sagomate, dal taglio maschile ognuna ha il suo fascino basta sceglire quelle che sentiamo più nostre.
  • un dolcevita nero in cashmere.
  • golf e cardigan in seta e cashmere in beige e in colori pastello.
  • un tailleur classico: da usare intero o spezzato, per il lavoro e per la sera.
  • il trench: sa essere casual e formale, perfetto per i primi freddi o per le tiepide giornate di primavera; colore perfetto il tradizionale beige.
  • una giacca: da portare con i jeans e non solo.