A ferragosto la nuova moda è la vacanza colorata con l’Holi

HOLI BEACHA ferragosto la nuova moda è la vacanza colorata con l’Holi

L’ultimo trend tra i giovani è lanciarsi polverine colorate e profumate sulla spiaggia a ritmo di dj: è il festival Holi che sta conquistando i litorali più noti d’Italia. I prossimi eventi sulle spiagge di Jesolo e Caorle e sul lago di Garda

Secondo gli ultimi dati resi noti dall’Eurostat, il Veneto è la sesta regione turistica d’Europa. Questo importante risultato deriva, secondo quanto affermato dal Presidente della Regione Luca Zaia (www.regione.veneto.it), “dalla vasta e molteplice offerta turistica del nostro territorio, ma anche dalle straordinarie capacità e dalla grande passione degli imprenditori veneti che operano nel settore dell’ospitalità”.

I turisti sono sedotti dalle bellezze del nostro Bel Paese e dai tanti eventi proposti, creativi e originali. Come il caso-fenomeno dell’Holi-il festival dei colori che sta riscuotendo un successo tappa dopo tappa del tour che tocca tutta l’Italia. Il format è HOLI3stato ideato dalla società Different Colors degli event manager Fabio Lazzari e Marco Bari, i quali sono stati i primi a importare in Italia il party che si ispira alla tradizionale festa indiana di primavera. In soli tre anni, i loro eventi siglati “Holi” hanno registrato oltre 200 mila presenze, con tappe in tutto lo Stivale e con un afflusso ogni anno sempre più forte di giovani provenienti da fuori confine.

E sono proprio la creatività e i messaggi positivi di questo festival a dettarne il suo successo tra i giovani e tra i turisti che desiderano una vacanza all’insegna del divertimento genuino e spensierato. Lanciare polverine colorate e profumate mentre si balla a piedi nudi sulla sabbia a ritmo di scatenati dj set e fotografarsi è la moda che sta dilagando sui nostri litorali. Ecco quindi i prossimi eventi dell’Holi-il festival dei colori che porteranno una ventata di gioia colorata durante la settimana di Ferragosto. Sabato 12 agosto Holi fa bis di tappe: una sul Lago di Garda, all’Introl Music Festival presso il Teatro Arena Torcolo a Cavaion Veronese, paese circondato da pittoreschi vigneti e uliveti e conosciuto per il suo vino e per l’asparago locale, e l’altra sulla spiaggia libera di Jesolo in Piazza Brescia, capitale della movida, in collaborazione con King’s Club dalle 16 allo scoccare della mezzanotte. Domenica 13, di nuovo tutti al mare, questa volta a Caorle al Double Flavor Music Festival, per inondare di musica e colori la spiaggia della Madonnina dalle 14.30 alle 20. Tutte le informazioni su: www.holiontour.it.

Di seguito le altre date: il 27 agosto ad Asolo (TV) all’Ama Festival, il 2 settembre a Trescore Balneario (BG) presso il Bum Bum Festival, il 3 a Bologna al Palanord Estate e il 10 settembre al Campovolo di Reggio Emilia durante la storica Festareggio.

Ufficio Stampa Holi On Tour – Il Festival dei Colori – comunicazionelive@gmail.com

L’Alta Moda Italiana a “La Notte Veste Villa d’Agri”

Locandina La Notte Veste Villa D'AgriL’Alta Moda Italiana a “La Notte Veste Villa d’Agri”

Le bellezze naturali e paesaggistiche ispirano “La Notte Veste Villa d’Agri”
Villa d’Agri – Marsicovetere (PZ) 30 luglio 2017 alle ore 20.30

Domenica, 30 luglio 2017 alle ore 20.30 nella piazza Zecchettin Villa D’Agri – Marsicovetere (PZ) si svolgerà l’evento “La Notte Veste Villa D’Agri”. La località si trova nell’angolo nord ovest della Basilicata in una valle dall’atmosfera magica in cui i colori della terra, variopinti e suggestivi, si impastano e si fondono per creare il piacere di emozioni senza tempo. E’ la Valle dell’Agri, un’ampia e verdeggiante pianura attraversata dal fiume Agri, l’antico Akiris, nel cuore del giovane Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese. Una terra immersa in una serena tranquillità che si offre al visitatore nella bellezza della sua natura, delle rigogliose aree boschive e dei pascoli verdi; in cui l’acqua, protagonista indiscussa, sgorga copiosa da antichissime sorgenti tra rivoli e torrenti. E’ la terra della luce e del silenzio, dov’è ancora possibile ascoltare il suono del vento.

La manifestazione voluta fortemente da ModArte e dal Comune di Marsicovetere è prodotta da Cool Events di Pasquale Guidi, il quale ha ormai consolidato la sua fama di  organizzatore di grandi eventi  di alta moda, non ultime, quella svoltasi a Roma, nella splendida cornice di Piazza Navona, vede il patrocinio del Comune di Marsicovetere, dell’APT Basilicata e del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese.

La serata sarà presentata dalla showgirl e conduttrice Sofia Bruscoli e dall’attore Luca Capuano, mentre la giornalista di Telenorba Francesca Rodolfo intervisterà i personaggi intervenuti e riceverà un riconoscimento per la sua sensibilità, passione, dedizione profuso per la bellezza e il suo contributo allo sviluppo della cultura e alla tutela e salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della Basilicata e del Mezzogiorno.

L’evento sarà seguito dalla rivista internazionale Book Moda, dal magazine on line UFashOn, dalla TV nazionale LA7, da Telenorba, da TV e organi di stampa locali (La Siritide.it e Radio Senise Centrale).

In passerella sfileranno stilisti internazionali del calibro di Gianni Calignano, Michele Miglionico, Koscanyo e la maison lucana Pansardi Sposa.

Ospiti delle suggestive manifestazioni il noto cantautore Davide De Marinis e direttamente da Zelig il duo comico i Senso D’Oppio, il violinista Francesco Greco, inoltre saranno presenti Antonio Extempore, affermato stilista talentino,  con il suo “Instant Fashion” realizzerà dal vivo, con il solo ausilio di stoffe e spilli, abiti unici direttamente in palcoscenico con le top model le quali indosseranno gli originali outfits e Tommaso Filieri con i suoi stupendi abiti di composizioni floreali naturali di stile botticelliano.

La scenografia è affidata a Mario Carlo Garrambone, la coreografia e regia a Matteo Giua, make up e hair styling sono a cura della Scuola Europea Accademia di Policoro e Matera, creata e gestita da Mirella D’Alessandro, le fotografie di Gigi Samueli.

Particolare attenzione sarà data  allo scopo sociale dell’evento: la campagna di sensibilizzazione sull’autismo che vede il coinvolgimento dell’ “ALA Associazione Lucana Autismo”.

Sponsor Ufficiali: Sigma Lauria – Senise, Azienda Campofiorito – Roma, Hotel Villa Del Lago e Centro Sud Infissi – Senise.

Si ringrazia il partner sponsor Masino Gioielli – Villa d’Agri per la sua gentile collaborazione.

Altre info:

Cool Events Moda di Pasquale Guidi

Mobile: + 39 3890652831

Email: 360eventimoda@gmail.com

Charme – D’auria Davide è l’originale Color Beauty Spa

Dettagli-colore-by-CharmeCharme – D’auria Davide è l’originale Color Beauty Spa si trova ad Opera e che i parrucchieri di Charme sono specializzati nella colorazione e nel benessere dei capelli.

Charme è pensata per far vivere ad ogni donna/uomo il mondo della colorazione in totale relax, valorizzandone il look e lo stile in un ambiente rilassato

Nel salone di Davide D’auria la cura dei capelli è al primo posto.
La colorazione qua non è una semplice tinta, ma è un percorso rigenerante per i capelli e per il benessere della persona.

Si utilizzano solo prodotti di altissima qualità. Prodotti esclusivi, come una maschera a base di caviale, o i benefici terapeutici dell’Aloe.

IMG_3688Diversi i trattamenti esclusivi che potrai trovare da Charme Parrucchieri Opera:

  • CAVIAR PHILIP MARTINS
  • LIFTING RIGENERANTE
  • CAVIAR REPAIRX
  • OLAPLEX BOTOX PURIFING
  • DREAM COLORE Charme Parrucchieri
  • INOA
  • EUGENPERMA
  • BALAYAGE / CREAPGE
  • COUTURING
  • MECHES
  • BRIGHTNESS
  • BACK COMB

FB @Charmeparruccheriopera
#charmeparrucchieri #balayagemilano #shatushmilano

Visitate il SITO

Buzzoole

Centro Estetico Elianto

centro-estetico-Elianto_stanza-massaggi-coloriCentro Estetico Elianto

Il Centro Estetico Elianto si trova in Corso Indipendenza a Milano.

I trattamenti del centro consentono di curare l’aspetto estetico della persona, combattere lo stress e mantenere l’efficienza del corpo.

Il centro Estetico Elianto è quello che cerchi:
– anticellulite
– detox
– trattamento dimagrante
– epilazione
– trattamento drenante
– peeling
– ossigenostimolazione
– riduzione rughe

Centro Estetico Eliano è un centro professionale con operatrici formate ed esperte attente non solo nel risolvere il problema ma a capire il tipo di intervento più adatto

Centro Estetico Elianto ha programmi mirati e personalizzati veri e propri percorsi per un cambio di vita, dove l’obiettivo è vedersi più piacevoli e bene “nella propria pelle”!
visitate il sito e la pagina fb

Buzzoole

Mini Umidificatore Diffusore da 130 ml Solo 1€ invece che 14.99€

Mini Umidificatore Diffusore da 130 ml Solo  1€ invece che  14.99€

MOHOO 130ml umidificatore ad ultrasuoni/ Purificatore aria/ Grano di legno USB Auto off con 6 colore LED Diffusori ufficio Profumi per la casa Yoga, C

Solo  1€ invece che  14.99€

Mini Umidificatore Diffusore da 130 ml
http://amzn.to/2tMqmwx

Spedizione Gratis per Tutti
Pochi codici disponibili…

Per Ricevere il Codice Sconto: https://www.facebook.com/offertestoreonline/

Vegeto e Vivo festival Lusia (Ro)

Vegeto e Vivo festival Lusia (Ro)
23 – 25 giugno e 30 giugno – 2 luglio 2017

Serate e cene di gala a buffet con cucina vegan-vegetariana.

Dixan pulito testato per voi

dyxanCiao a tutti eccomi di nuovo con voi a parlarvi di un nuovo prodotto che oggi inizia a testare grazie al portale di donna di vi suggerisco sempre di scrivervi e lo faccio anche adesso iscrivetevi iscrivetevi iscrivetevi il prodotto in questione come vedete dalla scatola che ho appena ricevuto e il Dixan pulito e liscio in questi giorni  l ho provato ed è vero che usando questo prodotto già durante il lavaggio le fibre dei tessuti si lisciano e quindi permettono una facile stiratura posso dirvi che la profumazione gradevole
Dopo averlo provato.Sono completamente soddisfatta del risultato e sinceramente non mi aspettavo un risultato cosi buono. I capi sono risultati puliti perfettamente e profumati a lungo ma la cosa bella  che sono risultati quasi da non stirare
Alcuni  perfetti altri mi é bastato un colpo di ferro veloce
Consigliatissimo!
Grazie Dixan
Grazie Donna D
Angelamaria Micillo

Ti affascina il mondo della moda?Vuoi lavorare nella moda?

7#odmfashionschool #odmscuoladimoda #odmverona Ti affascina il mondo della moda?Vuoi lavorare nella moda?
ODM Fashion School di Verona è un istituto che dal 2008 è specializzato nel settore della istruzione/formazione, con corsi professionali di alto livello che accompagnano lo studente ad affrontare l’ambiente di lavoro rivolto al settore della moda.
L’Istituto ha obiettivo di preparare figure professionali che abbiano una visione completa di tutte le fasi necessarie per concretizzare tutto ciò che riguarda la creazione della moda.
Tantissimi i corsi

DSC_9597Corso professionale
– sartoria
– figurino
– stilismo
– modellismo

Corso specializzazione
– cad modaris lectra
– kaledo lectra
– photoshop dedicato moda

Corso amatoriale:
– di portamento
– taglio e cucito

Schermata-2017-02-08-alle-08.53.10Corso specializzazione :
– fotomodella
– moulage
– visual merchandising

corso professionale
– per modelle
– corso professionale make-up
– design del gioiello,

FB @ODMFashionSchool

VISITATE IL SITO 

Buzzoole

Vivere alla Castiglioni in mostra in occasione della San Francisco Design Week

Giovanna e Carlo Castiglioni foto di Lorenzo Barassi e Matteo Fiorini LR (1)Vivere alla Castiglioni in mostra in occasione della San Francisco Design Week

In occasione della San Francisco Design Week che si terrà dal 14 al 20 giugno, verrà presentata per la prima volta negli Stati Uniti,  la mostra “VIVERE ALLA CASTIGLIONI” omaggio ad Achille e Pier Giacomo Castiglioni.

Un’esposizione voluta dall’Istituto Italiano di Cultura e dal Consolato Generale d’Italia di San Francisco, organizzata dalla Fondazione Achille Castiglioni di Milano e curata dall’architetto Valentina Anania per focalizzare l’attenzione sul contributo del design italiano alla cultura contemporanea.

Ricordiamo che la San Francisco Design Week è un evento pubblico organizzato da un team di esperti e da un comitato che abbraccia l’intera Bay Area e conta più di 60 studi partecipanti e 200 eventi che, per tutta la settimana, presentano designer e imprenditori di fama mondiale oltre a ospiti di spicco.

Clara Buoncristiani

Ufficio Stampa

Fondazione Achille Castiglioni

Al premio Moda “città dei sassi 2017 vince la stilista sarda Mara Piras

Outfit Paolo FumaruloAl premio Moda “città dei sassi 2017 vince la stilista sarda Mara Piras

Un successo di pubblico, di critica, di stile, di eleganza, di internazionalità
alla IX edizione del Premio Moda “Città dei Sassi”.

Grande successo per il Premio Moda “Città dei Sassi” dove sensualità, passione, originalità ed internazionalità hanno caratterizzato la nona edizione del Concorso Internazionale per Stilisti dell’Alta Moda. Lo scopo del concorso è di individuare, valorizzare e premiare creativi, designers per scoprire stilisti emergenti e/o di professionisti nel campo della moda femminile e di Elisabetta Pellini.1 ph. Paolo De Novivalorizzarne il talento nella splendida  cornice dei  “Sassi” di Matera (Patrimonio Unesco dell’Umanità e Capitale Europea della Cultura 2019).

La manifestazione giunta alla IX edizione, ideata e organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto e Officina della Cultura, direttore artistico Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo,  regia e coreografie di Stefania Coralluzzo, coordinatore tecnico Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa  e pubbliche relazioni Nicola Altomonte, fitting Harscel Srl, casting Centonote Soc. Coop.va, segreteria organizzativa Terry Natale, assistenza costumista  Silvana Santeramo, allestimenti tecnici Saverio Morcinelli, audio luci e video Sound Planet Service, noleggio/vendita macchine e attrezzature Gruppo Festa, responsabile tecnico Studio Giesse di Gaetano Santoruvo che ha visto la conduzione della showgirl e attrice Laura Panoramica (rid) Piazza San Pietro Caveoso.2Lena Forgia coadiuvata dalla giornalista Annamaria Sodano, svoltasi nella splendida e suggestiva Piazza San Pietro Caveoso – Matera.

Media partner “CHI E’ CHI”, Fashion Channel, Book, TRM network, realizzata con il patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia e Comune di Matera,  dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, della Lucana Film Commission, del CNA Federmoda e CNA  Cinema Basilicata.
Ospiti istituzionali presenti alla  manifestazione: Raffaello De Ruggieri (Sindaco del Comune di Matera), Mariano Schiavone (Direttore Generale dell’Apt Basilicata) e Nicola Panoramica Piazza San Pietro CaveosoTimpone (Direttore del Gruppo Locale (Gal) “La Cittadella del Sapere” e Coordinatore Area Relazioni Istituzionali e Relazioni per Marketing della Lucana Film Commission).
Pace, uguaglianza e integrazione tra i popoli senza distinzione di razze, colori e culture questo è il messaggio che ha voluto lanciare da Matera (Capitale Europea della Cultura 2019). il Premio Moda “Città dei Sassi” con l’Associazione Cultuale Officina della Cultura di Matera e l‘Associazione No Profit African Fashion Gate (AFG) che sostiene un programma di sviluppo sociale e culturale ideato da Nicola Paparusso e patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione del Senegal. L’obiettivo è favorire lo sviluppo sociale e culturale dell’Africa  attraverso la moda e l’arte. La passerella di Matera sulle quale hanno sfilato le modelle di AFG, ha rappresentato un ponte simbolico oltre per promuovere nel mondo le modelle africane e quindi esportare la loro rara bellezza anche  per promuovere il dialogo interculturale, l’osmosi e la contaminazione tra i vari linguaggi artistici.
Premio Moda Matera 2019.1 Ph. Paolo De NoviA decretare i vincitori una prestigiosa giuria internazionale di addetti ai lavori (giornalisti, stilisti, esperti del settore, associazioni di categoria): La giuria composta dai creatori di moda: Lorenzo Riva, (stilista), Gianni Molaro (stilista) Michele Miglionico (stilista),  Paolo Fumarulo (stilista), dai giornalisti: Luciana Boccardi (Il Gazzettino), Paola Cacianti (storica critica di moda, Rai1 “Top- Tutto quanto fa tendenza”), Daniela Colucci (Rai2 Tg2 Costume e Società), Cristiana Schieppati (CHI E’ CHI) Fabiana Giacomotti (Il Foglio e docente di Scienze della Moda e del Costume all’Università di Roma La Sapienza),  Marzio Nocera (Fashion Channel),  Sofia Catalano (Giornale di Sicilia – Oggi), Nicole Fouquè (Quotidiano Nazionale – Quotidiano.net), Michele Capolupo (Sassilive.it), Anna Larato (La Gazzetta del Mezzogiorno), Mariangela Mara Piras.1 ph. Paolo De NoviLisanti (Il Quotidiano del Sud), Franco Martina (Ansa), Rosita Stella Brienza (Repubblica e La Nuova Basilicata), Francesca Rodolfo (TgNorba24), imprenditore tessile: Beppe Pisani (Serikos Collezioni &Tessili), esperti di moda: Nicola Paparusso (segretario generale dell’African Fashion Gate), Angelo Mellone (autore e conduttore del magazine di Rai1 “Top – Tutto quanto fa tendenza”), Rosalba Stasolla (docente di Storia del Costume), Tony Caravano (collezionista di moda), Sabina Albano (docente all’Accademia delle Belle Arti di Fashion Design di Catania); dalle associazioni di categoria: Leo Montemurro (CNA-Federmoda e CNA Cinema Baslicata).
Sette i concorrenti in gara: Dalila Palumbo, Dimitar Dradi, Ilenia Barone, Ilenia Donati, Iole Trombetta, Mara Piras, Simone La Bella.
Vincitore della nona edizione del Premio Moda “Città dei Sassi” è stata la stilista sarda Lorenzo RivaMara Piras, (premio consegnato dal sindaco Raffaello De Ruggieri). Il Premio Moda al Cinema (quest’anno dedicato all’attrice Ingrid Bergman icona del cinema e dello stile nel mondo consegnato dall’attrice Elisabetta Pellini) e Premio “Serikos” (consegnato dall’imprenditore tessile Beppe Pisani) sono stati assegnati allo stilista Simone La Bella.
Il Premio Moda “Matera 2019” (consegnato dal rappresentante del CNA Federmoda Leo Montemurro) è stato assegnato alla stilista pugliese Dalila Palumbo alla quale è stato anche riconosciuto il Premio Speciale “CHI E’ CHI” consegnato dal direttore responsabile Cristiana Schieppati con la motivazione “Ha saputo cogliere e trasmettere un segnale di unione della diversità”.
Nel corso della serata sono stati assegnati altri premi:
Premio alla Carriera alla giornalista Luciana Boccardi, Premio alla Carriera allo stilista Premio Moda Cinema.1 ph. Paolo De NoviLorenzo Riva, Premio Speciale Moda allo stilista Gianni Molaro, Premio Speciale Moda allo stilista Michele Miglionico, Premio Speciale Cinema all’attrice Elisabetta Pellini, Premio Speciale Moda e Cultura al Segretario Generale dell’African Fashion Gate Nicola Paparusso, Premio Speciale Moda e Territorio al Direttore Generale dell’Apt Basilicata   Mariano Schiavone.
A dare il via all’evento è stata la commemorazione dei 20 anni dalla tragica scomparsa di Gianni Versace, una delle menti più fervide del fashion system, lo stilista più amato , quello più imitato e mai dimenticato. In tale occasione sono stati presentati al pubblico alcune creazioni degli anni ’90 di Gianni Versace della collezione privata di Tony Caravano, raffinato collezionista partenopeo che ha fatto della sua grande passione un vero e proprio stile di vita.

Dimitar Dradi.1 ph. Paolo De NoviA seguire la proiezione di un video dedicato all’attrice Ingrid Bergman, la presentazione  della borsa “Ingrid” che la stilista Elisabetta Armellin per V73 ha creato appositamente  in occasione  del Centenario della nascita dell’attrice che ha fatto dono al Museo di Palazzo Mocenigo e della creazione dello stilista Paolo Fumarulo, che ha voluto interpretare con il suo abito da sera l’immagine dell’indimenticabile attrice icona di eleganza.

Lo spazio poi è stato dedicato ai giovani stilisti con le sfilate dei concorrenti:
la stilista Dalila Palumbo si è ispirata all’argomento molto sentito e dibattuto tra le nostre generazioni, l’Omosessualità intesa non più come diversità, ma parte integrante di un complesso e sfaccettato tessuto sociale, il tema della collezione di Dimitar Dradi  è “The Crown of Love” vede realizzati capi in carta ed ecopelle con l’arte degli origami e grossi volumi che traggono ispirazione dal fetish africano, la collezione presentata da Ilenia Barone è ispirata alle bellezze naturali del Bel Paese, collezione ispirata ai balli in maschera tipici del XVIII secolo quella di Ilenia Donati, è ispirata a una delle ultime opere di Dalila Palumbo.1 ph. Paolo De NoviGustav Klimt la “Donna con  ventaglio” la collezione di Mara Piras, “Stuck in the Rocks” il tema della collezione di Simone La Bella che vuole dimostrare che non bisogna per forza indossare  seta accostata a diamanti in abiti a sirena per essere raffinati. A chiudere la gara Iole Trombetta con la sua collezione “Natura Sottomarina” ispirata alle sfumature del mare, ai coralli ed ai pesci tropicali.

A chiudere i protagonisti veterani dell’Alta Moda: lo stilista Michele Miglionico con una  anteprima della sua prossima collezione di alta moda “Smoking Couture”, Gianni Molaro che ha presentato degli outfits che rappresentano un po’ il suo percorso storico nella Haute Couture.  A chiudere la serata gli abiti eleganti e sfarzosi di Lorenzo Riva che da sempre è interprete del bon-ton italiano.
A rendere ancora più magica la serata è stata la performance musicale del gruppo “L’altro ‘900”, nato a Matera nel 2000 ad opera di musicisti lucani tutti diplomati al Conservatorio Statale di Musica  Duni.

A completare il look delle modelle hair stylist: Biolab-Hair (Napoli) ed Estilo di Vincenzo Di Liddo (Matera),  mentre make up artist: Academy di Antonio Riccardo (Napoli), le fotografie sono di Paolo De Novi, Enzo Dell’Atti e Brunella Armaiuoli.

Gianni Versace.1 ph. Paolo De NoviGrande successo del Premio Moda Città dei Sassi 2017 anche grazie alla presentazione  nella  Chiesa del Cristo Flagellato – Complesso San Rocco – Piazza San Giovanni – Matera del libro “CON INGRID tra colline viola (ed. Supernova) di Luciana Boccardi,  veterana giornalista veneziana esperta nel campo della moda e del costume, sono intervenuti Elisabetta Pellini (attrice), Paride Leporace (Direttore Generale della Lucana Film Commission), Elisabetta Armellin (stilista) e la moderatrice Rosalba Stasolla (Docente di Storia del Costume).
Un libro scritto dall’autrice per il centenario della nascita di Ingrid Bergman (1915-2015), che la stampa di tutto il mondo ha ricordato (successo, film, amori…). Nella storia della sua vita c’è comunque solo una giornata che non si legge in nessuna delle pagine dedicate all’attrice perché fino ad oggi sconosciuta, inedita: la giornata della giornalista Luciana Boccardi con Ingrid, nel lontano 1977, ad Asolo. In questo volume, oltre a frammenti da Una vita per il Cinema, si riportano le testimonianze rilasciate allora per il “dossier” (Tribute to Ingrid 1983) da personaggi di grande statura intellettuale accanto a quelle di personalità intervistate oggi. Alla domanda che chiude il libro, “Qual è il ‘colore’ di Ingrid?”, rispondono le più belle firme del giornalismo di moda italiano.

In tale occasione è stata presentata una mostra di n. 10 scatti fotografici originali dell’attrice “per gentile concessione di Giulio Malgara” che furono esposti al Teatro la Fenice di Venezia il 30 agosto 1083 durante il Festival del Cinema di Venezia  per la commemorazione a un anno dalla sua morte ”Tribute to Ingrid” che riunì i divi di Hollywood, lo star-system Internazionale e il mondo della cultura.

Al Premio Moda Città dei Sassi 2017 ha visto la presenza di MAVIVE dei Vidal, la dinastia veneziana del profumo,  con la distribuzione al pubblico della serata  di campioncini omaggio del profumo.
Il profumo donato è la “Rosa Moceniga”, in ricordo a Ingrid Bergman.
Rosa Moceniga è un progetto ambizioso che il brand The Merchant of Venice ha deciso di sviluppare per omaggiare un fiore sofisticato, la cui storia ha origini antiche che si ricollegano alla tradizione profumiera veneziana.
La presenza di queste gocce di profumo dell’azienda veneziana (Mavive), offerte agli ospiti del Premio Moda “Città dei Sassi”,  rappresenta una sorta di fil Rouge che unisce la città magica di Matera alla magia di Venezia.

Una Matera diversa, piena di fascino e intrisa di evocazione, bellezza, solidarietà e internazionalità. Una eleganza, romantica e lieve, efficace per far conoscere culture diverse, per valorizzare e salvaguardare la Lucanità e il “Made in Italy” unici nel mondo.

Officina della Cultura

Dott. Vincenzo Scasciamacchia

PREMIO MODA – CITTA’ DEI SASSI
Press Office:  Nicola Altomonte
Mobile:  + 39 340 5402210
Website: www.premiomoda.it
Email  : premiomodamatera@libero.it

La “Rosa Moceniga” con Mavive a Matera

La “Rosa Moceniga” con Mavive a Matera

Nell’universo del profumo recentemente si è affacciata una rosa, una rosa diversa, nuova, antica di nascita ma per due secoli rimasta silenziosa e sconosciuta. E’ accaduto un giorno, non tanto tempo fa, che un nobile veneziano, lo scrittore  Andrea Robilant, discendente dei Mocenigo, passeggiando nel parco della villa che nel ‘700 il suo “ visionario “  antenato,  conte Alvise Mocenigo , volle far costruire  ad Alvisopoli, città da lui  inventata . Un eremo di lusso nel cui parco la consorte del nobile Alvise, Lucietta Memmo, amica di Giuseppina Beauharnais che aveva come passione la coltivazione di rose di tutti i tipi  nei giardini della Malmaison,  piantò alcuni bulbi di rose sconosciute, regalate dall’amica Giuseppina, tra le quali una rosa poi scomparsa dalla vetrina usuale dei nostri fiori. E’ cresciuta così, nascosta dalla vegetazione disordinata, nel parco della villa di Alvisopoli dove venne scoperta per caso da Robilant che ne raccolse  le  vicende in un libro uscito recentemente  per i tipi di Corbaccio editore.
Si tratta di una rosa dal colore quasi metallico che cambia a seconda della luce che riceve – si legge nei siti specializzati –  dove apprendiamo anche che “la disposizione dei suoi petali, la tipologia di foglie e steli,  da sempre la catalogano come una bengalese, ovvero una rosa cinese di fine Settecento”.
Informazioni  che  non sono sfuggite al fiuto  eccezionale di Marco Vidal,  amministratore delegato di MAVIVE ( figlio del capostipite della grande famiglia di “essenzieri”, fabbricanti di profumi veneziani da secoli), che si è  avvicinato al fiore riscoperto per tradurlo in una essenza sublime, il  nuovo profumo chiamato appunto “La rosa Moceniga”.
Ammiratore di Ingrid Bergman e amico della bellezza magica di Matera, Marco Vidal ha ritenuto di essere presente  nella serata magica del 10 giugno con qualche goccia di “Rosa Moceniga” di MAVIVE  da offrire al pubblico che vuole rappresentare una sorta di fil Rouge che unisce la città magica di Matera alla magia di Venezia.

Silver cocktail Bradimante

19030228_1051102461691162_318851393217658315_n (1)Silver cocktail Bradimante
Alla Loggia di Piazzale Michelangelo
92esima edizione di Pitti Immagine Uomo
dal 13 al 16 giugno 2017 presso la Fortezza da Basso di Firenze.

Pitti Immagine Uomo è un punto di riferimento internazionale per la moda e quest’anno il tema guida sarà PITTI BLOOMS che trae ispirazione dalla naturale bellezza dei fiori e dai loro colori che sbocciano come le nuove idee dando luogo alla creatività. Saranno presenti installazioni sotto forma di macro aiuole gonfiabili, sculture abnormi, bouquet volanti e ventagli a forma di fiore.
L’allestimento prevede un full immersion di pattern originali e contrasti cromatici su facciate, spazi e oggetti.
E’ un “nuovo” ritorno al passato quello che propone Brandimarte, brand storico fiorentino, a buon diritto inserito nella storia della città, un cittadino che ha fatto grande Firenze, l’argentiere Guscelli Brandimarte, il cui marchio viene ora riproposto in modo innovativo dalla sua bella nipote, Bianca Guscelli.
E le giornate del Pitti edizione ’92 saranno bagnate dal SILVER COCKTAIL BRANDIMARTE, un cocktail personalizzato per l’evento inserito nel calendario ufficiale di Pitti Immagine, presentato il 15 Giugno in una sede emblematica, la Loggia del Piazzale Michelangelo, una magnifica vista dall’alto su una Firenze che si inchina davanti ad un maestro d’arte del cesello, che darà il via alla presentazioni di nuovi 18556376_1037818173019591_7004963902863059659_n (1)prodotti silver ad un pubblico di vip, autorità, media, clienti, buyers e amici.
Un cocktail d’argento alla Loggia del Piazzale Michelangelo, il cocktail Renassaince, Rinascimento, servito per tutta la stagione estiva de La Loggia in calici creati per Brandimarte dalla Moleria Locchi, e sullo sfondo, verso una Firenze incantata, la musica del famoso dj Gian Nobilee.
E’ la prima volta nella storia della kermesse fiorentina che un marchio di argento è il tema di un evento in calendario di Pitti Immagine Uomo, ma oggi Brandimarte e’ anche questo: uscire dai canoni tradizionali dell’argento per diventare innovazione.
E mentre Pitti Immagine si conferma sempre di più una global platform per importanti aziende e gruppi internazionali del fashion la bellezza di Firenze risiede proprio nell’armonia di contrasti che animano le strade fiorentine, in questo evento cult mondiale, che si conferma come evento di vera comunicazione per sottolineare come il fashion e l’artigianato di alto livello siano strumenti alla portata di tutti, trasformandoli in messaggio culturale.
www.brandimarte.com
press: cristina vannuzzi

Luciana Boccardi

Locandina (rid) presentazione libro (Con Ingrid tra le colline viola)Luciana Boccardi

Nata a Venezia (dove vive tuttora) da una famiglia di musicisti, ha iniziato la sua attività lavorativa alla Biennale di Venezia , da subito inserita nell’organizzazione dei festival di Musica e di Teatro della Biennale , dove ha lavorato per undici anni. Passata all’UNESCO (Consiglio Internazionale di Musica) ha vissuto e lavorato per quattro anni a Parigi alternando l’attività di organizzazione musicale con collaborazioni alla RAI (autore di testi teatrali e musicali) .
Un Premio Letterario per un racconto breve, consegnatole da George Simenon, la introdusse nel mondo del giornalismo dal quale non uscì più dedicandosi dopo appena qualche anno alla critica di moda di cui si occupa attivamente ancora oggi per il quotidiano  Il Gazzettino e altre testate di magazine italiani ed esteri.
Ha fondato e diretto giornali (tra cui “Il Femminile” negli anni di  piombo), il Notiziario della Fondazione Rizzoli, opuscoli specializzati, guide.   Studiosa della moda ha pubblicato volumi di costume fino al più impegnativo  libro dei “COLORI – Simboli Storia Corrispondenze” pubblicato nel 2009 da Marsilio: una storia dei colori come “terapia” alla scoperta della nostra personalità,  che ancora oggi viene commentata  e presentata non solo in Italia. Ultimo in ordine di uscita “CON INGRID TRA COLLINE VIOLA”  il libro (edito da Supernova) che viene presentato il 10 giugno nel contesto del Premio Moda “Città dei Sassi” a Matera.
Ma il vero “chi è” di Luciana Boccardi forse è quello registrato durante un talk show televisivo nel corso del quale le è stata chiesta direttamente una biografia sincera con botta e risposta.

LUCIANA BOCCARDI SI RACCONTA

Le cose che apprezza di più nella vita?   –  l’ amore, l’indipendenza,  la libertà /Quanti anni ha?   –  non si dice più./ Quello che la diverte di più? – il gioco dei posti alle sfilate di moda/ Cosa non sopporta ?   gli arroganti, i maleducati, gli  ignoranti ,  i  troppo  ricchi,  ( i  cretini  meno perchè non ne hanno colpa)/ Cosa la disturba  di più negli altri?   – la vanità, la tendenza al raggiro, l’ignavia/ Il suo credo ?  –  Credo nell’intelligenza  e nella bontà che ne è un derivato, nella bellezza, nella civiltà, nella cultura, nell’educazione  ( la politesse di Voltaire oggi sconosciuta)/Religione?    –   Nessuna.  Libera.  Per ognuno il diritto di credere  o non credere  in ciò che gli pare. E il dovere di lasciare rispettosamente gli altri liberi  di  credere o non credere/ Politica?  –  E’  diventata parola abusata, difficile:  da Veneziana cresciuta nelle maschere   la vedo oggi  come una maschera necessaria/  La moda?   –  Per me un racconto lungo  . Ho visto di tutto e di più. E  vedo ancora… Moda non è solo  vestiti/ Il cibo?   – Solo tradizionale. Apprezzo le novità in guardaroba ma  non a tavola.  Mi piace molto cucinarlo e mangiarlo.  Meno raccontarlo o fotografarlo, anzi, non mi piace proprio  vederlo  fotografato: mi sembra eresia,  irriverenza/ Diete?  –  Solo se salute esige. Mai per problema estetico :  (si può piacere anche  oltre il quintale……! !!!!)  Qualsiasi dieta –  sia pure praticata  per questioni di salute – la  vivrei come  una imposizione  e   perciò mi riuscirebbe difficile/  Il sesso?   Senza amore  il sesso ,anche il più fantasioso ,  rischia  di  essere banale,  ripetitivo,  …triste!   / Esiste l’amore eterno?    –  Sì. Quello che inventiamo noi come se fosse vero/ I soldi?  – Sono diventati un valore in sé e non più un valore aggiunto, un mezzo per vivere meglio. Comunque sono il segreto per vivere le terze e le …quarte età meno brutalmente/ Cosa si aspetta alla vita? Alla mia età  l’unica cosa vera  cui possiamo aspirare …è .. cercare di   arrivare al finale  da vivi !

Una borsa per Ingrid

Una borsa per Ingrid

Sarà presentata nel corso della serata la borsa “Ingrid” , un accessorio particolarmente raffinato che la stilista veneta Elisabetta Armellin per V73, ha creato appositamente in occasione del Centenario della Nascita di Ingrid Bergman celebrato a Venezia – in Palazzo Ducale  (l’antica dimora dei Dogi)  – dalla Soprintendenza alle Belle Arti e Fondazione Musei Civici Veneziani che ha scelto come omaggio a Ingrid  per il Centenario  il libro di Luciana Boccardi “CON INGRID TRA COLLINE VIOLA”  (ed. Supernova)  che il Festival Moda “Città dei Sassi” presenta a Matera la mattina del 10 giugno.
La borsa, nel prototipo originale , che verrà presentata a Matera nel corso dell’evento, è stata creata dalla stilista utilizzando un velluto “soprarizzo” di grande suggestione: il famoso velluto “Vendramin” dai riflessi che passano dal cremisi al viola, il cui campione originale è oggi conservato a Venezia nell’archivio  storico di Rubelli, che nei secoli di Repubblica di Venezia  veniva usato esclusivamente per la stola dei Procuratori di San Marco, cioè a dire la massima carica di Governo della Serenissima.
A forma di bauletto, con chiusura in metallo dorato (lo stesso impiegato per il charms V73 che riproduce il disegno dei rosoni di Palazzo Ducale) , la borsa “Ingrid” ha dettagli in pelle della stessa tonalità del velluto e tracolla che – ha detto Elisabetta Armellin – “sarebbe stata senza dubbio gradita da Ingrid per il suo stile di vita elegante ma pratico”.

Elisabetta Armellin  si racconta

“Venezia è la città in cui è nato il mio sogno. Giovanissima, frequentavo l’Accademia di Belle Arti e non sapevo ancora quale destinazione avrei dato alla mia fantasia. Passeggiando per le calli, nel tempio del sogno qual è Venezia, poco a poco prese forma l’idea di dare corpo a qualcosa che non restasse su un piano d’appoggio per essere guardato come “opera”  ma potevo orientarmi sulla realizzazione di oggetti da portare appresso, da toccare, da tenere con sé: la borsa. E’ nato tutto così, quasi per caso. Poi quel  sogno è diventato una bella realtà, il pubblico e la critica hanno cominciato ad apprezzare quelle forme, quel gioco di colori che in realtà avevo copiato da paesaggi impossibili come le visioni che sa offrire Venezia. Anche il marchio che firma le mie borse prende origini dalla città in laguna : “V73” =   V come Venezia e 73 il numero anagrafico del mio primo atelier veneziano affacciato su un canale dove probabilmente l’acqua di mare si confondeva con quella del mio Sile.

Ricordo di Gianni Versace

Ricordo di Gianni Versace
(dalla collezione di Tony Caravano)

Un momento speciale della serata sarà la commemorazione dei 20 anni  dalla tragica scomparsa di Gianni Versace, una delle menti più fervide del fashion system, lo stilista più amato, quello più imitato e mai dimenticato.   In tale occasione il Premio Moda “Città dei Sassi” presenterà al pubblico alcune creazioni degli anni ’90 di Gianni Versace dalla collezione privata di Tony Caravano, raffinato collezionista partenopeo che ha fatto della sua grande passione un vero e proprio stile di vita.
Un tributo speciale verrà dedicato quest’anno da Tony Caravano al noto  stilista scomparso il 15 luglio 1997, con la realizzazione di varie mostre, a cominciare da quella nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli  che si inaugurerà il 13 luglio 2017 con il titolo “Dialoghi/Dissing Gianni Versace Magna Grecia Tribute” per poi proseguire a Berlino, Miami, Myconos.