Produzioni Ininterrotte primo festival di letteratura del lavoro.

c8feb148-5527-4be1-9681-992fb69cac87Produzioni Ininterrotte primo festival di letteratura del lavoro.

A Crespi d’Adda dal 17 settembre al 1 ottobre

Tra gli scrittori anche Wu Ming 2 e Fabio Isman

Al via, dal 17 settembre, PRODUZIONI ININTERROTTE, il primo festival dedicato alla letteratura del lavoro, che non poteva non essere che a Crespi d’Adda, villaggio operario riconosciuto nel 1995 Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. Un Festival caratterizzato da una ricca programmazione di eventi e appuntamenti definita grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro con i ragazzi delle classi di III C e IV C del liceo linguistico “Giovanni Falcone” in collaborazione con l’Associazione Crespi d’Adda convenzionata con il Comune di Capriate San Gervasio.
Un percorso iniziato a marzo 2017 che ha permesso agli studenti di cimentarsi nell’approfondita conoscenza del villaggio e della sua storia per poi valorizzarlo e promuoverlo quale esempio eccezionale di città industriale, perfettamente conservata. Data la complessità del tema, gli studenti sono stati suddivisi in tre gruppi (seguiti da esperti professionisti) per la selezione dei testi sul tema dato, l’organizzazione del Festival e la comunicazione dell’evento sia sui social media che sulla carta stampata.

Da domenica 17 settembre numerose iniziative, presentazioni di volumi interamente dedicati al lavoro e all’industria ed incontri con gli autori animeranno le due settimane di Festival presso il Visitor Center di Crespi d’Adda, recentemente aperto al pubblico.

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Via S. Giovanni Bosco, 6 – 25125 Brescia (Italy) | clarabuoncristiani.it | info@clarabuoncristiani.it

Fondazione Achille Castiglioni. Un ricco calendario.

a9f50dda-6efb-4f75-b18a-6fd96e0009e8Fondazione Achille Castiglioni. Un ricco calendario.
Continuano i tanti momenti di confronto da settembre a dicembre 2017, in attesa del 2018, anno in cui ricorre la nascita di Achille Castiglioni: 100 anni di design

Dopo la serie di incontri organizzati dal 27 luglio al 6 agosto a Presicce, nati dalla collaborazione tra Medusa Art&Craft e l’associazione Nous con l’Ordine degli Architetti di Lecce, l’Accademia delle Belle Arti di Lecce e il Comune di Presicce, altri importanti appuntamenti sono stati già programmati, molti se ne aggiungeranno, per raccontare il meraviglioso e stupefacente lavoro di Achille Castiglioni, uno dei grandi padri del design.
Prosegue invece – fino a dicembre 2017 – la mostra in Fondazione Achille Castiglioni (piazza Castello 27, Milano) DIMENSIONE DOMESTICA, Achille e Pier Giacomo Castiglioni e una strana idea di arredamento. Atto II: un ambiente arredato per il pranzo a cura di Beppe Finessi, progetto grafico di Italo Lupi, allestimento di Marco Marzini, che presenta anche una propria interpretazione di uno spazio domestico all’ingresso della Fondazione.

Brindisi, 22 settembre 2017
Conferenza a Brindisi organizzata dall’Ordine degli Architetti di Brindisi.

Milano, 11 ottobre 2017
Workshop Lighting Design al Politecnico di Milano, organizzato da Andrea Siniscalco.

Milano, 10 ottobre 2017
“Donne di Design” presso Microsoft House, viale Pasubio 21. Storie di donne, storie di design. Incontri con alcune protagoniste intervistate dalla designer Ilaria Defilippo per Alley Oop – L’altra metà del Sole, il blog multifirma del Sole 24 Ore dedicato alla diversity. Interviene Giovanna Castiglioni.

Milano, 11 e 12 ottobre 2017
In occasione del Fall Design Week (Milano, 7-15 ottobre) e del Brera Design Days (Milano, 6-12 ottobre), Beppe Finessi guiderà i visitatori della Fondazione Achille Castiglioni in Piazza Castello 27 (Milano) alla scoperta della mostra Dimensione Domestica. Atto II.
Su prenotazione, visite guidate dalle 18:00 alle 19:00. Telefono: 02 8053606

Salerno, 13 ottobre 2017
Conferenza/performance nello showroom Mainardi di Salerno organizzata da Flos.

Roma, 21 ottobre 2017
Conferenza al MAXXI di Roma “Tutelare il Design. I Castiglioni sono ancora al lavoro.” nell’ambito del ciclo curato dall’architetto Domitilla Dardi “Storie del design” (seconda edizione) con l’Ordine degli Architetti di Roma.

Catania e Palermo, 26-27 ottobre 2017
Conferenza/performance in showroom prima a Catania, da Mollura e poi a Palermo, da Scillufo organizzata da Flos.

Firenze, (data da definire) novembre 2017
Conferenza a Firenze, organizzata dallOrdine degli Architetti a Firenze, Flos e il negozio Illum.
Auditorium del nuovo Museo Zeffirelli

Ricordiamo inoltre le tante collaborazioni con aziende che fanno vivere di nuove atmosfere lo Studio di Achille Castiglioni, come quella con Adidas, Diemmebi o Karakter.

Non esitate a contattarci per qualsiasi chiarimento. Cordialmente,

Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Via S. Giovanni Bosco, 6 – 25125 Brescia (Italy) | clarabuoncristiani.it | info@clarabuoncristiani.it

Piccole mostre preziose. Rarità e inediti della Pinacoteca Metropolitana di Bari

Piccole mostre preziose. Rarità e inediti della Pinacoteca Metropolitana di Bari

24 giugno – 24 settembre 2017

Nell’ambito della rassegna espositiva dell’estate Piccole mostre preziose, il quinto e ultimo appuntamento, dal 9 al 24 settembre, è dedicato a I dipinti meno noti di Francesco Netti.
Per l’occasione saranno presenti dipinti del grande pittore pugliese poco noti della Pinacoteca, come i due piccoli studi di San Giuseppe Calasanzio, assieme ad altre opere provenienti da depositi esterni come il monumentale Sant’Effremo, due Teste di donna e un curioso Citarista, esotica raffigurazione di un giovane musicista vestito all’antica.
La piccola mostra preziosa è inclusa nel biglietto d’ingresso.

Pinacoteca Metropolitana “Corrado Giaquinto”
Via Spalato 19 / Lungomare Nazario Sauro 27 (IV piano)
70121 Bari
Telef. 080/ 5412420-2-4-6-7 www.pinacotecabari.it

Per informazioni: Tel: 080/5412420-2-4-6 -7
Ufficio Stampa Pinacoteca: Tel. 080/5412427
pincorradogiaquinto@gmail.com
pinacoteca@cittametropolitana.ba.it

Alla Pinacoteca metropolitana di Bari si può arrivare in treno (dalla stazione 10/15 minuti a piedi), in aereo (30 minuti per giungere in centro città col taxi o col terminal), pullmann provenienti da varie destinazioni. Diversi autobus cittadini si fermano dinanzi all’ex Palazzo della Provincia.
Se si giunge in auto, è consigliabile lasciare la vettura nel grande parcheggio comunale “Pane e Pomodoro”, ubicato nel tratto sud del Lungomare, e di lì prendere la navetta B, che si ferma all’altezza del Palazzo della Regione, distante pochi metri dal Palazzo dell’ex Provincia dove, al IV piano, ha sede la Pinacoteca. Il parcheggio per 24 h e la navetta costano € 1,00.

Giorni e orari di apertura:
dal martedì al sabato 09,00 – 19.00 (ultimo ingresso consentito ore 18:30)
domenica 09.00 – 13.00 (ultimo ingresso consentito ore 12:30)
lunedì e festività infrasettimanali chiuso

Biglietto intero € 3,00

Biglietto ridotto € 0,50:
– soci ICOM*;
– soci FAI*;
– soci TOURING*;
– soci EMERGENCY*;
– possessori coupon QUI!CULTURA;
– soci COOP*;
– insegnanti* singoli;
– guide turistiche* singole.

Gratuito:
– minori di 18 anni e maggiori di 65 anni;
– disabili e loro accompagnatori;
– studenti universitari* e di istituti AFAM* (Acc. Belle Arti e Conservatori Musicali);
– insegnanti* accompagnatori di gruppi scolastici;
– guide turistiche* di gruppi con più di tre persone;
– giornalisti*;
– per tutti prima domenica di ogni mese.

* muniti di relativa tessera di iscrizione alla categoria o altro documento equivalente

Ingresso libero per tutti:
– la prima domenica di ogni mese (D. M. MIBACT 27-6-2014 n. 94)
– in occasione di eventi, quando espressamente indicati in sede e
su locandine e inviti.

La biglietteria chiude 30 minuti prima dell’orario di chiusura.

La visita alle mostre in corso è inclusa nel biglietto d’ingresso.

Eles Italia, Felisja, Sergio Derosas

fishball 1Eles Italia, Felisja, Sergio Derosas

Un workshop sul ritratto, un set fotografico, una modella, un  concept fotografico, la realizzazione del set, la luce,  la modella, l’abito, la giovinezza…..
Principalmente una donna bellissima fatta di giovinezza, è questo il messaggio che le sorelle Loriga, le giovani stiliste del Brand Eles Italia hanno voluto tramettere con uno shooting sorprendente effettuato dal talentuoso fotografo Segio Derosas coinvolgendo Felisja Piana, in arte Fishball, che interpreta perfettamente il concetto di giovinezza come speranza, come fede, come futuro, «La giovinezza di noi tutti è un sogno, una forma di follia chimica» come scriveva Francis Scott Fitzgerald, e Felisja è la giovinezza, moderna, candida come la sua pelle, una bellezza femminile e non convenzionale, sensuale ma innocente,  fatta di tatuaggi, piercing e capelli dai colori variopinti, un modello di pin-up decisamente lontano da quello da rivista patinata ma altrettanto affascinante e decisamente più intrigante.
IMG_01011_felisja_piana_per_eles_italiaAppartenente alla comunità virtuale Suicide Girl e già diventata un successo planetario sui social network la tatuatissima modella di Valledoria, Felisja Piana, con il suo account Instagram ha raggiunto l’impressionante cifra di oltre 1 milione di follower, mentre la sua pagina Facebook è seguita da oltre trecentomila persone. Una modella decisamente fuori dagli schemi, un fotografo famoso, gli abiti couture di Eles Italia: queste sono le caratteristiche del workshop “Fishball” dove protagonista ed interprete degli ineguagliabili outfits demi couture firmati Eles Italia è la “Suicide Girl” Felisja Piana abilmente ritratta durante il workshop tenuto dal fotografo Sergio Derosas.
Silvia e Stefania Loriga, questa volta, hanno scelto di mostrare le loro creazioni attraverso un messaggio visivo dai canoni di erotismo e di sensualità concepiti e proiettati in modo diverso, mostrando l’abilità  creativa per IMG_0105_felisja_piana_per_eles_italiaraccontare una storia fatta di abiti sui quali ricami in cristalli, gemme e Swarovski si fondono e confondono con i tatuaggi sul corpo della modella, un connubio di sensualità, look gothic e punk, Eles Italia mostra come ricerca e innovazione, dunque anche le scelte più audaci siano il punto partenza di ogni collezione, per rendere tangibili i loro sogni trasferendoli su abiti e accessori originali e di tendenza, oggetti del desiderio che ogni donna vorrebbe indossare per stupire IMG_0104_felisja_piana_per_eles_italiae splendere all’infinito…
www.elesitalia.com

Credits : Master Ph. Sergio Derosas Foto
Organizzazione:  Alberto Masala
PR Eles Italia: LA REVE PR & ADV

Parma Vintage – Il mondo dello stile e della moda vintage Salsomaggiore Terme (PR)

Parma Vintage – Il mondo dello stile e della moda vintage Salsomaggiore Terme (PR)

Da venerdì 22 a domenica 24 settembre

Elena de Salve una donna musicalmente di stile

13912359_10154418761911248_3884188035147516693_nElena de Salve una donna musicalmente di stile

Ciao di parlarvi di una cantante davvero meritevole di essere seguita e ascoltata!

ELENA DE SALVE è una cantante nata a Sannicola,un piccolo paese del sud Italia,in Puglia.

Nella sua carriera,iniziata nel 1995,ha lavorato come corista per artisti del calibro di Albano Carrisi,Massimo Ranieri e molti altri,e come solista in giro per l’Italia accompagnata dalle sue band.

Ha partecipato a diverse trasmissioni radio e televisive italiane (da Domenica In su Rai 1 al Karaoke di Angelo Pintus su Italia 1) e straniere (X-Factor Romania).

Dopo aver vissuto diversi anni a Milano per approfondire gli studi musicali e cercare nuove opportunità a livello discografico,ora vive in Puglia dove,assieme al musicista/arrangiatore emiliano Salvatore Bazzarelli,ha realizzato il suo primo EP contenente alcuni grandi successi degli anni 70 completamente rivisitati e un brano inedito (“In Tutto Ciò Che Sento”) e dove continua a svolgere la sua attività live assieme ai suoi musicisti oltre a lavorare su nuovi brani inediti.

AVVENIMENTI IMPORTANTI:

– a 5-6 anni ha iniziato a mostrare un interesse particolare verso la musica,la pittura e il disegno,e ha deciso di prendere lezioni di canto,pianoforte e chitarra

– a 17 anni,nel 1995,si è iscritta alla sua prima competizione canora,classificandosi al secondo posto,ed ha iniziato a muovere i primi passi nei locali e piazze del sud Italia,accompagnata da band o in formazione acustica

– a 19 anni si è appassionata alla cultura gospel ed è entrata a far parte del “Black on White Gospel Choir” di Tyna Casalini,con il quale Elena ha cantato per diversi anni e che ha fatto nascere in lei un grande amore per questo genere musicale

– nel 2002,a 24 anni,Elena e’ stata selezionata dai fratelli Tommaso e Alex Zuccaro,vocalist/musicisti/arrangiatori che da qualche anno avevano iniziato a collaborare con artisti di fama internazionale e,credendo nella sua voce e nelle sue capacità,l’hanno inserita in maniera stabile come vocalist per ALBANO CARRISI,dandole la possibilità di partecipare ad innumerevoli concerti del grande artista in tutta Italia e alla realizzazione di tutti i suoi lavori discografici,oltre ad essersi esibita al suo fianco in tv sui canali nazionali

– nello stesso anno ha completato gli studi presso l’Università degli studi di Lecce,diventando Assistente Sociale

– nel 2006 Elena e’ stata convocata,assieme ai fratelli Zuccaro,per realizzare i cori nell’album “Canto perchè non so nuotare (da 40 anni)” di MASSIMO RANIERI

– nello stesso anno ha aperto alcuni concerti di FAUSTO LEALI in Puglia

– a settembre del 2008,a 31 anni,Elena ha deciso di lasciare la sua terra e i suoi affetti più cari per trasferirsi a Milano e continuare a coltivare il suo sogno,oltre ad approfondire lo studio della tecnica vocale assieme al M° Michele Fischietti,con cui tuttora collabora a livello di organizzazione masterclass di canto in tutta Italia

– il mese successivo Elena e’ stata convocata da LUCIO FABBRI,produttore discografico nonché violinista della PFM,per realizzare i cori sul brano “Magmion” contenuto nel celebre disco per bambini “GORMITI”,colonna sonora ufficiale del noto cartoon

– dal 2009 al 2010 ha tenuto un corso di canto moderno e interpretazione nella scuola di musica del maestro Gianni Ruvidotti ad Abbiategrasso (MI)

– nel 2011 ha conosciuto negli ambienti live milanesi il cantante Gio’ Buzzotta della band anni 60 dei PROFETI,e con lui ha fatto diversi concerti in giro per la Lombardia

– a giugno 2013 Elena ha deciso di lasciare Milano ed è tornata a vivere in Salento: ha ripreso lo studio della teoria musicale,solfeggio e pianoforte con il M° Ekland Hasa,oltre ad approfondire lo studio dell’interpretazione con il M° Tony Frassanito e continuando a studiare tecnica vocale con il M° Michele Fischietti;ha ripreso la sua attività di backing vocals per Albano Carrisi;ha iniziato a lavorare al suo primo EP,con la produzione artistica dell’arrangiatore e musicista emiliano Salvatore Bazzarelli;ha ripreso l’attività live in giro per l’Italia con le sue band

– ad agosto 2014 ha pubblicato su youtube il primo dei singoli contenuti nel suo EP,ossia il remake di “A MANO A MANO” di Riccardo Cocciante,resa poi celebre dal grande Rino Gaetano,ottenendo ottimi consensi e i complimenti telefonici della sorella di Rino,Anna Gaetano

– a settembre 2014 ha aperto il concerto di BIANCA ATZEI ad Alliste (Le)

– nello stesso periodo ha iniziato una collaborazione con dei musicisti salentini appassionati di musica rock,fondando la GIANNAROCK,tribute band interamente dedicata alla grandissima rocker italiana Gianna Nannini

– a maggio 2015 ha partecipato ad una puntata del KARAOKE di Angelo Pintus su Italia 1,esibendosi con il brano “Per fare l’amore” di Irene Grandi

– a giugno 2015 ha pubblicato su youtube il secondo singolo del suo EP,il remake di “PIERRE” dei Pooh,la prima canzone che negli anni 70 affronto’ il difficile e importante argomento dell’omosessualità

– ad agosto 2015 ha pubblicato il terzo singolo,”ETERNITÀ”,il remake della celebre hit anni 60 dei Camaleonti,questa volta in duetto con la sua amica e collega DebbyLou,reduce dalla seconda edizione del talent “The Voice of Italy”

– a febbraio 2016 Elena ha fatto uscire l’unico brano inedito dell’EP,scritto da Pierfrancesco Agostini su tema autobiografico della stessa,arrangiato da Salvatore Bazzarelli e registrato da Alex Zuccaro,intitolato “IN TUTTO CIÒ CHE SENTO”,ottenendo grandi consensi radiofonici e una buona attenzione da parte dei media

– a marzo 2016 ha realizzato i cori nel nuovo album di FRANCO SIMONE

– contemporaneamente è entrata a far parte del cast di FLASHBACK,spettacolo musicale ideato da Salvatore Mauro e portato in giro per le piazze d’Italia per tutta la stagione estiva,assieme alla cantante Lanik,un corpo di ballo e grandi ospiti (Francesco Gabbani,Moreno,Flaminio Maphia,ecc) ad ogni tappa

– da maggio a novembre 2016,spinta dal desiderio di provare nuovi ambienti musicali,ha partecipato a X-FACTOR in Romania,a Bucarest,esibendosi davanti ai giudici Delia,Horia Brenciu,Stefan Banica e Carla’s Dream,superando la prima puntata con 3 si su 4 e fermandosi poi alla successiva fase dei bootcamp

– nonostante la conclusione dell’esperienza televisiva ha continuato a frequentare Bucarest,attratta dalla sua ampia cultura musicale e dalle opportunità riservate agli emergenti,con l’obiettivo di crearsi nel tempo una propria rete anche li

– a febbraio 2017è stata riconfermata nel cast di FLASHBACK per la nuova stagione estiva e a partire da aprile 2017 è ricominciato il nuovo tour nelle piazze italiane assieme alla cantante Lanik e al resto della compagnia

– a settembre 2017 ha registrato i cori sul nuovo album di ALBANO CARRISI e ROMINA POWER grazie alla collaborazione storica con l’amico e collega Tommaso Zuccaro e ha duettato con FRANCO FASANO sul brano “Ti lascerò” durante la XIX edizione del Premio Battisti,manifestazione musicale storica salentina svolta come ogni anno a Nardò (Le)

La sua voce profonda ed elegante arriva diretta al cuore di chi l ascolta!
Una cantante completa a cui Auguro un gran successo…ora proiettata a nuov verso nuovi progetti all ester
Elena ha una voce straordinaria!
Ascoltatela e poi mi direte!!!

https://www.youtube.com/user/elenadesalve

testerangi@gmail.com

#Ventis

ventisOggi vogliamo parlarvi di un portale davvero interessante direi ottimo sia per la vasta scelta di prodotti sia per la qualità eccellente dei prodotti, ma non da meno per le offerte proposte
E’il primo portale di vendite a tempo interamente italiano, con prodotti di  moda ed arredamento ed enogastronomia
Su Ventis si trovano solo prodotti di eccellenza ma con prezzi davvero interessanti
Vorremmo ribadire che oltre alla qualità cè una scelta immensae offerte che vanno per enogastronomia dal 20% al 40% ,per i prodotti di arredamento dal 50% al 70% e per i prodotti di moda dal 60% all’ 80%.Si tratta di offerte a tempo con uno sconti davvero validi ma mai a scapito della qualità

I tempi di consegna certi e celeri
Semplicità nell’ordine e nella navigazione del sito
I pacchetti arrivano ben sigillati

E’ stata un’esperienza positiva il nostro acquisto su Ventis,

Vorremmo segnalarvi anche la promo che offre 10 €di sconto su una spesa di 49 euro nella sezione food!!!!!

Visitate il SITO

#Ventis #VentisFood #VentisFoodFestival

Buzzoole

Caleido | focus Collezioni Design e Classici

Caleido_ICE bath short set up(0)Caleido | focus Collezioni Design e Classici

BOOK e ICE della Collezione Design
CONDOR e PAVONE della Collezione Classici
Caleido sempre attento alle esigenze del cliente

Caleido ha una collezione ricca e diversificata, caratterizzata da qualità e resa delle performance. Dal 1993 il brand bresciano trasforma in realtà una visione propria e personalizzata del calore dando vita a una collezione di radiatori protagonisti dello spazio, attraverso un’avanzata progettazione, tecniche all’avanguardia e la collaborazione con prestigiosi architetti e designer.
Che si tratti dell’iconico ICE di Caleido Design Lab o del più recente Book di Marco Piva – tra i più apprezzati per la purezza delle forme – o di Condor e Pavone, entrambi di Caleido Design Lab – veri classici della produzione in cui la componibilità è l’elemento chiave – un unico linguaggio: quello della ricerca Caleido!

Caleido_PAVONE 20 CHROME set upBOOK
Il nuovo prodotto rispecchia la visione dell’azienda di rivisitare il ruolo dell’elemento radiante all’interno dello spazio domestico, elevandolo da semplice fonte di calore a oggetto distintivo di arredo, coniugando estetica e funzionalità.
Dice l’Architetto Piva: “Con BOOK ho pensato ad una sottile lastra, alla cui estremità vi è una lieve piegatura, che dona effetto di leggerezza e plasticità ad un elemento storicamente rigido e pesante oltre ovviamente a migliorarne le performance”.
BOOK è il calore con stile, elimina l’ingombro estetico del termosifone giocando su una forma pulita, semplice e lineare, che la moderna tecnologia permette di ottenere riducendo al minimo lo spessore, senza venir meno all’efficienza del prodotto.
“Il progetto dell’architetto ci è piaciuto fin da subito –afferma Danilo Rossetti, Titolare Caleido –ci è voluto molto impegno per svilupparlo e raggiungere oltre alla perfezione estetica la resa di ottime prestazioni tecniche. È stato un piacere aver affrontato questo progetto con l’arch. Piva e con il suo team che ci hanno affiancato in questo percorso.”
Realizzabile con diverse finiture, misure e cromatismi, si presta a essere inserito sia in ambienti residenziali che in luoghi pubblici, per scaldare con eleganza e senza invasività gli spazi dell’abitare contemporaneo.
Caleido_BOOK black set up
Materiale: acciaio al carbonio
Misure: H 830 – 1230-1530-1830 L 375 e 520
Rese a partire da 328watt
Disponibile nella versione idraulica, mista e elettrica. Basso contenuto d’acqua.

ICE | ICE Bagno e le infinite combinazioni (in fotografia ICE Bagno Short)
Elementi fondanti di questo radiatore sono lo spessore ridotto ai minimi, l’ingombro portato all’essenziale e la sua adattabilità sia alla zona living che all’ambiente bagno.
Tutto ciò rende ancora oggi, il radiatore ICE, uno dei best seller Caleido.
Un design puro, una vasta gamma di forme (verticale / orizzontale) e dimensioni, di facile installazione, ad alte prestazioni certificate e – per la versione bagno – un pratico portasciugamani, anche short (con porta salviette aperto) hanno reso ICE un radiatore attuale più che mai. Tanto da essere stato scelto da Marco Piva per l’HOTEL EXCELSIOR GALLIA, solo per citare una delle più recente realizzazioni contract. ICE Bagno nella versione inox effetto specchio si integra perfettamente ai marmi alle altre superfici degli ambienti bagno (in totale 235), e nella finitura bianco puro opaco per una 4e3bc9a9-5384-4309-bf17-c0e4bc5d26cdarmonica combinazione e valorizzazione degli spazi con una presenza semplice e raffinata.

Materiale: acciaio al carbonio
Misure: da 820 x 465 mm
Misure ICE BAGNO ORIZONTAL: da 465 x 820 mm
Resa termica: 361 W
Versioni: idraulica, elettrica e mista

PAVONE 20 CHROME
Praticità ed estetica sono il punto di forza di Pavone 20 Chrome. Disegnato da sottili tubi orizzontali ancorati a due robusti tubi verticali in acciaio, Pavone 20 Chrome si presenta snello e funzionale: gli intervalli creati tra gli elementi e l’interasse fisso a 50 mm, oltre a restituire un forte impatto visivo, suggeriscono dove riporre asciugamani, salviette e teli da bagno sfruttando al massimo la superficie radiante.

Materiale: acciaio al carbonio.
Versione: disponibile nella versione idraulica, mista o elettrica.
Misure: H 1794, L 510 610 | H 1406, L 510 610 | H 1209, L 510 610 | H 858, L 510 610

CONDOR
Sono linee semplici e rigorose quelle che disegnano Condor, radiatore realizzato con una sequenza di tubi piatti in acciaio che, ritmicamente distanziati, ma congiunti verticalmente alla linea dei collettori, arredano l’ambiente con un tocco minimal e leggero. La linearità delle forme, complice della vasta scelta di colori in cui Condor è disponibile, lo rende adatto a qualsiasi tipo di ambiente.

Materiale: acciaio al carbonio.
Versione: Disponibile nella versione Single (per alcune misure anche in versione solo elettrica o mista) e Double.
Misure: H 2410 2210 2010 1810 1510 1210 1010 810 610 510 410, L 130 165 200 235 270 305 340 375 410 445 480 515 550 585 620 655 690 725 760 795 830 865 900 935 970 1005 1040 1110 1180 1250 1320

Restiamo a vostra completa disposizione per ulteriori informazioni e materiale fotografico. Saluti,

Clara
Clara Buoncristiani PR&Communication Studio | Via S. Giovanni Bosco, 6 – 25125 Brescia (Italy) | clarabuoncristiani.it | info@clarabuoncristiani.it
Cancella iscrizione | Unsubscribe

“Nun te preoccupà mo je faccio er cucchiaio”da Francesco Totti calciatore a Martino Dini fotografo

Palazzo Vecchio“Nun te preoccupà mo je faccio er cucchiaio”da Francesco Totti calciatore a Martino Dini fotografo

Un giorno tutto il mondo parlò del cucchiaio di Francesco Totti………Il campione giallorosso s’inventa un gol pazzesco nella semifinale con gli orange dicendo a Di Biagio – “mo je faccio er cucchiaio” – seguito dalla camminata sfrontata verso l’area di rigore…..ma questa è un’altra storia.
Invece Martino Dini, di professione fotografo, il cucchiaio lo usa e non solo per gustare un variopinto gelato o una morbida crema ma lo fotografa su raffinate mise en place e poi lo usa, in maniera complice, ne fa il suo sfondo, si diverte a giocare con le nostre sensazioni, cambiando le carte in tavola e spingendoci a guardare la realtà da un altro punto di vista, magari attraverso una lente di ingrandimento. Tutto quello che parla di cibo è un tema tanto amato, quanto inflazionato e fotografare chef e cibo è diventato un network spoon selfieonnipresente su web, social e carta stampata, un trend in costante crescita che ha indotto molti, grazie all’ Ipad, a improvvisarsi fotografi di food e promuoversi nel settore senza, tuttavia, averne le necessarie competenze.
Fotografare il cibo non è facile, al contrario, come ci spiega Martino Dini, giovane e talentuoso fotografo del food, ci mostra quanto fotografare il cibo è più complesso di quanto si pensi, un’operazione che esige molta professionalità perché implica un’ottima padronanza della luce e del set, il tempo a disposizione è brevissimo e va ben sfruttato per beneficiare al massimo dell’aspetto estetico di una pietanza. E’ fondamentale quindi riuscire a comunicare il sapore, i profumi, le suggestioni, persino i valori veicolati da piatti e ingredienti, anche attraverso l’immagine, unico mezzo la vista.
Noi siamo quello che mangiamo, e, nel mio caso, quello che riesco a fotografare e come lo fotografo, mi dice Martino Dini, e un giorno, sempre alla ricerca di cose nuove che stimolano la mia fantasia, ho “scoperto” il cucchiaio, facendoci sopra delle riflessioni, è nato “SPOON PHOTOGRAPHY” infatti per me il cucchiaio mi sa di casa, duomoprofuma di terra, l’odore di casa mia, dove rinasco mille volte ogni volta che torno a casa, sapori che fanno parte della mia vita, che mi accompagnano in ogni evento cadenzando i momenti, fanno ridere la mia anima, mi accompagnano fra la gente.
Fotografando io rubo l’attimo, devo trasmettere la passione e la qualità che ci sono dietro le mani dello chef, in un attimo devo fermare e mostrare la sua abilità, la sua storia, esalto il primo attore che sono le sue mani, le faccio parlare, fisso il candore della tovaglia, le pieghe, la luce, i chiaroscuri della materia cucinata, i colori, la sua fantasia, l’estro, mille pensieri condensati nell’attimo, prove su prove, accostamenti di sapori, io devo tramettere la cultura visiva del cibo, ma ad ampio respiro, far riflettere chi osserva, farlo immedesimare in una condivisione creativa, ribaltare la forma di nutrimento in un riflesso per gli occhi.
Far diventare invitante un piatto, gustoso, far venire l’acquolina in bocca….come si dice, io racconto e la mia è una bella storia e il cucchiaio è il mio complice, tondo, liscio, freddo, lunare, affascinante, sensuale nella sua rotondità, lo porti alla bocca e nel cucchiaio ti immergi, ti tuffi per gustare un cibo morbido, materno, quasi un libido, ed invece il mio cucchiaio vuole essere come una tela di canvas per l’artista, riflette il cibo, lo esalta, racconta uno sfondo, ferma un habitat e fa da contorno ad un piatto, composto di materia e luce, colori e voluttà, volumi e fantasia.
Ed io faccio parlare i miei cucchiai fantastici, che raccontano incredibilmente parole e pensieri, viaggi mai intrapresi ma solo immaginati, visioni diverse, talenti e storie di uomini, di professione cuochi, immagini non banali di monumenti e chiese, piazze, la vita in un cucchiaio, per parlare di una cultura del cibo di ampio respiro, sperimentazione e contaminazione fra linguaggi ed esperienze diverse.
Crediti ph: Martino Dini
www.martinodini.com
www.instagram.com/spoon.photography
Testo di Cristina Vannuzzi

Sagra dell’Uva – San Colombano al Lambro

Sagra dell’Uva – San Colombano al Lambro

Domenica 24 settembre 2017

Bancarelle
Hobbisti
Stand gastronomici
Mostre di pittura
Sfilata di carri allegorici
Degustazione di vini
Musica dal vivo
Spettacoli pirotecnici.

Sagra dell’anguilla – Comacchio (FE)

Sagra dell’anguilla – Comacchio (FE)

Da venerdì 29 settembre e domenica 15 ottobre 2017

Regina della tavola l’anguilla

Mostre d’arte
Fotografia
Spettacoli per bambini
Escursioni alla sovrana
Artigianato locale.

Sagra “de Savor” – Sogliano – Montegelli (FC)

Sagra “de Savor” – Sogliano – Montegelli (FC)

Venerdì 22 e sabato 24 settembre 2017

Protagonista e re della festa Savor , la confettura di pere e mele

Stand artigiani
Balli
Canti
Spettacoli teatrali